Ludovic Giuly non si sentiva a suo agio


Il giocatore, che si è trasferito nel Club della capitale francese per una cifra che dovrebbe aggirarsi sui 2,5 milioni di euro, ha rilasciato sul suo sito la seguente dichiarazione: "Ho scelto di andare via più per ragioni personali che non per motivi tecnici, a Roma non mi sentivo a mio agio. Per me è importante sentire la fiducia dell’allenatore e del club e qui c’è di sicuro". Un messaggio rivolto probabilmente al nostro mister, il quale ha però gestito in maniera ottimale un giocatore della sua età, inoltre fra i giocatori della panchina è stato fra i più usati. Ma ad un osservazione più attenta, a mio avviso almeno, aveva anche dei problemi all’interno dello spogliatoio. Cito per rendere l’idea il gol del 3 a 1 segnato da Ludovic all’Udinese, già allora avevo notato che il giocatore non solo non esultava, ma cercava di evitare addiritura l’abbraccio dei compagni. Cosa  sarà sucesso davvero? Difficile dirlo,sta di fatto che adesso alla Roma di esterni ne servono due. E trovare un giocatore con la sua tecnica ed esperienza, a quelle cifre non sarà una passeggiata.


11 commenti su “Ludovic Giuly non si sentiva a suo agio”

  1. A mio avviso è stato un GRANDISSIMO errore cedere l’unico giocatore della nostra rosa con un’ottima esperienza in Champion’s League,proprio quest’anno chedobbiamo cercare di conquistare la finale dato che si gioca nella nostra ROMA!!!

    Rispondi
  2. sto traditore… nn può andarsene per motivi personali , lo strapagano!!! ma che motivi personali ci può avere , se me li danno a me tutti i soldi che gli danno a lui nn avevo problemi di nessun tipo…

    Rispondi
  3. infatti è cosĂŹ… Ludovic era utilissimo, peccato davvero, io avrei insistito a tenerlo… Per quale motivo non si sentiva a suo agio??? A Roma penso che l’affetto dei tifosi si senta moltissimo e per lui è stata la stessa cosa, quindi… ha fatto 26 presenze anche se partendo dalla panchina quasi sempre però ha giocato!!! Secondo me c’è sotto qualcosa di + grave…

    Rispondi

Lascia un commento