Luis Enrique, postpartita: “Roma, squadra di campioni. Il calcio è ingiusto a volte, ma questa è la mia Roma”

Luis Enrique, postpartita: “Roma, squadra di campioni. Il calcio è ingiusto a volte, ma questa è la mia Roma”

Luis Enrique a Sky Sport:
La mia è una squadra di campioni. Sono contento di questa squadra, anche se calcio a volte è ingiusto. Il risultato più giusto sarebbe stato la nostra vittoria, questa sera, ma ho fatto i complimenti a Malesani. Ho messo 4 attaccanti perchè il Genoa era tutto dietro e perchè volevo vincere. Come sempre, è la mia filosofia. So che molti avversari in Italia si difendono e basta, ma questo è il calcio che proponiamo. Voglio questo ed è per questo che sono qui. Per la prima volta oggi ho visto la Roma che ho in mente. Questa è la Roma che piace a me. Ho fatto i complimenti a tutti, anche se erano tristi per la sconfitta. Ci rialzeremo con il Milan, anche perchè il calcio non può essere sempre ingiusto. Ce la faremo“.

LEGGI ANCHE  Tutti gli ultimi aggiornamenti su Cristiano Ronaldo alla Roma ad inizio luglio

59 pensieri su “Luis Enrique, postpartita: “Roma, squadra di campioni. Il calcio è ingiusto a volte, ma questa è la mia Roma”

  1. Basta… pf basta! Smettela di prenderci in giro. avere un allenatore che dice che questa è la sua Roma ed un ds che dice che siamo forti mi sembra di vivere in un mondo irreale… basta di prenderci per i fondelli, basta! Io nn ne posso davvero più… ieri si è visto tutto tranne che una squdara. Il famoso tocca – tocca dove è?, dove è questo grande rivoluzionario progetto? ieri tante palle lunghe e sterili, prevedibili passaggi a sx per il cross di Josèangel : che con due attaccanti alti 1 mt l’uno a che servono? se uno è bravo solo perchè mette 5 attaccanti allora sono bravo anche io! Bojan… inguardabile : sono tutti bravi con Messi, ma ora? Borini sparito nel secondo tempo e poco nel primo… Borriello… toh, ma va a finire che ha scoperto che è bravo dove averlo fatto muffire in panca…Perrotta ancora esterno dove nn fà nulla ed abbiamo Cassetti che è nel suo ruolo naturale in panca: e poi basta con queste formazioni ogni volta diverse. Ma gli volete spiegare che questo nn è un campionato primavera nè un squadra dove deve affinare le sue tecniche : nn ha vinto nulla in Spagna figuriamoci qui. Ma perchè nn mette da parte il suo ego e fà le squadre vere? Ma tanto poi basta nascondersi dietro il fatto che siamo in fase di costruzione, che abbiamo un progetto… ma pf nn fateci ridere

  2. dopo aver risposto ad alcuni di voi vorrei dire la mia e magari avere voostre risposte.

    – penso che bisogna avere calma perche per assimilare schemi cosi è difficile, specialmente in italia in quanto in spagna anche se gioca barcellona contro il getafe, quest’ultimi giocano a viso aperto senza andare a difendersi ma si giocano la partita. come dovebbre essere nella normalità. xke io squadra che sulla carta sono piccola esempio il lecce, novara, cesena, e vado a milano con il milan e mi chiudo 90 minuti con i campioni che ha il milan 1 goal prima o poi lo becco. mentre se gioco a viso aperto magari perdo lo stesso ma il calcio è stran posso pure far un goal.

    – la mia seconda osservazione è che rispetto alla partita con l’atalanta la roma ha rallentato il gioco. con i bergamaschi almeno nel primotempo la roma era veloce e verticalizzava subito e in maniera rapida, ieri ha fatto quel possesso palla che pero alal fine nn verticalizzando non ha portato a nulla. lo abbiano fatto una volta e abbiamo pareggiato. quindi chiederei al mister ti far velocizzare la manovra ma poi secondo me come ha detto borini ieri, sono macchinosi xke non hanno oleati gli schemi quindi pensando a quel che devono fare perdono velocità.

    – la terza osservazione è che se troviamo e secondo me tranne poche squadre troveremo sempre le nostre avversarie che ci aspettano si chiudono e ci fregano in contropiede. quindi lucho deve inventarsi qualcosa sapendo che con noi si chiuderanno sempre. sennò le perdemo tutte

  3. e’ un anno di transizione, ok. va bene pure che per assimilare gli schemi ci vuole tempo. la squadra è quasi tutta nuova e si deve amalgamare. si cominciano anche a vedere belle trame di gioco.
    MA PERCHE’ CI SI OSTINA IN FORMAZIONI IMPOSSIBILI CON AD ES. PERROTTA TERZINO CHE NON AZZECCA UN CROSS?
    COME MAI ZEMAN NELLO STESSO TEMPO HA INCULCATO ALLA GRANDE IL SUO GIOCO AL PESCARA CHE SEGNA GOL A RAFFICA?

    1. Credo dipenda dal fatto che nelle serie inferiori non si gioca con il catenaccio puro.

      Per quanto riguarda perrotta, a quanto ho letto prima della partita, cassetti aveva avuto un problemino e quindi è stato messo in panchina. Certo, forse burdisso a destra e juano kjaer accanto ad heinze sarebbe stato meglio… oppure convocare nego. Ma poi boh.

      1. Nelle serie minori non si gioca con il catenaccio puro?!?!? Lo fa il 70 % delle squadre.

    2. perche sono 2 moduli completamente diversi quello di zeman e quello di luis enrique sono due 4-3-3 ma con movimenti totalmente diversi. poi un conto far correre ragazzini sconosciuti del pescara un conto è far correre campioni. un conto è giocare in serie v un conto è in serie a, un cono è incontrare squadre che fanno catenaccio come il genoa e un conto è giocare con squadre di serie b che ti affrontano a viso aperto.

      il problema del nostro tecnico che ioio stimo e ancora sorreggo è il non cambiar in corsa. ieri la roma per i primi 30 minuti ha dominato sulel fasce, quindi malesani che ha fatto i suoi due esterni d’attacco li ha allargati cercando di limitare perrotta ed angel. mentre il nostro tecnico non è riuscito a modificare la roma che con il genoa chiuso non ha creao piu azioni.
      ci vuole tempo. so che voi direte che palle ma quando vinciamo. cosi manco in europa leauge arrivamo. pure a me da fastidio perdere. ma bisogna avere tempo.

    3. Zeman che ho sempre definito un romantico del calcio gioca per divertirsi, senza troppe strategie(vedi i suoi esoneri)
      Lo stimo come uomo e come allenatore ma si esprime al meglio in realtà piccole, senza pressioni. Il suo Foggia non si giocava lo scudetto, così come il Pescara di oggi non lotta in Champions. Riesce a farti vincere partite impossibili ma quante sconfitte! una cosa però l’ha sempre dimostrata, che la voglia di esplodere di un ragazzino di 18 anni sconosciuto sul campo vale 10 volte di più di un milionario strapagato e famoso…e di gente promettente a Roma ne sta tanta,FIDUCIA!

  4. Premesso che sono contento della prestazione della Roma ieri e che credo fermamente in Lucho vorrei condividere con voi una mia opinione.

    Il genoa ieri si chiudeva puntualmente a riccio sulle offensive della roma intasando le aree centrali dove naturalmente è portata a fare gioco con i tre attaccanti (in particolare lamela e bojan) e vanificando le nostre azioni.

    Addirittura spesso portavano il nostro Cote ad andare verso il fondo e fare cross per un attacco bassino che perdeva il confronto con i più alti difensori avversari.

    Ecco qui mi sarebbe piaciuto vedere già dall’inizio del secondo tempo un Osvaldo o un Borriello entrare al posto di uno spento Borini per poter mettere un po’ di pressione anche aerea e scompaginare un tipo di gioco per loro troppo chiaro…

    Che ne pensate?

    1. Sono d’accordo. Ci vuole sempre uno tra Borriello ed Osvaldo. Come ci vuole sempre uno tra Bojan e Lamela (o Borini).
      Spero che Luis non sbagli piu’ in futuro.

    2. Si è vero. soprattutto in questi casi. Il gioco in velocità, dribbling e tutto il resto è molto bello, ma una squadra deve essere adattabile a tutto. 1 attaccante di “peso” e 1 attaccante veloce sarebbe la cosa migliore.

    3. che l’idea secondo me dell’allenatore è crossare si arrivando dalle fascem ,a i cros sono sempre bassi, se hai notato ieri i cros di angel erano tutti tesi ma quasi mai alti.
      il discorso di borriello e osvaldo uno dei due secondo me hai ragione xke nei 3 d’attacco hai 1 ad esempio come totti che lancia nello spazio o un piccoletto come bojan o lamela e uno piazzato coem borriello o osvaldo.

      su borini non sono daccordo, ieri borini non era spento. ma semplicemente ha fatto un lavoro molto sporco ma che alla fine grazie a lui stavamo per portar a casa un punticino. purtroppo in questo periodo c’avemo sfiga che come ci tirano ci segnano xke non mi dite ieri che il genoa ha giocato bene xke m’arrabbierei. una squadra di serie A che in casa propria fa catenaccio è ridicolo. poi ci lamentiamo se ci anno dei catenacciari.

  5. Sono d’accordo con molte delle cose che avete detto sotto.
    Rimango del parere che si possa/debba vincere anche contro squadre chiuse. Ma Luis ieri un errore l’ha commesso: ha pensato che il Genoa giocasse la partita a viso aperto essendo in casa. E non ha messo attaccanti di peso.
    Luis da ora in avanti deve sempre pensare che le squadre si chiuderanno contro di noi. Se comincera’ a mettere la combinazione giusta di attaccanti forse i risultati ed i goal arriveranno!

  6. Una bella Roma, anche se abbiamo perso la partita. Avrei preferito un attacco più incisivo, con una punta di peso dall’inizio ma partite come queste servono a capire anche gli equilibri necessari. Il lavoro sta venendo fuori un po’ alla volta, va bene anche questo. E’un anno di esperimenti, preferisco una crescita lenta ma con basi solide piuttosto che una fiammata temporanea e poi il vuoto.
    Un ultima cosa, sono veramente stanco di sentire parlare di “Barcellona” dei suoi attaccanti e di “cantera”.
    D’accordo è squadra stratosferica…ma noi siamo la ROMA e abbiamo il nostro VIVAIO che non ha niente da invidiare. pensiamo alla Roma, che la Liga è un altro campionato, bello ma molto diverso.

    1. secondo me li davanti dovrebbero giocare uno tra bojan e borino, e uno tra osvaldo e borriello. osvaldo-borriello o bojan-borini è un attacco troppo “specifico” (uno di forza e l’altro di velocità).

      1. concordo con questa cosa capt. dare a totti che sta dietro prend lui e potre dire chi sta dietro le due punte, mettere uno rapido e uno fisico è un modo x variare gli attcchi, concordo con te

    2. Totalmente d’accordo con te Principe.

      Un attacco con Osvaldo e Borriello insieme e troppo macchinoso e lento, mentre Borini e Bojan insieme sono troppo leggeri.

      Bisogna trovare un buon bilancio, un attaccante pesante (dunque uno tra Osvaldo e Borriello), e uno veloco (quindo o Borini o Bojan).

      La Roma del primo tempo di ieri mi ha ricordato molto quella degli anni Totti e Cassano. Fantastici quando trovavano spazi, ma una sofferenza contro le muraglie umane.

      1. Diamo fiducia a questo progetto, se alla fine non porterà a niente allora lo potremo criticare ma lasciamo lavorare tutti, c’è qualcosa di buono. I giocatori nuovi sono tanti, è un anno di sacrifici, il massimo che mi aspetto è una qualificazione all’Europa League ma ben venga se è l’inizio di un ciclo.
        Napoli e Udinese dimostrano che il lavoro paga, speriamo di ottenere qualcosa in più

  7. Amdiamo ad analizzare la partita…

    Possesso palla SOLO ed esclusivamente della roma.

    2 parate di frey su 2 colpi di testa; 2 ottimi cross con palla sfiorata di poco; 1 gol e diversi tiri. Tra tiri nello specchio e fuori la roma avrà tirato almeno 15 volte.

    Genoa CHIUSO a riccio in 11 sietro la linea del pallone. Quando bojan o borini o hi per loro prendeva palla, c’erano MINIMO 5 giocatori intorno.

    Io credo che neanche il barcellona o il milan o il real madrid avrebbero fatto molto di piu. Giocare contro squadre catenacciare, soprattutto con il gioco che vuole LE, è quasi impossibile. Sarebbero serviti attaccanti piu “possenti” e alti.

    purtroppo quest’anno ce ne saranno tante di partite come questa. Si sa. Se poi l’allenatore o la società non vogliono adattarsi al calcio italiano, quello è un altro discorso.

    Ma basta attaccare giocatori, voler mandarli via. Io, ripeto, ieri non potevo chiedere di piu. A parte la cinicità (ma quella manca SEMPRE alla roma), il resto comincia a vedersi.

    Detto questo.. non sono soddisfatto e rosico troppo per ieri (1 gol a culo del genoa), ma me ne faccio una ragione. E’ cosi, capiterà spesso e ne sono consapevole. Meravigliarsi ogni volta NON serve a nulla. Se non vi va bene questo gioco o questa mentalità, cambiate squadra o sport.

    1. ..e non a caso… l’unica squadra che se l’è giocata a viso aperto (l’atalanta) è stata battuta 3-1. Tutte le altre (catenacciare) o vittorie di misura o pareggi o sconfitte. Il problema non è la roma e il dover “imparare” il gioco di LE. Il problema è proprio che quel gioco in Italia (con il 90 per cento delle squadre che si chiudono) non va. ahimè.

      Guardate il barcellona… quando ha giocato contro inter e milan si è trovato pesantemente in difficoltà (3-1 a s siro e 2-2 a barcellona). Questo perchè milan e inter si chiudevano e ripartivano.

    2. D’accordissimo con te Capt. Il metodo per contrastare lo stile di giocho alla Barcellona lo aveva fatto vedere Mourinho in CL, 4 difensori piu 2 mediani, e li il Barca aveva sofferto tremendamente.

      Vedendo che il nostro giocho si ispira a quello del Barca, non ci vuole molto per capire che, specialmente quando troveremo squadre inferiori tecnicamente, ricorreranno a questa tattica.

      Noi siamo tecnicamente inferiori al Barca, quindi dobbiamo trovare una nostra maniera di addattarci a questo sistema.

      Una punta pesante per renderci piu flessibili in avanti serve e come. Ieri siamo diventati pericolosi quando e entrato Borriello ed abbiamo cominciato a gettare palle alte in area Genoana.

  8. Basta… pf basta! Smettela di prenderci in giro. avere un allenatore che dice che questa è la sua Roma ed un ds che dice che siamo forti mi sembra di vivere in un mondo irreale… basta di prenderci per i fondelli, basta! Io nn ne posso davvero più… ieri si è visto tutto tranne che una squdara. Il famoso tocca – tocca dove è?, dove è questo grande rivoluzionario progetto? ieri tante palle lunghe e sterili, prevedibili passaggi a sx per il cross di Josèangel : che con due attaccanti alti 1 mt l’uno a che servono? se uno è bravo solo perchè mette 5 attaccanti allora sono bravo anche io! Bojan… inguardabile : sono tutti bravi con Messi, ma ora? Borini sparito nel secondo tempo e poco nel primo… Borriello… toh, ma va a finire che ha scoperto che è bravo dove averlo fatto muffire in panca…Perrotta ancora esterno dove nn fà nulla ed abbiamo Cassetti che è nel suo ruolo naturale in panca: e poi basta con queste formazioni ogni volta diverse. Ma gli volete spiegare che questo nn è un campionato primavera nè un squadra dove deve affinare le sue tecniche : nn ha vinto nulla in Spagna figuriamoci qui. Ma perchè nn mette da parte il suo ego e fà le squadre vere? Ma tanto poi basta nascondersi dietro il fatto che siamo in fase di costruzione, che abbiamo un progetto… ma pf nn fateci ridere

  9. Io ancora non ci posso credere che abbiamo perso questa partita. Si c’e stata molta sfortuna, pero dei limiti di questa squadra si sono anche visti.

    Creamo TANTO, ma siamo pocho cinici. Siamo anche sfortunati in che al minimo errore veniamo puniti subito.

    Ecco le mie pagelle:

    Stekelenburg 5.5 Non ha torto sul primo gol, e non e nemmeno il solo colpevole nel secondo. Pero su calcio d’angolo, un cross sul palo lontano e una palla da prendere per un portiere, specialmente se e un gigante come Stek;

    Perrotta 5 Corre e s’impegna, pero si vede che non e ne la sua posizione, e non ha la tecnica per giochare in questo modulo. La Roma non spinge mai dalla destra il che rende il giocho prevedibile per i nostri avversari. Per il mercato di gennaio urge fortemente un terzino destro;

    Jose Angel 6.5 L’opposto di Perrotta. Corre, spinge, salta il uomo e fa tanti cross. E uno dei migliori di questa Roma. Quando avremo uno come lui anche sull altra fascia ci sara da divertirsi;

    Burdisso 5 Meriterebbe la sufficienza se non fosse per quella distrazione sul secondo gol genoano. Non si puo lasciare 2 uomini liberi nell area piccola;

    Heinze 4 Di solito e il uomo piu affidabile in difesa pero ieri ha avuto una partita da incubo. Ha sulla coscienza il primo gol genoano quando un suo passaggio da il la all azione del gol. Sul secondo gol, non sta marcando nessuno ed era il giocatore piu vicino ai 2 genoani. Stesso discorso per Burdisso, in area piccola durante un calcio d’angolo, i centrali devono proteggere il portiere;

    Gago 6.5 Insieme a Jose Angel, e il migliore dei giallorossi. Si e lento, ma raramente sbaglia un passaggio. Si fa vedere sia in interdizione, che in supporto dell azione.

    De Rossi 6 Un po in ombra rispetto all ultime uscite. A volte il genoa passa un po troppo facilmente dal centro dove lui dovrebbe fare filtro. Lavora bene nell impostazione della manovra, forse a volte dovrebbe avere un pochino piu di coraggio e tentare qualche tiro dalla distanza, date che lui e dotato su quell aspetto;

    Pizarro 5 Il Pek ieri ha giocato al di sotto delle sue possibilita. Spesso pocho preciso, vale lo stesso discorso per De Rossi. Una volta arrivati al limite dell area si puo provare qualche tiro invece di cercare per forza il passaggio filtrante, specie contro difese catenacciare come quella di ieri del Genoa;

    Bojan 5 Viene picchiato duramente per tutta la partita, e raramente trova spazi. Soffre il fatto di non avere un compagno di peso in attacco nel primo tempo. Sara una mia impressione, ma sembra avere piu cattiveria agonistica quando subentra dalla panchina invece da quando giocha titolare;

    Lamela 5.5 Come Bojan, fatica a trovare spazi e spesso viene colpito duro. Pressa e lotta a centrocampo. Non era da elogiare alle stelle contro il Palermo, e non e da condannare per la partita di ieri. E ancora giovane e bisogna lasciarlo crescere, le qualita per sfondare le ha;

    Borini 6 Sarebbe da 4 perche proprio non si vede per gran lunga della partita, pero si salva segnando il gol del momentaneo pareggio.

    Borriello 6.5 Contro difese catenacciare, uno come lui serve e come. Infatti la Roma diventa molto piu pericolosa sui cross dopo il suo ingresso. Non avra la tecnica degli altri attaccanti, ma in partite come quella di ieri serve un attaccante come lui. Il gol e tutto merito suo.

    Osvaldo 6 Entra a partita in corso e aiuta a dare maggiore peso in attacco. Non ha segnato pero lavora tanto sotto il profilo del pressing.

    Greco 6 Entra al posto di uno spento Pizarro e da piu dinamismo all centrocampo. Non giocha da tanto ma corre, lotta e s’impegna.

    LE 6 La Roma ieri ha giochato bene e meritava come minimo il pari, e stata sfortunata pero qualche errore d’inesperienza si e fatto lo stesso. Nel primo tempo, l’attacco ‘leggero’ Bojan-Lamela-Borini, fatto di due seconde punte e un trequartista fatica a sfondare contro il muro difensivo Genoano. Nel secondo tempo rimedia inserendo Borriello e Osvaldo. E chiaro che uno fra Borriello e Osvaldo va schierato sempre.

    Una nota sulla tattica del Genoa. Si, hanno fatto catenaccio, ma negli ultimi anni si e visto come giochando cosi e la maniera piu efficace per contrastare tattiche tipo Barcellona. Il Barca, essendo molto piu superiore a molti dei suoi avversari spesso vince lo stesso. Noi, essendo meno forti del Barca, troviamo piu difficolta giochando solamente con la tecnica. Quindi dobbiamo essere piu flessibili ed essere anche disposti a buttare palle alte in area di rigore per un ariete vecchia maniera. Credo che questa lezione LE la abbia capita, e difficilmente vedremo un attacco totalmente ‘leggero’ in futuo.

    1. Grosso modo la penso come te, solo che heinze secondo me non ha tutta la responsabilità sul primo goal, cioè ha sbagliato un disimpegno a centrocampo, va a riprendersi palacio in area e secondo me sbaglia pure burdisso che non esce sul loro attaccante in area e invece temporeggia e lo fa tirare

      1. Si sara stato pure un disimpegno a centrocampo, pero quando sei l’ultimo uomo non ti puoi permettere di sbagliare passaggi cosi, specie se sei uno esperto come Heinze.

        Va bene cercare il passaggio palla a terra, pero se i compagni vicini sono tutti marcati a volte serve lanciare lungo ed essere piu prudenti.

        Burdisso non avra coperto bene, pero tutta la difesa e state presa su una gamba sola per via di quell passaggio sbilencho.

        C’e stata tanta sfortuna, noi al minimo errore veniamo puniti, quindi urge piu attenzione in situazioni come quella.

      2. Sicuramente, volevo dire insomma che il primo goal non si è preso solo per colpa di heinze…

    1. Forza Roma. Continuo a tifare la mia squadra e a non tifare per il tecnico di turno, cosa che ho sempre fatto. Per me i vari Spalletti, Zeman, Capello, Ranieri, Mazzone, Bianchi, Montella, Conti & Co. se ne potevano tutti andare a fare in c u l o, io tifavo e tifo la mia Roma. Stessa cosa per te Luis. Forza Roma! Di te non me ne frega un [email protected]

  10. critici state zitti .si sente in giro :”possesso palla sterile”.
    ma se solo a primo tempo abbiamo avuto due occasioni nitide
    facili.
    qui nn ci si rende conto che avendo avuto altri tecnici per arrivare a creare solo un azione quasi pericolosa
    si sarebbe esaltato solo quell unica azione e via dicendo.

    qui si crea gioco si tiene pallone da grande squadra non si e’ soliti difensivisti contropiedisti si creano
    diverse azioni che sono solo da sfruttare meglio,pero’ vengono considerate sterili perche’ nn realizzate.
    nn e’ che si vince 7 a0 ogni partita anche se ne crei 7 nitide.
    con tutti altri tecnici in italy se si creano 7 azioni sporadicamente in una partita tutti direbbero “grandiosa partita della squadra,dominio totale. incredibile che nn hanno vinto”.pensate a un milan a un inter che fa 7 occasioni come quelle che creaimo noi e vedi che nn ci sarebbero critiche davvero assurde come definire il
    creare e tenere in mano il gioco come sterile.
    si deve dire semplicemente piu’ concretezza e piu fortuna.e chi nn lo capisse guardasse meglio le partite.

    al primo tempo lamela che si gira in area dopo il cross di perrotta respinto occasione da gol da fare e basta senza ma senza se

    primo tempo bojan assist per borini diagonale facile facile quello anche e’ da fare facile senza se senza ma.

    non riporto il colpo di testa di gago perche’ ci sta che puo essere parato,anche se schiacciato quel pallone e’ gol anch esso.

    minimo dovevamo stare due a zero a primotempo.erano gol facilissimi.poi e’ chairo creando tante azioni con un
    gioco offensivo ci stava anche di subire un gol ma questa partita era vinta gia’ dal primo tempo.

    unico cosa da dire: sfruttare sfruttare occasioni facili non sono perdonabili certi errori sotto dentro l’area.

    forza luis enrique forza Roma

    1. Penso che una volta assimilato il lato tattico., ci si concentrerà sulle rifiniture tecniche. La velocità di gioco e la conoscenza farà il resto. Io sto con luis. Con Sabatini. Con il progetto. Io sto con un calcio che crea fenomeni di razzismo stilistico e che fa rizzare i capelli in testa ai reazionari della difesa filosofica che ci hanno fatto capire che stiamo diventando dinosauri nella nuova era calcistica. Il campionato più difficile. Non il più bello da vedere. Non il più prestigioso. Il più difficile. E se la Roma riesce in questo allora tanto di cappello.
      Forza Roma.

  11. Vai per la tua strada! La Roma che ho visto stasera è stata strepitosa! Altro che la partita vinta contro il Palermo o il Parma!
    Come dice screscre spuntano fuori come i vermi dopo la pioggia!
    Con quale faccia si possono rimproverare giocatori dopo una prestazione del genere!
    ?
    Vi meritate Ranieri che si difendeva contro il Catania come se fosse il Barcellona !
    Forza Roma.forza Sabatini, enrique baldini, giocatori dibenedetto e tutti… Ora che c’è da trarre qualcosa di positivo vedete tutto nero?
    Mbah!’

    1. bravo utente.lo dicevo anche nell altro thread su sab.
      certa gente non capisce di tattica e molti non vogliono capirla e analizzano la partita per uno stinco avverso.

      molti cascano nelle solite critiche coperte di complimenti molti nn ci capiscono una mazza .

      come nn si fa a vedere andando nello specifico di oggi che il primo tempo dovevamo stare minimo 2 a 0.lamela borini due gol facilissimi.

      oggi erroracci di heinze in entrambi i gol.
      e cmq nn gli do le colpe a lui perche’ con questo gioco bisogna sfruttare di piu le occasioni che facciamo senza pensare che prendiamo un gol.

      se la squadra oggi avesse vestito con la maglia dell inter tutti avrebbero:”che squadra ha creato tantissimo ha fatto 7occasioni incredibile che nn ha vinto”

      no mi raccomando distruggiamo tutto perche’ lo stinco avversario c’ha segnato e con un altro allenatore difensivista c’avevamo un bel pareggiotto anche senza gioco,senza prospettiva senza giocare da grande,senza imporre.

      mi raccomando fatevi catturare dalla critica contraria a priori o da chi la nasconde da chi dice di farla per il bene della Roma da chi nn aspetta altro che stinchi avversari.

      chi c’ha cervello tattico per favore si riveda la partita pensi bene che le strutture si creano su un tessuto di gioco da grande squadra e ci vuole tempo e non ci vogliono parole contrarie per uno stinco e perche’ non si gioca per difendersi.bisogna sfruttare di piu’ fine discorso.

  12. a me sembra la roma di zmena,non pe ril gioco ma per i rusultati
    magari sabato vinci con il milan e la domenica dopo prendi gli schiaffi dal novara,dal cesana o chicchessia
    insomma,non si vince un emerito cazzo…
    poi mi piace l’allenatore,e soprattutto la filosofia della squadra,e della società
    per la prima volta mik sento rappresentato da professionisti
    ed è comunque qualcosa

    1. apparte che zeman nn ha mai avuto a disposizione i giocatori di alto livello quindi la controprova nn ce l’hai che nn vinceva.dagli sheva montella trezeguet seedorf che voleva e poi ne riparliamo.

      poi la prova piu recente e efficace e il caro barcellona.mi pare che crea un gioco offensivo e mi pare che seppur lasciando gol agli avversai hanno fatto qualcosa nel calcio.
      forse nn capisci che per creare una struttura forte determinata c’e’ bisogno di adattamento
      l’ajax dei vecchi tempi il barca recente sono strutture create negli anni.
      stiamo creando un tessuto bisogna dargli tempo e basta critiche stupide inutili

  13. LA NUOVA ROMA NON È SOLO NELLA DIRIGENZA, NEI GIOVANI O IN L.E. MA SOPRATUTTO NELLA NUOVA ATTIDUTINE DELLA SUA TIFOSERIA. QUESTA È LA COSA CHE PIÙ IMPORTANTE DI TUTTE IN QUESTA NUOVA FASE. LA MATURITÀ RAGGIUNTA DAI TIFOSI DELLA ROMA SARÀ DETERMINANTE PER SUCCESSI CHE VERRANNO PRIMA O DOPO. A TUTTI PIACEREBBE VINCERE SUBITO MA MI SEMBRA UN PO TROPPO PRETENZIOSO, GODIAMOCI QUELLO CHE TUTTI STIAMO CREANDO ..CREDO CHE NE VALGA LA PENA!

  14. Da sottolineare ASSOLUTAMENTE lo stile di Luis Enrique visto anche stasera a fine partita! burdisso al triplice fischio si era incazzato di brutto e stava andando contro l arbitro e luis e uno del suo Staff l ha subito allontano via! come per dire…”passiamoci sopra” “noi siamo superiori…”

    Un grande!

    1. arrivera’ anche quello,anche se credo che in futuro,speriamo immediato,non ne avrevo bisogno!
      Enrique,e’ un predestinato come allenatore….

    2. stiamo a 11 punti, stiamo fuori dall’Europa e te parli di “SQUADRONE”? boh, io su sto sito leggo robe allucinanti… 😕

      1. “te ascolti gente in radio che dice cose allucinanti..”

        ma…parli con me? 🙄 lo chiedo perché la radio non l’ascolto.
        comunque scusa se mi sono permesso di dire che uno “SQUADRONE” non si fa buttare fuori dall’Europa dagli slovacchi e non sta ad undici punti in classifica. ma l’importante è che tu ci creda 😉
        detto ciò, speriamo, semmai, di diventarlo, uno squadrone!

  15. Io mi domando ma xk il calcio è ingiusto solo con la Roma???
    perchè i portieri contro di noi diventano fenomeni e contro gli altri fanno le peggio papere???
    perchè i giocatori avversari contro di noi segnano all’ultimo minuto a cu.lo e contro gli altri sbagliano i gol a porta vuota???
    MISTERI….. 😕

    1. anche io!! viva la roma, viva mister enrique!! viva gli americani che ci han portato undici giuocatori nuovi e un futuro decisamente migliore rispetto a quanto avevamo prima.. troppa gente se ne dimentica troppo in fretta e trae troppe conclusioni affrettate (scusate lo strano giro di parole).. ho commesso lo stesso errore giudicando osvaldo un pessimo calciatore. errore che di certo non commetterò più. sbagliando si impara..

  16. forza mister enrique!! che si continui a lavorare e a crescere, stasera non è stato tutto da buttare. con un pizzico di cinismo in più e qualche distrazione in meno, quella contro il genoa era una partita che si poteva vincere. ma siamo ancora all’inizio di un nuovo capitolo, non si può ottener tutto e subito, bisogna capirlo..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.