Under Armour il prossimo sponsor tecnico?


L’indiscrezione trapelata in questi giorni è di quelle tanto curiose quanto originali.
Sappiamo benissimo che nel progetto per la Roma che verrà Mr. T.D.B. Ha in mente un rilancio che passa soprattutto attraverso il marketing e quindi indirettamente attraverso nuovo stadio e nuovi canali di comunicazione, ma non scordiamoci che un punto cruciale per il futuro sarà un contratto importante con uno sponsor tecnico di “valore”.
Ecco quindi che l’attuale marchio “Robe di Kappa” non fa più al caso della nuova Roma e se non fosse per un contratto fino al 2017 (firmato frettolosamente dalla vecchia proprietà. Ndr) probabilmente saremmo già ad ammirare tenute di grande appeal come Nike o Adidas.
Ma la notizia sta nel fatto che i nuovi proprietari della Roma sembra si siano messi in contatto (e c’è chi dice abbiano già abbozzato un accordo) con un marchio che ai più risulterà sconosciuto.
Si tratta della Under Armour un’azienda specializzata in abbigliamento ed accessori sportivi fondata nel 1996 da un ex giocatore di football, Kevin Plank, che sta letteralmente surclassando il mercato USA fino a raggiungere il secondo posto nella classifica dei marchi più venduti negli States (prima Nike e terza Adidas). Una scelta (qualora fosse confermata) che proietterebbe anche la Roma “nell’olimpo degli sponsor'”, e che si rivelerebbe una decisione strategica completamente volta al futuro che guarda a nuovi marchi già sviluppati e cerca di sfruttarne la crescita (come sembra si voglia puntare per tutto l’arco organizzativo della società AS Roma. Ndr).

Maurizio Suerra


LEGGI ANCHE  Migliori e peggiori in Inter-Roma: Zaniolo sempre ago della bilancia

65 commenti su “Under Armour il prossimo sponsor tecnico?”

  1. Credo che queste compagnie hanno dei colori preferiti. Ad esempio la Puma si associa molto spesso a colori celestini lazzielli, oltre che ingaggiare giocatori e squadre vincenti.

    Rispondi
  2. Ma un commento sulle dichiarazioni post partita di De Rossi?
    L’altro giorno le avevo apprezzate…oggi sarebbe da prendere a schiaffi.

    “Se non rinnovo la Roma risparmia bei soldi per prendere altri calciatori forti come me”

    Ma quanto aveva in matematica? 3?
    Ma lo capisce che se non rinnova la Roma perde una potenziale vendita da 30 milioni? e che questa vendita non fu fatta per dargli tempo di firmare?
    Ma lo capisce che se non rinnova, la nuova proprietà sarà costretta a prendere qualcuno di equivalente e che questo qualcuno molto probabilmente prenderà quanto lui sta rifiutando?
    Dove stanno i soldi risparmiati? Ma ci piglia per deficienti?
    A sto punto qualcuno lo aiutasse a leggere l’estratto conto della banca che questa città (noi tutti..in un modo o nell’altro) gli ha gonfiato con circa 20 milioni di euro…milioncino in più milioncino in meno.

    Ma lui si pensa che se non rinnova e va via per soldi, alla faccia della romanità, dell’amore per la città, della casa a trastevere, e di tutti i soldi che indirettamente tutti noi gli abbiamo dato in questi anni e con il quale può vivere nel extralusso per le prossime 5 generazioni, ebbene si pensa che poi se incontra un tifoso per strada questo gli chieda ancora l’autografo? i vaffa e i giuda che gli urleranno non li conterà più.

    Ma lo capisco….vuoi mettere guadagnare 9 o 10 invece di 5-6? a fine carriera invece di 40 milioni in banca ne avrebbe 55. Ahò..e te cambia la vita è….no? 👿

    Rispondi
  3. Ragà, io non ho capito perchè tutti ce l’hanno con Kappa. Se qualcuno di voi è stato mai in Cina, si sarebbe accorto che in Cina la Kappa è uno dei marchi più famosi, venduti (veri e contraffatti) e di prestigio. Non solo abbigliamento sportivo ma anche (o direi soprattutto) vestiario generale e accessori. Se parliamo di marchi e mercati emergenti, siamo sicuri che la UA americana ha più potenziale di mercato della Kappa (paragone mercato americano vs cinese)?

    Rispondi
    • sinceramente preferisco lo sport come è visto nei USA che in cina. A parte questo, nella visione di Tom & C. dallo sponsor tecnico devono arrivari molti più introiti di quanti ne arrivino dalla robe di kappa.

      Inoltre ho sempre pensato che:
      1)
      il contratto frettolosamente firmato fino al 2017 (sarebbe da inchiesta) ha molte cose che non quadrano…e c’è qualcuno che sicuramente c’ha guadagnato un regalino (non faccio nomi…ma immaginate chi sia)
      2)
      Molti si sono chiesti come sia possibile nel 2011 riuscire a fare una maglietta così brutta come quella attuale. Beh, io ho fatto questo semplice calcolo: maglietta brutta = non si vende = motivo in più per gli americani per chiedere la rescissione del contratto e pagare la penale = soldi facili per la rdk…ma sono sole malizie 😉

      Rispondi
    • Secondo me bisogna puntare ad un marchio già conosicuto a livello mondiale. Inutile dire che nike o adidas sarebbe la scelta migliore.
      Ovunuqe vai ci sono negozi di questi marchi.

      Robe di kappa è già difficile trovarle in italia… non basta il mercato americano o cinese. Serve un mercato mondiale.

      Certo, se poi questa under armour, tra 4-5 anni, si espande a livello mondiale… ma, per ora, sarebbe meglio nike o adidas!

      Rispondi
  4. ahahahha che ride cassano,ha detto che fra 3 anni lascia il calcio,perche gli hanno rotto i coglioni tutti,,,che grande pero,poi ha detto laascio il calcio cosi almeno la finite di spara stronzate su di me,tanto cmq ci penserebbe balotelli a riempire i giornali!!!!cavoli ha ragione…

    Rispondi
    • Io l’ho trovato insopportabile. Sentire un manco trentenne, con un QI da anni ’50, che c’ha messo 10 anni a imparare 2 parole d’italiano, che con un talento immenso ci si ricorda di lui solo per le corna all’arbitro, le magliette lanciate, le paroleccia alle IENE, le prese in giro verso gli allenatori, le scappatelle notturne in ritiro ecc ecc, e lui si mette a dire che è stanco, stressato, che non sopporta più la routine degli allenamenti di ogni giorno, e che si ritirerà così sono tutti più felici.

      Ma lui e De Rossi si sono messi d’accordo a chi le sparava più grosse?

      E comunque io già me lo immagino, verso i 40, peso sui 100kg, con seri problemi di alcol, e una triste parabole discendente stile Gascoigne.

      Rispondi
    • Comunque sempre meglio delle divise che abbiamo adesso. Voglio dire, Kappa può andar bene per cagliari, siena o lazie… noi siamo la Roma

      Rispondi
      • ah si é vero.
        visto che siamo la Roma vendiamoci a ste multinazionali che sfruttano, violentano bambini….
        di mutande e maglietta si tratta…

      • Violentano bambini? no, non credo che violentino i bambini.
        Comunque la nike dopo lo scandalo del 96 ha aumentato i salari e garantito diritti ai suoi dipendenti. Credo. Non so nulla sull’argomento ma mi pare di aver letto così da qualche parte.

      • piove e un discorso a parte… se vogliamo crescere serve anche lo sponsor tecnico e niente di meglio esarebbe nike o al max adidas…under armor hanno fatto di buono solo le magliette dopate e l’appeal c’è l’hanno solo in america per adesso

    • si ma magari dovresti iniziarti a leggere qualche libro e pure un dizionario.
      violentare non é riferito soltanto al sesso.
      Leggiti la storia di nike ed adidas e magari prima di fare l’arrogante rifletti.

      Rispondi
      • che poi gli stessi che esaltano sta pippa sono i medesimi che insultano totti alla prima partita sottotono, salvo poi negare tutto appena si dimostra – come SEMPRE – l’unico giocatore di questa squadra che è ancora è decisivo

        non giocherà il derby ma non preoccupatevi: ce pensa osvaldo a vincere da solo

      • Infatti nei derby con totti i confronti fra roma e lazio sono pari (stesso numero di vittorie e sconfitte) mentre senza abbiamo vinto 5 volte e non abbiamo perso mai…

        non ci attacchiamo a queste cose (decisivo/non decisivo) perché totti, soprattutto nei derby, non lo è stato SEMPRE.

    • una volta per diventare un campione bisognava vincere qualcosa, per guadagnare un soprannome bisognava incantare le folle…. Nel 2011 è sufficiente fare tre gol di chiappa e avere due post di incompetenti su qualche forum… magari gli stessi che fino a due mesi prima sputavano nel piatto che oggi leccano

      ma simba chi? ma cosa ha fatto ancora? almeno aspettate il derby, che se le prendiamo lì con lui in campo scommetto che già qualcuno comincia a pentirsi…….

      Rispondi
  5. cmq anche io come sponsor preferisco la nike ma se questo marchio porta tanti soldi sarà sempre meglio della kappa…
    almeno credo… 🙄

    Rispondi
  6. ho appena letto ke il dottore della lanzie ha dtt ke l’infortunio di klose è di lievissima entità… te pareva… questo domenica è in campo 👿 👿 👿 la mia gufata da sola x queste quagliacce di mer.da non basta! ci vuole una gufata collettiva!!!!

    Rispondi
  7. Però devo dire che le maglie dall’allenamento della Kappa della Roma sono a dir poco stupende.. cioè a me piacciono, e non poco!

    Rispondi
  8. io non sono d’accordo,tutte ste storie sulla kappa che la vendi poco perchè ci sono pochi punti vendita e dopo scelgono sta marca mai sentita? la kappa per quanto criticabile ci dava più di adidas e nike,però di certo sono più prestigiose queste ultime due e in più le vendi pure in burundi.Io voglio l’adidas!!!!(anche la nike va bene)

    Rispondi
    • Non è vero, la UA ha un bel mercato, e non solo nel calcio, anzi. Si può dire che nel calcio è una “neonata”, ma migliorerà.
      Resta il fatto che le sue magliette sono BLAHFAHRHUIORARGHT.

      Spero di essermi spiegato.

      Distinti saluti,
      ANHUISGFNSVKLUYAGAOWIQUJWGRLA.

      Rispondi
  9. L’è brutta come un buho di hulo la maglia della Under Armour, sembra un sacco dell’immondizia, ma vabbè. Sempre meglio di Kappa.

    Rispondi
  10. Cmq spero ke Klose non recupera… io continuo a gufare anche se secondo me alla fine sarà in campo… le quaglie hanno troppo cu.lo ultimamente…

    Rispondi

Lascia un commento