Quando l’atteggiamento è quello giusto

In una gara incorrono una serie innumerevole di episodii, di situazioni positive e negative, di azioni, di tackle, di tiri in porta beh diciamo che una gara di calcio se analizzata per bene non sempre è di facile interpretazione.
Ad esempio nella partita di ieri sera allo Stamford Bridge si affrontavano una squadra, molti dicono una delle piu forti al mondo, che 4 giorni prima ne aveva fatti al suo avversario 5 ed una che 3 giorni prima ne aveva incassati 4, una situazione completamente all’opposto che addirittura portava i bookmakers a quotare la vittoria della squadra in trasferta a 8,00.
Ne è venuta fuori una gara molto equilibrata, ben giocata da entrambe e decisa da un colpo di testa al minuto 77, una gara che sin dall’inizio ha messo in mostra un’atteggiamento straordinario della squadra ospite al cospetto di un’avversario forte e blasonato.
Atteggiamento straordinario della Roma?
Si proprio cosi, un modo di giocare attento ed aggressivo durato oltre 60 minuti, è vero che le occasioni da goal sono mancate ma qualche fiammata c’è stata assieme a qualche autorevole giocata del suo Capitano.
Dalla tragica notte di domenica chiunque si è accorto che questa Roma è stata diversa ma purtroppo il risultato in termini formali no e nell’unica disattenzione della granitica difesa il Chelsea ci ha colpito con Terry, un giocatore che meriterebbe un 8 per il goal e la prestazione ed un 2 per il comportamento poco sportivo e pensare che in Inghilterra e non solo è testimonial di spot per il Fair Play e ieri sera manate e gomitate a palla lontana non le ha risparmiate a nessuno ma questo è il calcio d’oltremanica,quel modello inglese che prima di abbattere le barriere hanno riempito un cimitero di morti, lasciamo perdere ma questi discorsi sarà meglio farli in un altro momento.
Una Roma che quanto meno ha ripreso a lottare, Brighi,Panucci e Mexes su tutti e con un Totti in palla per un’ora che ha sciorinato qualche giocata delle sue, è riuscita a tenere testa al Chelsea ed ad un certo punto del primo tempo ha addirittura impaurito la squadra di Scolari che dite ciò che volete ma non credeva che quella di ieri sera fosse la Roma perdente delle ultime settimane.
Non si può non citare il calore del pubblico giallorosso, la sud trasferitasi allo Stamford Bridge, sarà perché ho seguito la gara col doppio audio ma vi assicuro che se chiudevo gli occhi ed ascoltavo, la sud dava ripetutamente lezioni di tifo ai supporters blues
Sarà pure la malasorte va li volemo far togliere dall’urna sti inglesi una volta per tutte?
La strada in Champions è ancora lunga e la qualificazione agli ottavi non è compromessa basterà avere quest’atteggiamento e magari una fase offensiva ritrovata e questa Roma può ancora dire la sua.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento