Prandelli vara l’Italia di Cassano

Ieri, poco prima delle 12.20, è iniziata l’avventura della nuova nazionale di Cesare Prandelli. Una nazionale con tanti giovani, una nazionale che, almeno in questo nuovo inizio sarà nel segno di Cassano.

”Antonio Cassano avra’ un ruolo da protagonista e sara’ un punto di riferimento per i compagni”. La vuole cosi Cesare Prandelli la sua prima nazionale, investendo del ruolo di leader tecnico azzurro l’attaccante ex Roma. ”Antonio – ha continuato il ct alla sua prima conferenza stampa a Coverciano – ha raggiunto un’eta’ matura. E’ un’occasione straordinaria per lui. La sua nuova avventura in azzurro potra’ avere grande continuita’ se si sentira’ protagonista e punto di riferimento per i compagni”.

Anche per Balotelli, alla prima chiamata azzurra e ormai ad un passo dall’addio ai neroazzurri, Prandelli riserva parole di stima:

”Parlare con lui? No, in questi primi due giorni di Italia voglio solo ascoltare. Questi sono ragazzi che hanno un grande talento, ma hanno anche bisogno di dimostrare che sono adulti. Spesso li giudichiamo solo come dei ragazzi viziati. Io con giocatori come lui voglio creare empatia, per dire ‘sto qui, ti ascolto, cosa posso fare per aiutarti”

Un’Italia che vuole un motto, vincere giocando con qualità, generosità e con il sorriso perchè:

”Il calcio e’ un gioco, e noi andiamo in capo per giocare meglio degli altri”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.