Calciomercato Roma: il mercato dei partenti


okaka romaCalciomercato Roma non solo in entrata. Se il 2 Gennaio, come in molti aspettano, sarà presentato il nuovo “acquisto” Luca Toni, la società ha impellente necessità di far cassa cedendo qualche pezzo.

Il primo nome sulla lista dei partenti è Julio Baptista, accostato sempre più all’Inter dove diventerebbe il vice Snejder e probabilmente avrebbe più possibilità di giocare.

Tra la Roma e l’Inter i contatti sono proseguiti anche in questi giorni di festa e con l’arrivo di Toni sfuma l’ipotesi di scambio con Suazo. Se i nerazzurri voglioni il brasiliano dovranno pagarlo in contanti o, meglio ancora pagarlo con il cartellino di Burdisso ed un disceto conguaglio.

In partenza quasi sicura anche Stefano Okaka, il suo manager Domenico Scopellitisi incontrerà con la dirigenza la prossima settimana e chiederà di lasciare andare il giocatore in comproprietà o in prestito con diritto di riscatto.
Stefano di prestiti semplici non ne vuol sentir parlare, sarebbe il terzo in tre anni dopo Modena e Brescia. E’ giusto anche dare una possibilità a questo giovane e farlo giocare con una certa continuità.

Valigie pronte anche per Stefano Guberto e Mauro Esposito.
Per il primo sono interessate Sampdoria, Bari e Atalanta. Per Esposito, che Ranieri non ha mai considerato un giocatore da Roma, si parla di un’interessamento da parte del Bologna.


LEGGI ANCHE  La Roma insiste per Ndicka: è lui il vero obiettivo di mercato

15 commenti su “Calciomercato Roma: il mercato dei partenti”

  1. Okaka solo e soltanto in prestisto dove può giocare!
    baptista via e subito,Esposito neppure si ricorda come è fatto un pallone quindi via anche lui!
    Guberti mandarlo via sarebbe ammettere un fallimento….

    Rispondi
  2. Sì Paolo hai ragione, ho solamente paura in un nuovo caso Galloppa, Chiellini ecc.. come ho detto prima, non sia mai che ci rifanno uno scherzetto del genere, al massimo potremmo trovare un accordo che preveda riscatto e controriscatto per la metà, però non so se si possa fare anche con squadre di altri paesi o se cambiano un po’ le regole, sta di fatto che almeno è un’operazione dove chi ha l’ultima parola è comunque la Roma, il che dovrebbe farci stare più tranquilli (si spera…).

    Rispondi
  3. NO ROCK 60.
    Chiellini era del Livorno e ci fu dato il 50% in cambio di meta’ Amelia e soldi. Poi la società non riusci a vincere le buste e il giocatore torno al Livorno al 100% e fu ceduto alla Juve. Con buona pace di tutti e soprattutto di Baldini che lo aveva scoperto.

    Rispondi
  4. Cmq ragazzi sentire che Toni è scarso mi fà ridere… Ovunque è andato ha fatto sempre una marea di goal! Chi volete Benzema? Adebayor? Non è nelle possibilità della Roma quindi Toni per le possibilità che abbiamo è un grande acquisto! Se è un pò appannato è perchè ha giocato davvero poco e perchè ha un rapporto conflittuale con l’allenatore… UN Pò DI POSITIVITà! DAJEEEEEEEE LUCAAAAAAAAAAAA…

    Rispondi
  5. Borgodio Chiellini fu preso dalla Roma in comproprietà ma non ha mai indossato la maglia giallorossa…Pluto penso che la Roma lo darebbe volentieri Okaka in prestito secco, ma è Stefano che non va via in prestito, secondo me ha ragione, perchè se lo dai in prestito, la squadra che lo prende di sicuro non lo fa giocare tanto, perchè andrebbe a rinforzare un giocatore di un altra squadra, mentre se lo prende in comproprietà rafforza un giocatore che, anche se nn completamente, è suo…

    Rispondi
  6. Chiellini era in comproprietà… Metà della Roma e metà del Livorno! Poi alla buste con lo zampino della Juve il Livorno lo ha riscattato e girato subito alla Vecchia Ladrona!

    Rispondi
  7. Okaka ad oggi è un buon giocatore che in serie A ci può stare tranquillamente, e diventerà un grandissimo, ha tutto per diventarlo, ma deve appunto giocare.
    Con Totti, Toni, Mènez, Vucinic, Baptista ma quando gioca più? neanche in un modulo a 5 punte… la cosa che mi fa tremendamente paura è il fatto che sembra non si voglia cederlo in prestito ma in comproprietà, ricordate Galloppa, Bovo, Chiellini ecc…?
    Io mi chiedo ma è difficile cederlo ad una squadra in prestito con un contratto che abbia validità per un anno e mezzo? così gioca fuori per un anno e mezzo sempre nella stessa squadra come vuole lui (e/o il suo procuratore) ma siamo sicuri che alla fine per forza di cose deve ripassare da trigoria…

    Rispondi
  8. Minkia, Clo, sono perfettamente d’accordo a metà col mister….con te.
    Io penso che Toni non sia scarso. avrà avuto un periodaccio, ma quando hai volgia di riscatto, esperienza, e sete di Mondiale…..
    Quello che penso, però, è che sia Cerci, sia Okaka, dovrebbero rimanere e fare i rimpiazzi solidi per Tony-Vucinic(menez o taddei), per crescere.
    Io ho la convinzione che Okaka diventerà moooolto valido, magari tra due o tre stagioni, ma deve stare qui, a bagnomaria nel brodo giallorosso per venire su con quel qualcosa in più!

    Rispondi
  9. secondo me okaka è uno sbaglio mandarlo via chi ha detto che nel corso della stagione non ci possa servire ,è uno che corre che gioca per la squadra …e queste cose vanno valutate…vabè ma tanto con questa società che se pò dì

    Rispondi
  10. Greco al Piacenza, Antunes al Loxoires, Cerci al Bari, Okaka ad una squadra che lo faccia giocare titolare, Esposito al Bologna, Artur a Livorno se lo vogliono ancora…questi son i movimenti in uscirta che la Roma sta portando avanti, secondo me fa benissimo a dare questi giocatori in prestito, almeno vanno a farsi le ossa giocando titolari…

    Rispondi
  11. OKAKA NO… NON DATELO VIA… corre, gioca, si impegna, e sostituirà presto quel brocco di Tony che non ha 90 minuti nelle gambe… manco 45 se per questo… manco 15 penso io…

    E Baptista?? ok lo vendiamo… per dieci milioni, come lo abbiamo comprato…

    E DATO CHE TONY VIENE GRATIS BASTA CHE GLI PAGHIAMO LO STIPENDIO, DOVE VANNO A FINIRE I SOLDI DELLA EVENTUALE VENDITA DI BAPTISTA??
    SPARISCONO COME SO SPARITI QUELLI DI AQUILANI’??

    ancora una volta ci rinforziamo prendendo giocatori vecchi, a fine carriera, che nessuno vuole più per cedere giovani promesse, che corrono, segnano, di esperienza (Baptista ne ha) ??

    PERCHE’ SIAMO MASOCHISTI???

    Rispondi
  12. Clo sono in parte d’accordo con te. Toni è un incognita, ma potrebbe ancge fare bene. OKAKA, invece, è giusto che vada a giocare con continuità per tornare pronto per la ROMA. Tanto a giugno chi lo paga Toni? E se cambia società probabilmente su punterà su un centravanti più forte e giovane.
    FORZA ROMA

    Rispondi

Lascia un commento