Carlo Mazzone: «Toni perfetto per la Roma»


carlo mazzone

Carlo Mazzone, 72 anni, allenatore in pensione «E ’ndo vado? Basta, mo sto a casa, dopo quaranta anni me riposo», tifoso della Roma «Sempre…», una passione smisurata per Totti «Francesco pure ’st’anno m’ha mannato er regalo de

Natale: nun so più come fa pe’ sdebbitamme…» e rapporti ancora affettuosi con la famiglia Sensi «Me vonno tutti bene, e io ricambio».

Gia nel 2001, a Brescia, chiede ed ottenne dal suo presidente l’acquisto di Luca Toni in forza al Vicenza. «Davanti avevo Roberto Baggio, e non se se mi spiego: mi serviva un attaccante con caratteristiche diverse, molto diverse. Così decidemmo di puntare su Toni, anche a costo di sacrificare Hubner che aveva segnato un mare di gol»

Ed il Brescia con Baggio e Toni come giocava?
«Quattro uomini in difesa, quattro a centrocampo e Roberto dietro Luca. Oggi, dando un po’ di numeri, direi quattro, quattro, uno, uno. E a una squadra molto tecnica che riusciva ad attaccare, a far arrivare l’assist a Luca sia con manovra a terra che con pallonialti,soprattutto provenienti dall’esterno»

Come mai questa precisazione?
«Perchè se tui hai Toni, lo devi servire dall’esterno. Perchè lui è bravissimo ad andare sul primo palo. Di piede o di testa, lui ci arriva sempre. Non è senza tecnica, non fatevi ingannare dal suo fisico »

Quindi?
«Luca non va servito con palloni alti centrali. Tipo quelli che vengono lanciati un po’ a occhi chiusi dal centrocampo quando non sai che fare. Io li chiamavo i campanili sera, palloni praticamente ingiocabili. Raccomandavo sempre: non voglio vedere pallone su, Gesù pensaci tu… e mi sgolavo: andiamo sull’esterno, mettiamo la palla forte e tesa al centro per Toni»

e Toni alla Roma come lo vede?
«Volete la sincerità?. Beh… E’ perfetto. E’ esattamente il giocatore che mancava alla Roma»

Qui viene fuori il tifoso pero…
«No, è la verità. Mi spiego: Alla Roma mancava un centravanti come Luca, bravo a dare profondità alla squadra, a chiudere il gioco, a fare le sponde. E, in casi di estrema necessità, bravo anche a muoversi con le spalle alla porta avversaria per giocare di mestiere in funzione della squadra»

Compatibilità con Totti?
«Fuori discussione: Toni ha giocato con Baggio, può avere problemi a giocare con Totti? Non scherziamo…»

Immaginiamoci allora la Roma con Toni
«Vedo una squadra che gioca un calcio tecnico,non d’assalto solo perchè davanti c’è uno grande e grosso come Luca. Vietato buttarla in caciara, insomma. La Roma attuale già gioca così e perciò non deve snaturare la propria identità con Toni lì davanti, ma deve ricordarsi che con Luca ha un’opportunità tecnica in più per far gol. A patto che lui venga cercato con i palloni giusti, soprattutto – lo ripeto – con palloni dalle corsie laterali. Detto questo, se alla Roma serviva anche uno in grado talvolta di buttarla esclusivamente o quasi sul piano fisico, magari contro difese chiuse, arroccate davanti al proprio portiere, con Toni l’ha trovato»

Il rinforzo che serviva dunque?
«Alla Roma, lo ripeto,mancava esattamente un attaccante come lui.Toni è uncentravanti all’europea, uno di quelli chel avorano tanto per la squadra e che fanno gol. Oh, signori: questo è campione del mondo, eh… La Roma con il suo acquisto fa un grosso salto in avanti, non ho dubbi»

Alcuni tifosi giallorossi credono che non sia più quello di una volta..
«Signori, questo è uno che ha sempre segnato tanti gol, anche in Germania. Se negli ultimi tempi non l’ha fatto, il motivo è semplice: non giocava. Andate a vedere i numeri, e dopo ne riparliamo. Inoltre, Luca è un ragazzo d’oro. A Roma ci metteranno un minuto a volergli bene. E lui, alla prima occasione, comincerà a farsi voler bene. Vedrete se mi sbaglio…»

Toni cerca di recuperare con i gol il terreno perso verso il mondiale…
«E questo sarà uno stimolo per lui e una garanzia in più per la Roma. Immagino che avrà grandi motivazioni, che vuole zittire tutti quelli che l’hanno criticato, che l’hanno messo in un cantuccio. Ve pare poco?»


7 commenti su “Carlo Mazzone: «Toni perfetto per la Roma»”

  1. a centuriò ma tu ne sai piu di mazzone??? caxxo sei tu??? E poi uno ke vole andà al mondiale da tutto se stesso x farlo e un attaccante ke vole andà al mondiale cm minimo segna cm un dannato. A noi serve questo! Uno ke finalizzi?? Basta vucinic davanti a j.cesar ke si fa recuperare un vantaggio di 20 metri da lucio!!! Serve qualcuno ke davanti alla porta segni! Toni lo ha sempre ftt e finitela di lamentarvi di tutti xk a voi piacerebbero soltanto messi, torres,gerrard….fin quando nn arriva uno di loro nn la finite…svegliaaaa!!! Esistono calciatori k pur nn avendo un nome importante (e toni è campione del mondo cmq…) o ke hanno superato i trent’anni, sn cmq ottimi calciatori.

    Rispondi
  2. ma ke [email protected] non ve sta mai bene niente….qui ancora c’è chi crede che abbiamo una società stile Moratti che può tirar fuori decine di milioni come fazzoletti…con gli 0 soldi ke abbiamo è grasso che cola che possa arrivare un attaccante della fama di Toni…

    Rispondi
  3. a carlè…!!

    noi te volemo bene e ce lo sai… Ma di la verità!!! Ma veramente credi che uno a 32 anni, che punta solo a farsi bello per sperare di essere chiamato da Lippi possa fare il bene della Roma??
    Con quello che si prende poi al mese?
    E quanto potrà durare? fino a giugno se va bene? e poi? rincominciamo da capo???

    Tony non è per la roma, non ci si può investire, non corre poco, in nazionale non ha mai fatto niente, in germania lo hanno messo fuori squadra (ci sarà un motivo) e un simile brocco ce lo prendiamo noi’??

    RIBADISCO TONY NON E’ DA ROMA.. SARA’ SOLO ENNESIMA DELUSIONE..

    ABBIAMO BISOGNO DI UNA PUNTA VERA, ABBASTANZA GIOVANE, NON DI UN GIOCATORE A FINE CARRIERA.!!!

    Rispondi

Lascia un commento