Unicredit-Italpetroli, oggi è il giorno delle firme

Siamo finalmente giunti al 20 luglio. Oggi, Unicredit e Italpetroli dovrebbero dare seguito alla firma di Rosella Sensi e Piergiorgio Peluso sulla “puntuazione”, l’accordo preliminare che l’8 luglio ha sistemato i 405 milioni di debiti della holding con il gruppo bancario.
Va ricordato come la data odierna sia comunque una scadenza che si sono date le parti per la stesura di un’intesa molto complessa: è il 26, infatti, che davanti al presidente del collegio arbitrale, Ruperto, bisognerà presentarsi con l’accordo siglato. Per questo motivo la firma potrebbe anche slittare di qualche giorno.

Entro lunedì, invece, dovrà esser dato seguito alla lettera d’intenti con la firma dell’accordo definitivo. Per quanto riguarda la Roma, la dottoressa Sensi resterà al timone con il 51% della nuova controllante (Newco) – che ha il compito «di procedere alla valorizzazione e alla vendita del club, avvalendosi di primario advisor (Rothschild, ndc) del pacchetto As Roma» – gestirà l’ordinario e avrà tutto l’interesse ad eseguire il patto, visto che è previsto un incentivo (5% su quanto ricavato in più rispetto a una valutazione del 67% pari a 100 milioni) sulla futura vendita. La banca parteciperà con il suo 49%, piazzerà un uomo nel cda della Newco, con il professor Zimatore nelle vesti di presidente indipendente. A conti fatti, le delibere potrebbero essere a maggioranza semplice con il voto di Zimatore determinante in caso di parità tra i rappresentanti di Unicredit e dei Sensi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.