Il ritorno di Totti per tornare grandi


Il paradosso quando scrivi della magica è sempre in agguato, la fiducia che merita la Roma intesa come squadra in toto e società deve essere estrema, è normale che una piazza calda come quella giallorossa vive gli eventi con impeto e trepidazione ma del resto fa parte della storia di Roma e dei Romani che dimostrano in questa maniera cosi istintiva a volte anche impulsiva l’affetto per questi colori. Le critiche seppure molto civili fanno bene, stimolano se fatte in questa maniera ed il buon Luciano saprà temprare il gruppo, sarà bravo a far capire ai nuovi che dalle parti di trigoria c’è una gran fame di successi e se qualcuno dei vecchi già si sente appagato di qualche coppa nazionale, un consiglio: meglio svuotare l’armadietto e prenotare un taxi per Fiumicino, perché Spalletti, ride e scherza ma quando il gioco inizia a farsi duro anche lui sa farlo. Al di là dei nuovi che meritano il giusto tempo per ambientarsi, la Roma è un po appannata, con idee belle ma che trova ostacoli a metterle in atto ed anche vero che lotta, suda, contrasta, e questo è un segnale molto incoraggiante ma poco incisivo visto sia in supercoppa che alla prima di campionato, il ritorno del Capitano ci vuole come il pane, resterà sempre il trascinatore per eccellenza e darà una scossa decisiva per conquistare nuovi traguardi, nonostante gli investimenti fatti la Roma si aggrapperà sempre all’estro ed al temperamento dell’ottavo Re di Roma e credo che sia giusto che la prima vittoria a Franco Sensi sia proprio Totti a dedicarla.


15 commenti su “Il ritorno di Totti per tornare grandi”

  1. la Roma deve imparare a camminare senza Totti perchè il suo rendimento sarà sempre d meno perchè è fisiologico e chiaramente uno così non lo ritrovi di certo e lui deve capire che qualche partita si dovra mettere da parte, e sui nuovi punto su Menez invece su riise non era meglio prendere dossena che ha preso il suo posto a liverpol

    Rispondi
  2. Ora secondo me, la Roma non deve puntare solo su un giocatore, altrimenti se viene a mancare succedono casini…… comunque contro il napoli a me nn è piaciuta per niente. (apparte Doni, De rossi e Aquilani…)

    Rispondi
  3. I problemi della Roma erano: il sostituto di Totti e di Taddei. Sono stati risolti con il calcio mercato? mi sembra proprio di no, ci siamo limitati a sostituire i partenti, ma con le esigue risorse disponibili più di così non si poteva fare.

    Rispondi
  4. Doni
    Cicinho-Mexes-Juan-Riise
    De Rossi Pizarro
    Taddei Perrotta Vucinic
    Totti
    in panchina:
    Arthur cassetti panucci loria Tonetto aquilani brighi menez Julio Baptista Okaka

    Solo a leggerla mi mette i brividi……

    Rispondi
  5. non credo sia una debolezza anzi tuttaltro,l’anno scorso anche senza totti abbiamo fatto bene.ogni squadra ha un “totti” ,noi abbiamo il totti o er totti come dite aroma.forza roma grande francesco totti.

    Rispondi
  6. Non credo si tratti di debolezza, il fatto è che non esiste calciatore che come Totti ricopra alla perfezione uno dei ruoli piu importanti del sistema di spalletti, riesce a dare profondità e nello stesso tempo apre ampii varchi per i due laterali…la gara con il napoli non è stata poi cosi da buttare, la differenza di 25 giorni in piu di lavoro degli uomini di reja ci sta,senza Totti,Taddei e Perrotta, i nuovi sono arrivati da pochissimo… se Mènez avesse segnato allora si parlava di un’ottimo mercato…son sicuro che questa Roma brillerà

    Rispondi
  7. sono d’accordo il capitano è fondamentale. anche se ciò vuol dire debbolezza. non possiamo e non dobbiamo dipendere da un giocatore anche se questo si chiama francesco Totti, se questo accade ancora vuol dire che non abbiamo fatto alcun passo avanti.

    Rispondi
  8. finalmente un articolo sensato non perchè dice ciò che si vuol sentir dire ,ma solamente ha senso.si totti è fondamentale dentro e fuori dal campo pochi come lui nel mondo del calcio,siamo un ottina squadra ed anche questanno lo dimostreremo con un ottimo calcio.forza roma sempre.

    Rispondi
  9. ma non possiamo tornare grandi solo con lui…fà al massimo 20 partite l’anno…non si può fà così…sveja Capoccetta Lucida, svejate diamine…metti Mirko a sinistra, Baptista prima punta, Menez Trq e Taddei a destra…sveja su

    Rispondi

Lascia un commento