Roma-Sampdoria 1-0 ritorno quarti Coppa Italia


Stavolta è Totti ad esserci e non Cassano, rispetto alla sfida di una settimana fa al Ferraris. Ancora una volta non ci sarà l’incontro/scontro in campo tra i due ex amici. Giallorossi costretti ai salti mortali in difesa: squalificati Mexes e Ferrari, infortunati Juan e Andreolli, saranno Cassetti e Panucci a giocare centrali. Per i blucerchiati centrocampo robusto e tandem d’attacco Bonazzoli-Bellucci.

PRIMO TEMPO – La Roma, forte del risultato dell’andata, gestisce la partita in maniera tranquilla senza forzare, chiudendo bene gli spazi alle iniziative blucerchiate. Dopo pochi minuti Curci si fa male calciando un rinvio, sfortunato il portiere giallorosso deve lasciare il posto a Curci. La prima vera emozione la regala Aquilani che alla mezz’ora conclude da fuori area sugli sviluppi di un angolo: Mirante vede sbucare il pallone all’ultimo momento e in tuffo evita di capitolare. Dopo questo sussulto risponde la Samp con Bellucci, che al 44′ colpisce di testa su un corner di Volpi: palla destinata all’angolo lontano ma Tonetto, ben appostato nelle vicinanze della porta, respinge. Replica di De Rossi che al 46′ fa gridare l’Olimpico al gol con una sassata da fuori area, palla che sorvola di pochissimo la porta avversaria. Reti bianche all’intervallo, con questo risultato Roma in semifinale.

LA RIPRESA – È una Samp più volenterosa quella del secondo tempo. Già al 2′ Bonazzoli fa correre un brivido ai tifosi giallorossi, volando in cielo a colpire di testa un cross di Maggio: la palla esce alla sinistra di Doni, a un soffio dal palo. Continuano a spingere i blucerchiati che vanno vicinissimi al vantaggio con Campagnaro che corregge verso la porta una sponda di Bellucci, a portiere battuto è Taddei a salvare la Roma respingendo sulla linea la conclusione del difensore avversario. La Roma si scuote e trova il gol: al 15′ Mancini se ne va sulla sinistra, si accentra, ubriaca Sala con una serie di doppi passi e batte Mirante. È il 500° gol della Roma in Coppa Italia. La partita cambia volto, ora la Samp attacca e si scopre alle ripartenze giallorosse: Taddei e Giuly sfiorano il raddoppio. Totti esce tra gli applausi, dentro Perrotta. Doriani pericolosi con una doppia conclusione: prima è bravo Doni sul diagonale velenoso di Bellucci, poi Cassetti ribatte con il corpo la respinta di Bonazzoli. Perrotta risponde, non c’è tregua: destro dal limite deviato, palla che esce a lato a portiere battuto. Ripresa emozionante che finisce con la vittoria dei campioni in carica, che ora aspettano in semifinale la vincente tra Catania e Udinese.

ROMA (4-2-3-1): Curci (dal 12′ Doni); Cicinho, Panucci, Cassetti, Tonetto; Aquilani, De Rossi; Taddei, Giuly (dal 38′ st Pizarro), Mancini; Totti (dal 24′ st Perrotta). A disp.: Antunes, Brighi, Esposito, Vucinic. All.Spalletti
SAMPDORIA (3-5-2): Mirante; Campagnaro, Sala (dal 43′ st Pieri), Lucchini (dal 14′ st Gastaldello); C.Zenoni (dal 24′ st D.Franceschini), Delvecchio, Volpi, Maggio, Ziegler; Bellucci, Bonazzoli. A disp.: Castellazzi, Accardi, Poli, Ferrari. All.Mazzarri
Arbitro: Ayroldi di Molfetta
Marcatore: 15′ st Mancini
Note: Ammoniti Aquilani, Tonetto, D.Franceschini. Rec. I t. 2′, II t. 3′