Curci va in B, arriva Gusmao

Si chiama Arthur Guilherme Moraes Gusmao il portiere che la Roma ha individuato per sostituire Gianluca Curci, ormai pronto a lasciare la capitale per acquisire nei prossimi sei mesi l’esperienza necessaria in prospettiva azzurra per l’Europeo anche a costo – è questa l’indicazione che il portiere ha recentemente dato alla società – di andare in serie B (Vicenza e Chievo le candidate). Arthur, brasiliano come Doni e Julio Sergio, ha il passaporto comunitario ed è stato appena tesserato dal Siena, ma la Roma sta trattando con la società toscana il prestito quasi gratuito con diritto di riscatto a giugno. Secondo quanto è emerso ieri a Siena, la trattativa è praticamente definita: si attende solo l’ok definitivo della Roma che deve prima trovare l’accordo per la cessione di Curci. Poi Arthur sbarcherà a Trigoria, dove aveva già rischiato di finire lo scorso agosto, quando avevano individuato proprio lui come ideale alternativa del titolare Doni. I due peraltro si conoscono bene, avendo giocato insieme nel Cruzeiro, e sembrano quasi fratelli per via di una somiglianza piuttosto marcata (Arthur è più basso appena di un paio di centimetri).
    L’operazione non sarebbe secondaria, da un punto di vista tecnico: Arthur, ventisette anni il 25 gennaio, era addirittura il titolare nel Cruzeiro e Doni era la sua riserva. Fino a qualche mese fa ha giocato al Curitiba, dov’era in prestito dal Cruzeiro, ma poi questioni economiche con la società d’appartenenza lo hanno spinto a rescindere il contratto e da agosto è svincolato. Per questioni regolamentari non poteva quindi essere tesserato fino alla sessione invernale del mercato. In seguito alle convincenti relazioni di Manuel Gerolin, il Siena l’ha ospitato in prova per tre mesi e il 4 gennaio lo ha presentato alla stampa. Ma adesso è intervenuta la Roma. Tecnicamente, l’allenatore del Siena Beretta si sente comunque garantito da Manninger ed Eleftheropoulos. A Spalletti invece servirebbe un altro oltre a Doni e a Julio Sergio Bertagnoli. A giugno poi si faranno tutte le considerazioni del caso: se, come credono molti osservatori, Arthur si sarà dimostrato un estremo difensore affidabile e magari anche degno all’occorrenza di prendere il posto del titolare (in attesa di rinnovo di contratto), potrebbe anche essere confermato ad un costo comunque non proibitivo (sicuramente inferiore al milione di euro). Col Siena si potrebbe poi allargare il senso di una collaborazione che ha già dato buoni frutti con Galloppa.

LEGGI ANCHE  La Roma ora è stufa di Zaniolo e Mou ha fretta di trovare una soluzione

Da ilromanista.it