Carlo Tavecchio: “Lo stadio di proprietà necessario per la vita del club”. I massimi esponenti spingono per la legge


Carlo Tavecchio, Presidente della Lega Nazionale Calcio Dilettanti, ha parlato a La Politica nel Pallone su Gr Parlamento per quello che riguarda la legge sugli stadi: “Stadi? Credo sia noto a tutti che ci sono pareri consultivi di sette commissioni parlamentari. Abbiamo perso gli Europei due volte per queste storie, nel 2012 e nel 2016 avevamo i progetti più belli sulla carta ma poi non si realizzano. Gli stadi sono quello che permette alle società di sopravvivere, soprattutto quelle quotate in Borsa. Non so quale sarà lo sviluppo senza. Questa operazione non può essere prolungata ancora per molto

In merito a questa vicenda già da tempo la Roma sta lavorando sul suo futuro stadio. Qualche mese fa era uscito anche quale era il modello di riferimento del futuro stadio della Roma ovvero il Dallas Cowboy Stadium (in foto). L’indiscrezione era arrivata da Mark Pennes, uno dei manager del Raptor Hedge Fund di Pallotta.

Per adesso sembra che tutti i massimi esponenti del calcio italiano si siano resi conto dell’importanza degli stadi. Probabilmente avranno capito che in questo modo possono guadagnare anche loro.


LEGGI ANCHE  Il punto sulle cessioni della Roma: da monitorare non solo Kluivert

8 commenti su “Carlo Tavecchio: “Lo stadio di proprietà necessario per la vita del club”. I massimi esponenti spingono per la legge”

  1. Avere uno stadio di proprietà è fondamentale….anzi di vitale importanza!

    Senza stadio stiamo dietro a Inghilterra,Spagna,Germania e chi piu ne ha piu ne metta!

    Rispondi

Lascia un commento