Destino+Amantino= ‘una bella giornata’


DI MARCO GIANFRANCESCHI

Ci siamo, mancano poche ore all’incontro dell’anno che può valere una stagione. Dopo tutto quello che si è detto in questi giorni, finalmente sapremo di che pasta siamo fatti. Questa sarà l’ennesima prova messa a disposizione dal destino. Questa sera serviranno come la maggior parte dei giallorossi di questo sito dice nel sondaggio, 11 leoni e la qualificazione è nostra. Inutile fare pronostici, perchè tanto ci si azzecca 1 una volta su 200 perciò lasciamo perdere le statistiche o altro e guardiamo questa gara come facciamo sempre: con la solita fiducia e passione che ci contraddistingue. Per mister Spalletti sembra proprio una vera lotta con questo benedetto destino. Fin’ora sempre vincente nei suoi confronti. Cosa ci avrà riservato questa sera il mister che ci sta facendo sognare da quando è approdato in questa città? Contro questa suqadra e questo destino che ancora una volta ci vede sfavorito, penso che daje e daje, con l’intelligenza che possiede questo uomo, qualche contromisura, non solo strategica dal punto di vista sportivo, l’abbia presa e la metterà a disposizione questa sera. Mica sempre può vincere chi non merita. Sul campo, di strategie ne potremmo trovare a dismisura per contrastare la squadra inglese. Ci abbiamo provato all’andata e fino ad un certo punto era tutto perfetto, poi con l’entrata dirompente della sfiga che assiste quest’uomo e questa squadra e noi tifosi contro sto benedetto Manchester, è storia a se. Se all’andata abbiamo messo a disposizione sul campo per garantirci una fetta di semifinale di Champions, il campioncino brasiliano che viaggia ad alternanza alterna (capite me) Amantino Mancini, non vedo perchè questa sera che bisogna giocare ancora una volta senza il capitano e puntare ad una vittoria netta, cercando di fare gol su gol (ne bastano 2 per iniziare e 3 per passare) lo si debba escludere o mettere in ballottaggio con un modestissimo e gagliardo Max Tonetto, dove il paragone mi sembra una bestemmia per il calcio e per gli appassionati di questo sport, senza nulla togliere al professionista che è. Insomma, il mister non può combattere anche con questi pensieri, perchè altrimenti non ne verremmo mai a capo. Ora bisogna vincere e c’è bisogno di tirare fuori le palline che tutti hanno e che il brasiliano possiede. Io conto molto su di lui perchè dovrà fare la differenza. Servirà la differenza per abbattare questa squadra. Con un Vucinic in forma smagliante, sarebbe un peccato non sfruttarlo con il potenziale offensivo che può offrire solo Amantino. Dipenderà molto se gli andrà di giocare ai suoi livelli oppure fare la statuita come nelle ultime uscite. Ripeto, io conto su di Amantino e credo nella qualificazione. Poi se Lucianino con le sue contromosse non solo sportive ne verrà a capo, allora potremmo dire che oggi sarà stata una bella giornata.

RAGAZZI, ROMA E’ CON VOI E VOI SIETE ROMA!!

ILLUMINATECI!!


7 commenti su “Destino+Amantino= ‘una bella giornata’”

  1. daje raga…. pensiamo ad altro… tranquilli… danielino sei nei nostri cuori.. gli errori li fanno tutti… andate avanti ragazzi.. c’? pane per i nostri denti in italia… ce l’hanno fatta a cacciarci dalla champions.. questo volevano.. e questo hanno ottenuto.. forza roma sempre e cmq…

    Rispondi

Lascia un commento