Come cambia il mercato della Roma dopo l’infortunio di Zaniolo

Come cambia il mercato della Roma dopo l’infortunio di Zaniolo

In tanti si aspettavano una rivoluzione per il mercato della Roma dopo l’infortunio di Zaniolo, che nella migliore delle ipotesi terrà fuori il giovane talento giallorosso dai campi di calcio fino al mese di marzo. In attesa di capire come risponderà il suo ginocchio sinistro e con una stagione massacrante alle porte (le partite per ovvie ragioni saranno concentrate in meno settimana), i dirigenti devono capire velocemente se i fatti di Amsterdam modifichino o meno le strategie di mercato. Insomma, ci sarà un sostituto per Zaniolo? Pare di no.

Cosa dice Di Marzio su Sky su Zaniolo e sul mercato della Roma

In particolare, una presa di posizione importante a proposito del mercato della Roma è arrivata nella serata di martedì da Di Marzio durante la consueta trasmissione televisiva di Sky dedicata proprio alle trattative tra le società. Ebbene, chi si aspettava una reazione frenetica da parte del club dopo l’ennesimo episodio sfortunato per Zaniolo in questo 2020 evidentemente ha fatto male i conti. Proprio nel ruolo del doppio trequartista alle spalle dell’attaccante, infatti, la squadra è ampiamente coperta.

Questo, senza dimenticare la conferma di Perez e l’arrivo di Pedro, che in caso di necessità potrebbe diventare anche l’alternativa alla prima punta. A prescindere che sia Dzeko o il suo sostituto. Più trascorrono i giorni, più il bosniaco appare vicino alla conferma. Lo stesso Mangiante, su Sky, ha confessato che il giocatore avrebbe confidato agli amici la volontà di rimanere nella Capitale.

Una mossa di mercato, questa, che a conti fatti potrebbe precludere lo scambio tra Milik e Under. Il turco, restando a Roma, andrebbe anche a compensare in parte il buco lasciato da Zaniolo sulla fascia destra. Tutto è in alto mare, è giusto premetterlo, perché i giallorossi lo scambio coi partenopei lo faranno se dovessero crearsi le condizioni giuste. E a quel punto l’addio di Dzeko diventerebbe scontato.

Anche in quel caso, non è detto che si cerchi il sostituto di Zaniolo. La rosa resterebbe lunga in quella posizione di campo, contando sempre su Kluivert e Pastore, il cui rientro è previsto comunque a dicembre. Saranno decisivi i prossimi tre giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.