Respinto il reclamo del Palermo


È stato respinto dal giudice sportivo il reclamo del Palermo. Per questo motivo, è stato omologato il risultato di 1-0 con cui si è chiusa la partita dell’Olimpico contro la Roma.

Secondo il Palermo, l’intervento del raccattapalle avrebbe costituito una “violazione della Regola n. 2 e/o 5 del regolamento e/o dell’art. 1 del Codice Giustizia Sportiva”.
Il giudice Gianpaolo Tosel ricorda che la sua competenza a giudicare in prima istanza sulla regolarità dello svolgimento di una gara è normativamente limitata dall’impossibilita’ di pronunciarsi su decisioni di natura tecnica riservate esclusivamente all’arbitro. “Poiché nelle circostanze in causa il direttore di gara, ed i suoi assistenti, non hanno rilevato alcuna irregolarità ne’ nella battuta del calcio d’angolo ne’ in quanto accaduto nella prosecuzione del giuoco, convalidando la successiva segnatura”, il giudice ”ritiene che esuli dalla sua competenza ogni ulteriore disamina sulla “regolarità” della svolgimento della gara”’. Per questo ”il reclamo non può essere accolto”. Il giudice conclude evidenziando che ”l’Ufficio del Procuratore federale, cui e’ stata contestualmente inviata copia dell’atto di reclamo, provvederà ad esperire gli opportuni accertamenti in merito al lamentato comportamento tenuto dai raccattapalle (nonché al loro numero nel recinto di giuoco), per eventuali provvedimenti sanzionatori nei confronti della Società ospitante”.


LEGGI ANCHE  Mourinho pensa ancora a Lindelof per il mercato di gennaio