Le pagelle di Lecce-Roma con Dzeko sempre pi๠uomo squadra


Ci sono non poche indicazioni interessanti che possiamo prendere in esame a proposito della pagelle di Lecce-Roma, considerando il fatto che la squadra di Fonseca ha ritrovato immediatamente il feeling con la vittoria. Buona la partita dei giallorossi, che tuttavia hanno avuto il demerito di non chiudere prima un match a larghi tratti dominato e che a conti fatti ha visto Pau Lopez spettatore non pagante. Come al solito, comunque, ci sono note positive e negative per il tecnico.

Le pagelle di Lecce-Roma nel dettaglio

Scendendo in dettagli, occorre infatti soffermarsi sulle pagelle di Lecce-Roma per comprendere chi abbia risposto al meglio dopo la deludente partita in casa contro l’Atalanta. Un parziale turnover che ha dato risposte confortanti a Fonseca, in attesa dei prossimi impegni che potrebbero definire meglio la dimensione di questa squadra sia in Serie A, sia in Europa League:

Pau Lopez 6: ordinaria amministrazione a Lecce per l’ex Betis. Nessuna nota negativa o positiva per la sua prestazione;

Florenzi 6: nel primo tempo soffre un po’ Babacar su quella fascia, crescendo perಠalla distanza;

Mancini 6,5: molto pi๠sicuro rispetto alle ultime uscite. Certo, é poco sollecitato, ma é preciso e puntuale in ogni chiusura;

Smalling 6,5: Lecce non puಠessere un banco di prova troppo attendibile, ma sta migliorando partita dopo partita;

Kolarov 6: oltre al rigore sbagliato, qualche tocco impreciso di troppo per un piede educato come il suo mancino;

Veretout 6: meno brillante rispetto ad altre partite. Si sente meno la sua presenza, ma é importante per gli equilibri di squadra;

Diawara 5: ancora non ci siamo. Parte abbastanza bene, ma deve assolutamente ritrovare una certa convinzione per inserirsi nelle rotazioni di Fonseca;

Kluivert 7: piace molto. Nel primo tempo é tra i pochi a prendere l’iniziativa, ma stavolta ha costanza di rendimento per tutta la partita;

Mkhitaryan 5: appare nervoso e poco allineato ai movimenti dei compagni di reparto. Altro passo indietro dopo il Sassuolo;

Pellegrini 7: ancora una volta al centro del gioco. Secondo Fonseca ha problemi, fisici, ma non si direbbe;

Dzeko 7: ogni pallone che passa dalle sue parti diventa interessante. Con lui, il gol é solo un dettaglio;

Zaniolo 6: entra bene, ma anche oggi poco lucido nella scelta finale nei venti minuti abbondanti di impiego.

 


37 commenti su “Le pagelle di Lecce-Roma con Dzeko sempre pi๠uomo squadra”

  1. Buongiorno a tutti
    è preoccupante avere delle secondo linee così …..
    Kalinic e Pastore due fantasmi…..
    Dignitoso Santon
    Riguardo Spinazzola ho apprezzato l’intervista : ha fatto della sana autocritica ,una cosa insolita da queste parti …..
    può e deve fare meglio

    Rispondi
  2. Speriamo di battere il Cagliari domenica, non importa come anche con 1-0 sporco o su rigore. Alla faccia del cazzaro Giulini che quando viene a Roma si prepara già le lagnanze preconfezionate (guardasse i furti altrui piuttosto). Almeno andiamo alla sosta con il morale alto e sperando di recuperare qualche infortunato per Genova.

    Su ex calciatori come Pastore e Kalinic stendo un velo pietoso, a gennaio via entrambi e prendiamo qualche svincolato o qualche occasione, ma vera e non farlocca.

    Adesso ci si mette anche l’ufficio inchieste su Petrachi… ma andassero a indagare sui traffici di Lotirchio che si vende le partite all’Inda e all’Atalanta oppure sulle ruberie delle strisciate!

    In sintesi direi che, tutto considerato (avversari, arbitri vergognosi, infortuni a raffica, problemi societari ecc. ecc.) non stiamo neanche messi troppo male, io francamente credevo peggio.

    Rispondi
  3. abbiamo pareggiato con una squadretta austrica che però corre. partita brutta e giocata male dalla roma che dimostra di essere una squadra mediocre senza Dzeko e Kolarov. non ci si può attaccare al tournover il migliore è stato santon e qsto dovrebbe far riflettere. male molto male Kalinic e kluivert. il primo completamente fuori dagli schemi ed incapace di tirare in porta nonostante ne abbia avuto almeno 3 volte la possibilità…oltre un mezzo tiro ciabattato. il secondo invece è stato irritante nel cercare continuamente un’azione personale perdendo sistematicamente la palla. involuto. pastore nn si può commentare oramai, è un ex giocatore. Zaniolo invece va fatto crescere perchè il potenziale c’è ma ha bisogno di una guida alla Mazzone, mi sembra invece sia abbandonato a se stesso con i soliti errori che ripetono ad ogni partita.immaturo e falloso. cristante è apparso lento ed impacciato più delle ultime uscite dove avevo visto una maggiore lucidità per un mediano adattato come lui. Diawara invece devo dire che rispetto al passato dove ha giocato sempre da 4, oggi gli darei mezzo punto in più per dargli fiducia, visto anche che io in lui proprio nn ce l’ho. ha fatto 2 recuperi ed paio di passaggi il resto tra un errore e l’altro si limita al compitino, ma nn credo sia in grado di fare di più. nn è colpa sua ma di chi l’ha comprato. mirante buona parata nel primo tempo mentre sul gol mi spiace ma doveva prenderla facendo un passo in più. male spinazzola un secondo tempo inguardabile, ha causato anche il gol….. Fazio e mancini a mio avviso tra i meno colpevoli. certo che antenucci ha cambiato la partita come è entrato. nn capisco proprio il cambio di Fonseca. c’è tnt lavoro da fare e domenica c’è il cagliari di raja e pellegrini e nn possiamo sbagliare.

    Rispondi
  4. Quoto Peter in merito agli infortunati, ottima considerazione!
    Partire vista male causa streaming, tralasciando che rosicavo il doppio causa mancata copertura a bolla quota 35, ma questo è un altro discorso
    Brutto aver regalato 2.5m al Atletico per quello spaventapasseri, considerando che Coutinho (d’ccordo ingaggio fuori portato) viene 10m se non sbaglio. Schick è stato giusto cederlo, per cercare di scongiurare un Isola due la vendetta, ma se tanto mi da tanto mi tenevo Celar o forse anche un gregario da concedergli l’occasione della vita tipo Stepinski (la lazie con Calicedo ha fatto un ottimo affare) magari anche un profilo più alto ma non top e tutto sommato accessibile tipo Koume o Zaza
    Da quel poco che ho visto notavo passaggi sbagliati, anche nel fraseggio corto spesso campanili. Partita sia dal risultato che della prestazione paradossale: e la falcata in solitaria di Fazio nel 2t sul versante di sx ne è l’emblema
    Comunque il disfattismo serve a poco, a dirla tutta meglio un passo falso in El che in campionato – sotto con gli isolani Forza Magica asr

    Rispondi
  5. Al netto di una prestazione deludente nel complesso direi che è un buon punto in ottica qualificazione contro una squadra meglio di quello che poteva far pensare. Nota di merito per Diawara, veramente impeccabile, mi ha impressionato positivamente. Malissimo invece kluivert e zaniolo che oggi sembravano avere le mestruazioni.

    Rispondi
  6. Un gol contro ci puo’ stare specie se da un tiro cosi preciso da fuori area, anche se contro una squadra modesta..ma non ci sta sbagliare ogni cross, non ci sta sbagliare un passaggio semplice, non ci sta neanche dribblare l’avversario per perdere palla in continuazione.

    Rispondi
  7. Partita de merda! Tutti sbagliavano tutto ! Tutti giocavano da solo. Niente apertura niente appoggi niente scarico.tanti situazione con movimenti ma tutti cercavano azione personale. Scandalosa e mi fa paura ! La cosa assurda che contro un avversario di livello bassissimo dove hanno sbagliato tanto per fortuna!

    Forza Roma sempre !

    Ma quando ci vuole ci vuole !!!

    Rispondi
  8. Partita surreale. Sono 4 mesi che ha in mano l squadra e non si vede niente. Non c’è gioco. Siamo contro una squadra insignificante e non riusciamo ad imbastire un’azione degna di questo nome.
    Pastore è un complimento definirlo ex giocatore. Kalinic come non averlo
    Bho io non so più cosa pensare

    Rispondi
  9. La storia sugli infortuni un po’ fa ridere, ma sicuramente non ricordo importanti infortuni a Dzeko, Zaniolo, Kolarov, Manolas, e in passato neanche Totti..
    quelli che si infortunano sempre alla fine sono quelli che sono giunti a Roma con una cartella clinica già ricca di problemi fisici e infortuni, vedi Perotti, Pastore, Under…

    Rispondi
  10. Dare colpe ai preparatori per i guai muscolari non e’ esatto, visto che incide anche la testa e il sistema nervoso centrale. Cercare su google, acido lattico, indolenzimenti, stiramenti, ecc. Certo che i giocatori con piu esplosivita come possono essere under e pastore( sembra lento ma non nei primi metri) il rischio e maggiore. Diwcorso diverso per i tendini.

    Rispondi
  11. visto l’andazzo dgli infortunati, e xnn ripetere la sciagurata stagione appena passata anke a livello medico, fossi in petraki ingaggerei qlke svincolato.
    almeno ci pariamo il c***..

    Rispondi
  12. Mandiamoli a Lourdes!!!! Ora chi gioca? Antonucci? Vorrei sapere ma qlcuno sa gli infortunati come under, zappacosta qndo rientrano… tnt perotti oramai tra l’età e gli infortuni è meglio che ritorni in Argentina come buenos retiros

    Rispondi
  13. Già spaventosa dopo un solo mese di partite ufficiali la situazione infortuni. Qualche lacuna in rosa sicuramente c’è, qualche meccanismo del nuovo gioco del nuovo mister è ovviamente ancora da assimilare, ma tutto ciò viene ingigantito dal non aver mai la rosa completa a disposizione. Ogni anno si rinnova tutto, tutto cambia tranne il rapporto con l’infermeria. Una cosa assurda!!!

    Rispondi
  14. Pellegrini out 2 mesi, miki 3 settimane. Non è possibile, ogni anno un via vai costante dall’infermeria al campo. Neanche il tempo di rivedere zappacosta, under e Perotti che ne perdiamo altri due. Così diventa difficile.

    Rispondi
  15. Concordo con Pablito, nulla di nuovo, e la cosa pazzesca è che ci sono un sacco di tifosi di altre squadre convinti invece che la Roma riceva regali e favori arbitrali!
    Il tifo fà proprio brutti scherzi.

    Come ripeto, la situazione infortuni rasenta l’incredibile ed è inaccettabile che la società non prenda provvedimenti sullo staff tecnico per rivedere qualcosa che evidentemente non funziona, e non da oggi.
    Non penso si possa più parlare di sfortuna: se si rompe un giocatore ogni domenica non può essere solo sfortuna.

    Rispondi
  16. Arbitraggio ancora una volta scandaloso
    Non mi spiego perché il var non chiama l’arbitro al monitor in situazioni come quelle di Bologna e Lecce
    Ammonizioni ai nostri incredibili
    Stampa e tv compiacenti
    Nulla di nuovo
    Ma sempre che mi girano …..

    Rispondi
  17. al di là dei limiti societari ke influenzano ogni stagione, se ci si mette la sfiga nn andiamo da nessuna parte. l’infortunio di pellegrini è pesantissimo e ci costerà tanto..

    Rispondi
  18. Il numero dei gialli presi incomincia ad essere sospetto. Prima i 6 di Bologna con espulsione incorporata e poi i 4 di ieri (quelli di Pellegrini e Mkhitaryan scandalosi). Aggiungiamo pure i rigori non dati nei quali il VAR non è stato consultato o ha pensato bene di non intervenire e quelli concessi a nostro sfavore con grande disinvoltura senza ricorrere al VAR e appare nella sua unilateralità (la Roma è stata spesso penalizzata) un quadro piuttosto preoccupante. A pensar male ……..

    Rispondi
    • Arbitraggio scandaloso da inizio anno.
      Non capisco a che pro tanto di certo non diamo fastidio a juve e inter. Il milan si sta autoeliminando da solo

      Rispondi
  19. Direi che – forse – l’elemento più importante di Lecce (vittoria a parte) è che per la prima volta da inizio campionato la Roma riesce a mantenere la porta inviolata. E non è poco, considerando che nelle prime 5 ne abbiamo incassati 9.
    Certo, il Lecce non è un test esaustivo, però speriamo di essere sulla buona strada.

    Rispondi
  20. Arbitraggio nuovamente scandaloso, l’ennesimo di questo Inizio campionato.
    Purtroppo non c’è movimento in campo, sono tutti fermi quando la palla ce l’hanno i difensori o i centrocampisti.
    Direi bene kluivert ed i centrali di difesa. Gli altri tutti mediocri

    Rispondi
  21. Adesso ̬ importante non fare altre figuracce nelle due prossime partite, sulla carta Рma solo sulla carta Рalla nostra portata: Cagliari e Sampdoria.
    I sardi sono una di quelle squadre assurde che vincono a Napoli rischiano di perdere in casa contro il Verona… occhio.
    La Samp avrà fame di punti e Difra vorrà prendersi una rivincita.

    Alcune considerazioni:
    Sulla questione infortuni ormai non ho più parole, stendiamo un velo.
    Il Napoli tanto osannato ha un solo punto in più di noi. Non vinceranno nulla e in fondo mi dispiace perchè non sopporto più di vedere sempre le strisciate vincere a mani basse senza mai un ricambio o una outsider.
    Mi chiedo, se Conte veniva alla Roma adesso saremmo primi in classifica? In fondo ha preso in mano una sqaudra di zombi e l’ha trasformata in una corazzata. Se batte la Rubbe vince il campionato a 100 punti.
    Il Milan cola a picco, ma il suo posto in vetta lo prende l’Atalnata, quindi… per noi non cambia nulla, abbiamo sempre una strisciata davanti che ci porta via il posto Champions.

    Rispondi
  22. Gara vinta meritatamente, avversario mediocre che pero’ non andava sottovalutato.
    Smalling e Dzeko i migliori, scarso ancora il centrocampo, Florenzi e soprattutto gli esterni d’attacco.

    Rispondi
  23. Zaniolo a me continua a non convincere, ottimi mezzi fisici, ma poco altro. E non ho capito neanche in che ruolo debba giocare. Poca qualità per fare l’attaccante, poca intelligenza tattica e gioco di squadra per fare tutto il resto. Fa sempre e solo una cosa buona: proteggere palla e andarsene di forza e di corsa all’avversario, il tutto in solitaria e non gli riesce neanche così frequentemente. Non gli ho visto mai fare un’azione corale, un passaggio da trequartista, non nemmeno uno da centrocampista a dire il vero, un recupero palla. Per adesso molto fumo negli occhi. Ha molto da lavorare per non fare sempre e solo la stessa giocata individualista.

    Rispondi
    • L’ho pensato anch’io dopo la gara contro la Dea, quel gol che non ha fatto (e quell’assist che poteva fare) dovrebbero farci pensare…

      Rispondi
      • concordo, bocciato sicuramente per quel mancato passaggio, pero’ i numeri ce l’ha e si vede che é di una categoria superiore rispetto agli altri, spetta all’allenatore correggere queste lacune.

  24. Veretout a mio avviso ancora lontano dalla sufficienza mentre smalling merita un bel 7 ottimo giocatore che fa sentire la sua esperienza…pellegrini buone alcune giocate ma lontano oggi dall’essere concreto nn va oltre la sufficienza. Sprechiamo troppo e abbiamo regalato il primo tempo con ritmo bassissimo nel girocollo e nel trovare lo smarcamento. 3 punti fondamentali.

    Rispondi

Lascia un commento