La Roma blinda Julio Sergio


L’articolo del Corriere della Sera sul periodo strepitoso di Julio Sergio Bertagnoli, protagonista nel derby con una parata megagalattica. La Roma blinderà il brasiliano con un ritocco del contratto.

"E’sicuro al cento per cento che la "Parata" più bella in un derby, quella con la maiuscola, è stata quella con cui Julio Sergio ha tolto dalla porta un gol già fatto a Stefano Mauri e concesso alla Roma di poter vincere in seguito la partita. Sembra una favola quella di Julio Sergio Bertagnoli (solo Claudio Ranieri lo chiama con il cognome, come se il portiere non fosse un brasiliano ma un italiano), rimasto per tre anni ad ammuffire in tribuna e poi diventato titolare tutto in un colpo. Lo ha capito anche lui: «Domenica sera ho fatto qualcosa di speciale». Cambierà il suo futuro: la Roma si affretterà a prolungare il suo contratto, che è in scadenza il 30 giugno 2010. Julio Sergio è arrivato a Roma nel luglio 2006, con un contratto annuale da 250mila euro lordi, poi salito a 450mila. Sempre lordi. Ora gli verrà offerto circa il doppio. Julio Sergio ha convinto tutti: allenatore,compagni e tifosi. Il preparatore Giorgio Pellizzaro, con molta onestà, non si prende la ribalta: «Il merito è tutto del ragazzo. Se è riuscito a rimanere alla Roma per tre anni senza giocare e soltanto allenandosi vuol dire che ha un grande carattere. Evidentemente non era considerato all’altezza di giocare in una squadra come la Roma, ma io non boccio in partenza nessuno. Cerco di capire pregi e difetti di ogni ragazzo che mi trovo ad allenare e poi provo a lavorare su quelli che ritengo i punti deboli. Julio Sergio ha carattere e un’elevata resistenza neuromuscolare. In allenamento ho cercato di potenziare la sua reattività». L’estate scorsa, Julio Sergio era stato sul punto di trasferirsi al Grosseto, società amica dove spesso vengono girati giocatori giallorossi che non trovano spazio. A Roma, adesso, si domandano tutti perché Luciano Spalletti non lo facesse mai giocare, sicuramente mal consigliato dal suo collaboratore Adriano Bonaiuti. Ma è acqua passata e Julio Sergio, che è un tipo tranquillo, non porta rancore a nessuno. Ora è titolare inamovibile, ma non ha cambiato il suo modo di lavorare. La partita di domenica è stata il giusto premio al suo impegno. Così come è successo a Marco Cassetti, l’altro eroe (quasi) per caso. Pure lui con il contratto in scadenza, ma anche lui adesso più vicino al rinnovo. Il derby può cambiare la vita. Almeno alla Roma".


LEGGI ANCHE  L'agente di Siebert avvicina il giocatore alla Roma

2 commenti su “La Roma blinda Julio Sergio”

Lascia un commento