Totti accusa: c’era un fallo da rigore su di me


TottiChi non ricorda il tacco di Mancini nel derby? Punizione di Cassano e magia del brasiliano sotto la curva sud. Ebbene è l’ultima sfida con la Lazio vinta dalla Roma con Totti in campo. Era il 9 novembre del 2003, da quel giorno il capitano non è più uscito col sorriso da una stracittadina.

In quel campionato, al ritorno, ci fu il derby sospeso e poi nel recupero Totti realizzò su rigore il gol del pareggio.
Scrollando gli altri risultati, troviamo la vittoria biancoceleste col gol di Di Canio, un gol di Totti nell’1 a 1 dell’andata del 2005. Nelle due vittorie giallorosse successive, Totti era fuori per via di due infortuni. Conti alla mano, negli ultimi sette derby in campo, Francesco ha raccolto quattro pareggi e tre sconfitte realizzando due gol su rigore. Ed ecco tornare di moda la tensione, l’emozione di trovarsi di fronte una squadra come la Lazio, inferiore sul piano tecnico, ma che riesce sempre a trovare gli escamotage giusti per mettere in difficoltà la Roma. I numeri di Totti fanno comunque riflettere, se non è una maledizione poco ci manca. Sei gol in ventotto stracittadine sono un magro bottino per uno che come lui è abituato a score di altra fattura. Ieri il capitano all’arrivo per la ripresa degli allenamenti era molto abbattuto. «Sul due a due pensavamo proprio di vincere», ha sussurrato ai tifosi che si accalcavano sulla sua macchina. Poi spazio alle recriminazioni. Mai chiesti aiutini e aiutoni, ma ancora una volta le decisioni dell’arbitro hanno avuto un peso (negativo) sul campionato. «C’era rigore su di me all’ultimo minuto», ha raccontato sempre Totti ai fans, riferendosi alla chiara spinta subita in area di rigore da parte di Mudingayi nei minuti di recupero sul risultato già di 3 a 2. Morganti ha lasciato proseguire, l’Inter ringrazia commossa. Prima era stato l’assistente Rossomando a segnalare all’arbitro il fallo di Juan su Bianchi. In vista della gara di domani contro l’Empoli, Spalletti deve fare i conti con le squalifiche di Mexes (convocato in nazionale) e Aquilani (non al meglio per un colpo alla testa durante il derby) oltre alle non perfette condizioni di Tonetto, ieri differenziato e in forte dubbio. Cassetti ha ricevuto una botta allo stomaco e rischia il forfait, in difesa spazio a Juan-Ferrari in mezzo e Panucci-Cicinho ai lati. Pizarro riprenderà il posto in mediana, a destra chances per Giuly su Taddei. Totti è acciaccato ma ci sarà. Con la prima squadra ieri si è allenato il giovane brasiliano Messias, schierato come punta centrale. A qualcuno ricorda Kakà. A qualcuno…

LEGGI ANCHE  Mourinho pensa ancora a Lindelof per il mercato di gennaio

LUCA FALLICA DE IL TEMPO


2 commenti su “Totti accusa: c’era un fallo da rigore su di me”

  1. l inter se vince lo scudetto ? uno scudetto peggiore degli scudetti che ha “vinto” dp il caso calciopoli, troppi aiuti a favore suo e nessuno x la roma, anzi disaiuti, il campionato della roma ? stato perfetto secondo me, e avremo vinto anche il derby sena gli “aiutini” pro inter!!! cmq maggica continua a lottare : sempre!!

    Rispondi
  2. Sappiamo ke el derby siamo stati molto penalizzati e questo ? 1 dei 1000 episodi per cui abbiamo perso.Se togliamo alla Lazio il Gol su rigore ke non c’era,diamo alla Roma il Gol a inizio secondo tempo di Totti regolarissimo e togliamo i 2 minuti persi x il rigore in cui ha segnato Behrami e quel rigore finale su Totti sarebbe finita almeno 3-1 per la Roma.

    Rispondi

Lascia un commento