Dopo tanta festa per Adriano ora arriva il difficile

Rassegna Stampa – Corsera – Finito il tempo delle feste, arriva quello delle vacanze. Adriano è partito per la Sardegna mercoledì sera, qualche ora dopo il pieno d’affetto che gli ha riservato il pubblico del Flaminio. Ora il brasiliano ha le idee più chiare, avendo toccato con mano la realtà giallorossa: la Roma e i suoi tifosi gli hanno concesso un’apertura di credito importante, ora spetta a lui non tradire la fiducia.

L’Imperatore resterà a Porto Cervo per i prossimi otto giorni a bordo di uno yacht di amici e avrà modo per girovagare con suo cugino e Wellington, il fedele amico ed ex compagno di squadra al Flamengo, che lo seguirà per le spiagge più esclusive dell’Isola. Concluso il periodo di relax, Adriano tornerà a Rio de Janeiro per una decina di giorni di «riposo attivo» prima di tornare nella capitale.

Il numero 8 sarà a Roma l’1 luglio e comincerà a Trigoria la prima fase di recupero atletico e aerobico, che dovrà osservare diversi passaggi obbligati prima di aggregarsi al lavoro estivo dei suoi nuovi compagni. Per questo motivo lo staff tecnico gli ha consegnato un prospetto dettagliato di allenamenti da rispettare già nell’ultima settimana di giugno.

«Non c’è stato nemmeno troppo bisogno di raccomandarsi – hanno detto i dirigenti dandogli l’arrivederci – Il ragazzo è perfettamente consapevole che ad attenderlo ci sarà un lavoro duro. È stato sufficiente guardarlo negli occhi per capire le sue reali motivazioni». Oltre questo programma di addestramento personalizzato, la Roma si è avvalsa della consulenza di dietologi e nutrizionisti per calibrare un regime ipocalorico su misura del calciatore, prima di affidarlo alla sapiente guida di Capanna, Benetti e Bertelli.

Anche ieri Rosella Sensi è tornata a parlare dell’acquisto del suo «pallino», intervenendo a Centro Suono Sport: «C’è un entusiasmo incredibile: abbiamo preso due campioni come Adriano e Simplicio e sono soddisfatta di vedere i tifosi felici». Anche il manager Roberto Calenda, che ha curato per qualche mese la trattativa insieme a Gilmar Rinaldi, ha confidato ai microfoni di Radio Radio: «Roma ha fatto scattare nel ragazzo la giusta scintilla».

E sperando che diventi – sportivamente parlando – un incendio, la Roma ha ripreso a riflettere sulle strategie mercato, anche se l’attuale fase di stallo potrebbe protrarsi per qualche giorno. Ranieri vorrebbe avere già per metà luglio un organico più vicino possibile a quello definitivo che affronterà la prossima stagione, ma è allo stesso tempo consapevole che ulteriori integrazioni nella rosa saranno possibili soltanto a fronte di alcune cessioni. La priorità, naturalmente, rimane il riscatto di Burdisso e l’agente Hidalgo ha lasciato capire che l’affare è a buon punto, mentre il nome più accreditato per il ruolo di vice-Riise sembra Bellini dell’Atalanta, anche perché il club bergamasco rischia di perderlo nel 2011 a scadenza di contratto.

LEGGI ANCHE  Mourinho insiste per Cristiano Ronaldo alla Roma: affare quasi impossibile

L’altro nerazzurro Valdes, invece, costa circa 5 milioni e Pradè, che nei prossimi giorni volerà in Sudafrica, ha preso tempo.
Trattative minori: si continua a parlare di Isla nell’ambito della trattativa Motta, per Okaka si sta muovendo il West Bromwich Albion e, sempre sul fronte uscite, ieri il manager di Guberti, De Nicola, ha detto: «Stefano ha parecchie richieste, ma per ora la Roma pare intenzionata a confermarlo».

6 pensieri su “Dopo tanta festa per Adriano ora arriva il difficile

  1. Caro startrek per carità “l’ottimismo è il profumo della vita” come diceva il grande Tonino Guerra ma una società intelligente farebbe meglio a fare acquisti sensati più che scommesse all’enalotto.
    Comunque ottimismo a gogò!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.