Garcia cambia ancora: ecco il tridente numero 18


RASSEGNA STAMPA – IL MESSAGGERO

Diciassette tridenti in 34 partite (nella trentacinquesima, a Monaco, la Roma giocò col 4-4-2). Che sia 4-3-3 o in alcuni casi 4-2-3-1 (spesso e volentieri il modulo si determina a seconda della posizione di Pjanic, dieci metri più dietro o in avanti) Garcia a Verona potrebbe schierare l’ennesimo trio offensivo. Ieri il tecnico ha provato infatti Verde nei titolari (al posto di Gervinho) con Ljajic e Iturbe (nella foto).

TRIS ATIPICO Tuttavia anche nel caso giocasse l’ivoriano si tratterebbe comunque del tridente numero 18 in stagione. Quale sarà la scelta, sarà un trio atipico, senza attaccanti di riferimento, abile nelle ripartenze e nell’uno contro uno: sembra questa l’idea del tecnico francese (anche se ieri Totti si è allenato senza problemi) per tornare alla vittoria. Il Chievo del resto presenta una difesa statica, considerando che dietro Maran dovrebbe schierarsi con una linea formata da Mattiello, Dainelli, Cesar e Zukanovic. Ad eccezione del giovane scuola Juventus, nessuno dei quattro sembra avere il passo per seguire i velocisti giallorossi. Andando a rileggere i dati della stagione romanista, il tridente che risulta essere più impiegato quest’anno è quello composto da Ljajic, Totti e Gervinho. I tre dall’inizio sono scesi insieme in campo nove volte (a Parma, in trasferta con la Sampdoria, all’Olimpico con il Torino, a Mosca col Cska, in casa contro l’Inter e il Manchester City, a Verona, a Rotterdam col Feyenoord e all’Olimpico lunedì scorso con la Juventus): sette le reti segnate (0,77 media).

Degli altri sedici tridenti schierati in avvio da Garcia, solamente un altro (Iturbe-Totti-Gervinho) supera i tre gol all’attivo: addirittura cinque in quattro gare (media di 1,25: tre con il Cska all’Olimpico, due a Torino con la Juventus, a secco con Fiorentina e Bayern dove l’ivoriano va sì a segno ma quando Totti è già stato sostituito all’intervallo). Appare dunque evidente che nonostante la flessione del capitano giallorosso dovuta all’impiego senza soste, i tridenti più prolifici della Roma sono quelli con Totti in campo. Gli altri schierati da Garcia segnano invece col contagocce: zero gol per Florenzi-Destro-Ljajic, Florenzi-Destro-Iturbe, Florenzi-Gervinho-Ljajic, Florenzi-Totti-Ljajic, Gervinho-Doumbia-Ljajic (impiegato una sola volta), appena una rete per Iturbe-Totti-Destro e Iturbe-Destro-Gervinho, due gol per Florenzi-Destro-Gervinho. Singolare invece che in entrambe le occasioni nelle quali il giovane Verde è stato schierato in avvio, uno dei tre attaccanti ha poi segnato: Ljajic a Cagliari e Gervinho all’Olimpico col Feyenoord. Chissà che non accada anche domani.


148 commenti su “Garcia cambia ancora: ecco il tridente numero 18”

  1. Rudi qst anno come l ‘anno passato ha puntato tutto sui senatori ma questi per un motivo o per l’ altro (età
    ,condizione fisica,motivazioni) hanno toppato. Ora dato che nn è scemo penso che l’errore l’abbia capito pure lui ma che deve fare? Metterseli contro significherebbe quasi certamente tracollo generale con conseguente perdita della champions. Cerca di tenere su la baracca per raggiungere l’obiettivo minimo e cioè il secondo posto poi dal prossimo anno penso che farà tesoro dei propri errori…o almeno lo spero 😉

    Rispondi
    • Il prossimo anno via Maicon Cole e Skorupski e dentro Handanovic Peres e un terzino sx forte ma prendibile (a voi esperti il nome). Totti mai più titolare…e lo dice uno che lo ha amato e ancora adesso lo ama.

      Rispondi
  2. thiago94 ha detto:

    thiago94 ha detto:
    Ne approfitto per dire una cosa:ma è possibile che sto sito diventa un mortorio senza me e Apollo?

    Magari è un mortorio proprio perché ci siete voi due :mrgreen:
    ih ih ih ‘notte frate’ ! 😉

    Rispondi
  3. Pjanic è un centrocampista è un playmaker secondo garcia e deve pure fare filtro e fermare i contropiedi e il suo gioco lo fa.

    Corre o non corre le palle in attacco arrivano sempre.

    LA ROMA INFATTI HA SEMPRE IL POSSESSO PALLA E QUESTO E’ MERITO ESCLUSIVO DI PJANIC MICA DE TOTTI.

    SE LA ROMA NON SEGNA QUELLO E’ MERITO DI TOTTI CHE NON CORRE.

    Rispondi
    • @apollo:

      iL COMPITO DEL PLAYMAKER è SUPERARE PALLA AL PIEDE LA LINEA DEL CENTROCAMPO.

      E COME LO FA PJANIC NON LO FA MANCO PIù PIRLO ORA.

      E LE ALTRE SQUADRE CONTRO CUI LA ROMA GIOCA QUESTA COSA DI SUPERARE LA LINEA DI CENTROCAMPO LA FANNO CON MOLTA FATICA, E SOLO CON LANCI LUNGHI PERCHè IL CENTOCMAPO DELLA ROMA CON PJANIC E NAINGOLLAN NON è POI COSì FACILE DA APPROCCIARE.

      Rispondi
      • @apollo: Vero. Però per me,un gioco vero richiede attaccare. Per attaccare nel vero senso della parola,devi rimanere alto. Per rimanere alto devi mandare i tuoi migliori sradica-palloni in pressing alto,nella zona della prima costruzione di gioco avversaria. Cioè Pjanic e Nainggolan. Questi giocatori hanno la scintilla. Ma se mi metti Nainggolan a ridosso di De Rossi,perdi la qualità migliore di Nainggolan. Quella di ribaltare l’azione. Nainggolan non ha piedi fantasmagorici per costruire gioco da dietro. Se lo metti così basso,lo limiti. Infine,alzando in pressing questi due elementi,la nostra difesa sarebbe costretta ad alzarsi a sua volta per tenere i reparti corti

  4. Il concetto è questo: Garcia:”Dobbiamo fare un certo tipo di gioco,monopolizzare il possesso senza correre,senza fare pressing,senza fare inserimenti. Insomma sterile possesso. Allora sono meglio i vecchi,che corrono poco e hanno esperienza” 😆

    Rispondi
    • @thiago94:

      Le stesse stupidaggini di luis e che tutti dicono faccia ilbarca, ma che nella realtà non fa affatto.

      In ogni caso l’attacco della roma è composto da 3 elementi se uno non corre, quello che gioca al centro gli altri non possono correre per lui e comunque hanno bisogno della sponda al centro che manca quindi sono costretti alle azioni personali.

      Cioè saltare 3 difensori e tirare in porta.

      Cosa che gervi e iturbe e anche ljaic sono in grado di fare, ma non con la juve e comuqneu non tutte le domeniche.

      Rispondi
      • @apollo: Ma guarda,adesso ti ripeto un concetto(che ho postato su un altro articolo) che secondo me è molto basilare,per tutti ma non per Garcia. Totti è vecchio,lento e poco forte fisicamente. 38 anni sono tanti a questo livello. Gli rimane un’unica abilità:l’assist. Totti è un rifinitore,ma l’unico al mondo a giocare centravanti. Per l’età però,la sua lentezza fa si che sia sovrastato dai difensori avversari più forti fisicamente e veloci di lui. Inoltre,facendo il centravanti,le marcature su di lui raddoppiano. Adesso: ho sempre visto di allenatori che schierano i rifinitori dietro una punta(o più),da trequartista. Avrebbe una sua logica. Si dimezzerebbero le marcature su di lui lasciandogli più spazio di inventare. E avresti comunque il centravanti che faccia movimenti da centravanti. Che poi vorrei sapere:ma Garcia pensa che Totti si possa servire da solo? Cioè in area non c’è nessuno. Cioè,hai un giocatore con un’unica abilità rimasta, cioè l’assist. La sua lentezza richiede spazio. E te che fai? Lo imbrigli nella difesa avversaria?

  5. A proposito.

    Salah è un campione perchè a roma non ci è venuto, ma gia prima durante la trattativa era per tutti i romanisti un brocco, e lo stesso pure eto’o era considerato uno cotto.
    Se fossero venuti alla roma sarebbe iniziato il tiro al piccione che quello a osvaldo o bojan o lamela o borini o destro o o iturbe o gervi era roba da educande.

    Sia salah che oto’o dopo una ventina di minuti gioco erano cavoli e uova marce.

    Ma che ce frega non c’avemo totti, l’antri rubbeno.

    Ormai circola voce che manco gervi corra e sia tutto sommato lento e non segni.

    Cioè il delirio.

    Rispondi
  6. Nico lopez gela il milan.

    Dio solo lo sa quante volte io pregavo che quel giocatore avesse una possibilità.

    Ho visto giocare la roma con fenomeni parastatali da totti a florenzi a taddei taxidis rosi brighi greco, borriello. Tutti fenomeni parastatali ma lopez che una 10 di minuti gioco è fece un goal stupendo che permise di vincere una partita e salvò temporaneamente il culo a zeman. E poi il nulla.

    E lo sanno tutti che lo stesso sta accadendo con sanabria e verde.

    Uguale.

    Ho visto la roma giocare con la mezza ciofeca di destro e con quella ciofeca totale di florenzi, ma io sanabria e verde non li ho visti e non li vedrò manco per 10 minuti a fine partita.

    Che del resto si devono spartire iturbe dombia e ibarbo.

    Figurati ci sarà da vedere verde o sanabria.

    Rispondi
    • @apollo:

      E quei tre che si devono spartire gli ultimi 10 minuti delle partite quasi sempre segnate da pareggi e sconfitte, (cioè la carta della disperazione) perchè quando si vince totti non può uscire perchè deve aumentare il bottino sono costati tutti una sessantina di milioni e più.

      Rispondi
  7. Totti è il collo di bottiglia dell’attacco della roma.

    Una catena non è mai più forte del più debole dei suoi anelli.

    Se poi a Totti ci aggiungi keità, e costringi naingollana e pjanic a fare i mediani di interdizione e a difendere dai contropiedi sanguinosi tipo quello in coppa, ai voglia a dire che pjanic è lento.

    Ma certe volte io mi chiedo: ma come posso stare a dire cose di una evidenza banale?

    La roma in 11 con totti e de rossi non fa un tiro in porta per 70 minuti, la stessa senza totti e de rossi in 20 minuti non prende goal segna e fa oltre al goal almeno altri due tiri in porta.

    Questa cosa qua è come dire che l’acqua bolle a 100 gradi.
    Non si può discutere. Se invece i gradi sono 50 non bolle.Non è che se il fuco lo fai con la legna o con il gas cambia.

    Con totti e de rossi i gradi sono 50.

    L’acqua non bolle mai.

    A volte gervi fa i miracoli, a volte ljaic si inventa qualcosa a volte pjanci ti inventa il calcio di punizione, a volte manolas svetta e segna di testa.

    Ma l’acqua non bolle.

    Non c’è gioco cioè.

    La roma vince o comunque segna grazie a prodezze personali dei singoli che giustamente sono fior di campioni, tolto totti.

    Rispondi
    • @apollo: Ma infatti. Ci sarà un motivo se società sane come Dortmund o Shakhtar acquistano giocatori di 20-25 anni. Di certo nessuno fa come noi. Maicon,Cole,Keita e altri vecchiotti come Totti,non possono far parte di una squadra che fa calcio propositivo. Prendiamo Totti:qualsiasi allenatore degno,lo metterebbe in panca. Non può sostenere da titolare quel ritmo di una squadra da scudetto. Ma diciamoci la verità:quale ritmo? 😆
      Concordo che sia sbagliato il presupposto di integrare sti vecchiotti per poi metterli titolari. Io neanche come riserva li metterei. E stimo Keita,ti dico. Ormai,andrebbero bene per una squadra da quarto-quinto posto. Ma ahimè,mi sa che è quello il nostro destino

      Rispondi
      • @thiago94:

        Ma keita se i centrocmapisti che corrono finiscono per un motivo o per l’altro lo mandi in campo e una partita buona una volta ogni 3/4 te la fa.

        Ma non totlare tutte le volte e meno che mai nella roma in cui le alternative ci sono.

      • @apollo: Ma si,certo,anche io la penso così. Però non si può parlare di un vero e proprio progetto tecnico a medio-lungo se prendi 3-4 vecchietti l’anno. Mi pare una contraddizione. E comunque,i loro limiti fisici,contro Napoli,juve e in Champions si fanno sentire. Pur sapendo che Keita può dare ancora qualcosa,nei panni di Sabatini a giugno scorso non lo avrei preso lo stesso

  8. thiago94 ha detto:

    @Diggia: Questa situazione di caos apparente è figlia semplicemente di una gestione tecnica di basso livello. Pjanic è un giocatore forte,solo che passeggia come tutti,del resto. Non si può dire che Pjanic giochi male,perché il termine giocare implica movimento. Quale movimento fanno i nostri giocatori? Per lo stesso motivo,non possiamo dire di essere semplicemente meno forti della juve. Si tratterebbe di una scorciatoia dato che dovremmo correre in campo per dimostrarlo. Quelli della juve,generalmente corrono. Noi passeggiamo. Quindi noi non utilizziamo tutti i nostri mezzi a disposizione. Se lo facessimo,si potrebbe fare un paragone con i biancosporchi

    Ne approfitto per dire una cosa:ma è possibile che sto sito diventa un mortorio senza me e Apollo? :mrgreen:

    Rispondi
  9. Adesso è nata la leggenda che pjanic sarebbe il centrocampista più cercato in Europa addirittura. Ahahha. Ma in base a quale parametri? E perché le grandi di Europa dovrebbero spendere tanti soldi per un giocatore che sbaglia i passaggi a 2 METRI!!!!

    Rispondi
    • Ma che la tifate a fare sta roma se non vi piace un cazzo…..state sempre a criticare tutto……non fate prima a tifare rube

      Rispondi
    • @Diggia: Questa situazione di caos apparente è figlia semplicemente di una gestione tecnica di basso livello. Pjanic è un giocatore forte,solo che passeggia come tutti,del resto. Non si può dire che Pjanic giochi male,perché il termine giocare implica movimento. Quale movimento fanno i nostri giocatori? Per lo stesso motivo,non possiamo dire di essere semplicemente meno forti della juve. Si tratterebbe di una scorciatoia dato che dovremmo correre in campo per dimostrarlo. Quelli della juve,generalmente corrono. Noi passeggiamo. Quindi noi non utilizziamo tutti i nostri mezzi a disposizione. Se lo facessimo,si potrebbe fare un paragone con i biancosporchi

      Rispondi
  10. La roma in mano a Conte, cosa impossibile e senza totti e de rossi o l’anno scorso o quest’anno avrebbe vinto tutto.

    Ma sarebbe come dire che mia nonna se avesse le ruote sarebbe un carretto.

    La rosa è la migliore di serie a tolti totti e de rossi.

    Rispondi
    • @apollo: ..però apò con i se e i ma non si va da nessuna parte..dobbiamo sempre partire con le carte che abbiamo in mano e che se sono brutte vanno cambiate..

      Rispondi
    • @apollo:

      non è vero, di fondo la tua critica è giusta ma a costo di mettere totti alla base di tutti i problemi della roma finisci per estremizzare i concetti e sovastimare le conseguenze del suo ascendente negativo.

      la roma anche con conte non avrebbe vinto ugualmente nulla

      A perchè la juve ha la rosa più forte

      B perchè la juve ha gli arbitri

      C perchè conte non è mouinho, ferguson o guardiola, non è stato in grado di dare alla juve un impronta offensiva e una forza internazionale, la semifinale di europa league con il benfica ha messo in evidenza entrambe le cose

      D l’impiego di totti è un problema ma lo sono anche gli altri giocatori a fine carriera, i terzini deficitari, le riserve troppo acerbe e l’attacco poco prolifico, lo è la difesa dello scorso anno decimata, l’ncapacità dei nostri centrali di impostare l’azione

      E la poca mentalità

      e potrei continuare

      dire che totti è la fonte di tutti i nostri problemi è pretestuoso e lo sai, solo che a costo di ghettizzare lui sei disposto a togliere fondamento alle tue critiche

      Rispondi
      • @22.07.1927:

        La juve ha arbitraggi migliori.

        Ma non ha una rosa più forte.
        E sopratutto non ha panchina.

  11. …non lo vogliamo proprio fare sto salto di qualità vero?…Continuiamo a spendere soldini per pizza e fichi invece da metterli da parte per un top player vero ❓ Sabatini o viene imbeccato a far continuamente cosi’ o sta veramente in crisi di scelte…Con questa mentalità di mercato,come è stato ampiamente dimostrato, non si va da nessuna parte, ed ancora insistiamo?? Sabba e soci devono mettersi nel cucuzzone che la Roma non deve essere più dispersiva e mirare solo ad avere uomini, non solo tignosi dal punto di vista caratteriale, ma anche costanti nel rendimento…. Eppoi per favore, BASTA con i cognomi che finiscono per ” IC ” hanno sempre le polveri bagnate e sparano solo occasionalmente… Gli scudetti gli abbiamo vinti solo con carestosi sfondareti….il tempo degli esperimenti è FINITO….

    Rispondi
    • @passo:

      Ecco un’altro.

      13 milioni per de rossi l’anno.

      Aggiungi totti borriello e tutto il resto.

      La roma è come l’italia.

      Vampirizzata da anni di sacco.

      E ancora stai a parlare di campioni.

      Rispondi
      • @apollo: …vabbè ma allora che tifiamo a fare? buttiamo tutto al cesso e buonanotte!… scusa ma fai i soliti discorsi acccademici che non portano a un cazzo..

      • @passo:

        La roma in 4 anni ha investito all’inveerosimile.

        Chiunque è venuto è stato massacrato ed è fuggito.

        Questi sono fatti.

        L’umtimo rimasto era pjanic ed andrà via a grande richiesta.
        E farà la sua fortuna.

      • @apollo:

        Ma benatia è un campione?

        Giusto per sapere.

        Se devi dare 13 a de rossi non puoi darne 6 a benatia.

        Tutto qua.

        Fa anche rima.

        Con le conseguenze tragiche che ne derivano.

      • @apollo: ..su questo hai perfettamente ragione ma allora come vedi non si tratta solo di quattrini ma soprattutto di dirigenza ed organizzazione che con gli americani speravo che finalmente ci fosse..

  12. Cassano da quello sprovveduto che è ha detto la verità.

    Che il mondo intero conosce tranno roma.

    Lo ha fatto perchè vorrebbe tornarci, e viceversa ha comunque chiuso una porta che del resto non si sarebbe aperta.

    Ma cambia poco.

    20 anni di capitano e vicecapitano sono stati dipinti alla perfezione.

    Ma del resto soldi buttati per entrambi per borriello per taddei per adriano e tutto il resto.

    Più le radio più il tifo organizzato, più il malaffare la politica, il controllo del consenso, i maneggioni, gli inetrmediari, gli affari loschi, la criminalità organizzata e il tifo politicizzato, mafia capitale, l’odore di soldi.

    E’ ROMA.

    20 ANNI DI MERDA.

    Rispondi
    • @apollo:

      E non voglio manco parlare degli allenatori in gamba sbattuti fuori dal coatto 38enne attraverso la stampa prezzolata, il tifo criminale e organizzato e pagato, le radio e i giornali pagati, che ti permettono nei momenti importanti di ottenere cifre faraoniche, che a loro volta vengono reinvestiti in tifo stampa malaffare intermediati e tutto il resto.

      PER 20 anni.

      E non voglio parlare degli allenatori che manco morti vogliono venire e che preferscono piazze ben medicri, allenatori giovani come montella puniti, altri come zeman garcia e luis mandati allo sbaraglio senza nessuna possibilità di farcela e che non avendo alcun potere decisionale si usano come parafulmine, i tanti giovani che vengono a roma con la speranza di avere una solo opportunità, e che non l’avranno mai, e altri campioni come vucinic che fuggono per disperazione e fanno la loro fortuna e soprattutto quella di una diretta concorrente.

      Rispondi
  13. si vabbè e siamo secondi grazie a GARCIA ma per favore 22.07.1927 ha detto:

    @LorySan:
    migliore rosa della serie A
    yanga mbiwa che ha i piedi fucilati e spesso legge male l’azione offensiva
    astori, che quest’anno ha fatto degli errori pesanti che ci sono costati punti
    maicon sempre rotto, non regge 90 minuti
    balzaretti ………..completate voi
    castan ……si è svegliato dall’intervento?
    torosidis cosa sa fare oltre spazzare il pallone?
    cole ha preso roma per i La galaxy
    florenzi piedi fucilati, che ruolo ha?
    de rossi è un difensore centrale ma da noi gioca a centrocampo senza saper impostare
    ucan non viene utilizzato
    paredes non viene utilizzato
    pjanic l’unico regista al mondo che sbaglia passaggi da 1 metro
    totti solita classe ma non regge più i ritmi
    ljaijc sempre la stessa finta, se non salta l’uomo fa il tiro all’orso
    doumbia nuovo acquisto ma sta in tribuna
    gervinho fantasma di quello dello scorso anno, gli avranno preso le misure?
    iturbe, tanta corsa e finte ma negli ultimi metri o gliela tolgono o la perde da solo
    su che basi la roma ha la migliore rosa della serie a?
    il valore aggiunto mi sembra proprio garcia che non una squadra molto buona ma non eccezionale ci garantisce il secondo posto da due anni.

    Rispondi
    • @sniper752009:

      abbiamo la rosa più forte della serie A? allora perchè rompete il cazzo tutte le domeniche ai giocatori, se sono così forti non dovremmo criticarli

      Rispondi
      • @22.07.1927: per quanto mi riguarda io non ho mai criticato i giocatori. ma a te ora piace come gioca la roma? che trovi di tanto speciale in garcia?

      • @oimar: anche garcia ha dei limiti senza dubbio, i suoi schemi offensivi si basano esclusivamente sulle ripartenze veloci di gervinho ma si adatta anche ai mezzi che ha a disposizione, la rosa non è completa

  14. Vorrei fare un’ultima riflessione. Vedo che le squadre vincenti o comunque forti,acquistano giocatori secondo un certo criterio tattico. Penso che su questo non ci siano dubbi,il Chievo(esempio qualsiasi) acquista senza pensare ad un qualsiasi criterio,ma solo per rivendere un determinato giocatore. Anche noi penso che acquistiamo secondo uno specifico criterio,così come le grandi. Adesso,il suddetto criterio è basato sul gioco che l’allenatore vuole fare. Ergo,gli acquisti da fare sono decisi dall’allenatore,che prende quel nome di manager. Negli altri grandi club,infatti,i dirigenti hanno ben altri ruoli. Al massimo in tempo di mercato,il manager dice,il dirigente fa. Noi invece abbiamo due menti per il mercato. Da una parte,abbiamo Sabatini che ultimamente ha fatto dei danni,ma riconosco che in un passato recente abbia fatto anche cose buone. Dall’altra c’è Garcia. Per quanto possa esserci unità d’intenti,ognuno ha il proprio cervello. Non vorrei che alcuni acquisti sbagliati siano da imputare ai possibili compromessi tra i due

    Rispondi
  15. oimar ha detto:

    @Erminio: io non mi sento assolutamente un esperto sopraffino e non so se sia giusto tenere garcia o meno, ma vorrei chederti il motivo per cui garcia sia oro colato. lo scorso anno ha fatto sicuramente bene, ma io ho visto sempre, anche nei momenti migliori, un unico gioco basato esclusivamente sull’imprevedibilità di gervinho.
    secondo me la roma ha la rosa migliore della serie A e il nostro allenatore non sa sfruttarla

    Finalmente uno che dice come stanno le cose!!!

    La roma, dal centrocampo in su, ha ottimi giocatori, negarlo sbagliato, e una difesa piu che buona.

    Diciamo che ad ora, il nostro allenatore non sa tirarne fuori le potenzialità… non mi sembra che si dica una mostruisità.

    è vero anche che siamo secondi, e che abbiamo retto benino la “crisi”, ma la scossa la deve dare l’allenatore, deve cambiare modo di pensare, perche ad oggi ha portato avanti un “credo” sbagliato che non lo ha portato a nulla.

    La roma dello scorso anno era GERVINHO, noi parliamo di benatia, di totti, di strootman, ma la roma, era GERVINHO, ce poco da dire o da fare.

    La roma ha un solo gioco, cioè palla a gervinho e via.

    In un anno e mezzo è stata questa la costante ragazzi miei, e chi nega questo, non si guarda la roma, ma commenta per sentito dire.

    Gervinho non è cr7, non è bale, ma un buon giocatore,veloce, ottimo dribling, ma nulla piu.

    Rispondi
    • @LorySan: Concordo anche io che la costante dello scorso anno sia stata palla a Gervinho. Finché abbiamo avuto pochi infortunati e Gervinho in condizione,contro le piccole vincevamo. Domanda:vi sembra un gioco “palla a Gervinho”? Un gioco europeo? A me sembra sfruttare il singolo individuo. Che poi come variante,sarebbe anche utile. Ma come VARIANTE però. Si spiegherebbe il perché delle batoste nei big match

      Rispondi
    • @LorySan:

      migliore rosa della serie A

      yanga mbiwa che ha i piedi fucilati e spesso legge male l’azione offensiva

      astori, che quest’anno ha fatto degli errori pesanti che ci sono costati punti

      maicon sempre rotto, non regge 90 minuti

      balzaretti ………..completate voi

      castan ……si è svegliato dall’intervento?

      torosidis cosa sa fare oltre spazzare il pallone?

      cole ha preso roma per i La galaxy

      florenzi piedi fucilati, che ruolo ha?

      de rossi è un difensore centrale ma da noi gioca a centrocampo senza saper impostare

      ucan non viene utilizzato

      paredes non viene utilizzato

      pjanic l’unico regista al mondo che sbaglia passaggi da 1 metro

      totti solita classe ma non regge più i ritmi

      ljaijc sempre la stessa finta, se non salta l’uomo fa il tiro all’orso

      doumbia nuovo acquisto ma sta in tribuna

      gervinho fantasma di quello dello scorso anno, gli avranno preso le misure?

      iturbe, tanta corsa e finte ma negli ultimi metri o gliela tolgono o la perde da solo

      su che basi la roma ha la migliore rosa della serie a?

      il valore aggiunto mi sembra proprio garcia che non una squadra molto buona ma non eccezionale ci garantisce il secondo posto da due anni.

      Rispondi
      • @22.07.1927:

        naturalmente salvo quelli che non ho citato

        vi faccio questi nomi pogba vidal pirlo tevez, la juve ha una punta che vale tutto il nostro attacco per numeri, tre centrocampisti di qualità tecnica assoluta, noi uno che è strottman e lo rivedremo il prossimo anno, parliamo della difesa, per me manolas è più forte di tutti i loro centrali ma yanga e astori non sono bonucci e caceres, ( ad es bonucci sa impostare, cosa che a noi servirebbe come il pane) portieri, loro hanno buffon, noi vabbè.

        ripeto su che basi siamo la rosa più forte della serie A?

      • @22.07.1927:

        nainggolan non l’ho citato nel paragone con la juve perchè ha enorme quantità ma a livello qualitativo non è paragonabile

      • @oimar: senza contare che:
        a) pjanic è un 3/4ista e lo fa giocare da interditore. inoltre è uno dei cc più richiesti in europa
        b) iturbe e ljiaic sono due seconde punte e giocano da esterni
        c) gervinho lo conosciamo ma non è un giocatore da 90 minuti, deve entrare a partita in corso per creare pericoli alle difese stanche
        d) manolas è un gran bel difensore
        e) paredes e ucan se non giocano non è colpa mia..

      • @oimar:

        attenzione, qui si è espresso un giudizio categorico, la roma ha la rosa più forte della serie A, un giudizio del genere dovrebbe basarsi sull’effettivo valore che i giocatori esprimono in campo, come puoi dare per certo che i nostri elementi, se giocassero nel loro ruolo farebbero meglio, la controprova non ce l’hai. Su quali fatti certi, riscontrati sul campo determini che la roma ha la migliore rosa della serie A?, conta solo quello che dice il campo.

      • @oimar:

        si, sono ben conscio dei limiti della squadra, la nuova società si è insediata da poco, è un progetto a lungo termine che necessita l’ innesto di tasselli importanti anno per anno. Ad oggi la rosa completa non è strutturata per vincere, sebbene qui qualche santone v’aveva fatto credere che con l’addio di conte lo scudetto era in banca

  16. Io sinceramente comportamenti sopra le righe, come poteva averne Cassano non ne vedo ora. Inutile quindi fare certi discorsi. Ma se vogliamo proprio parlarne, diciamo anche che le vittorie legittimano un atteggiamento più severo con i tesserati.

    Comunque chi non si rende conto che Garcia per una squadra come la nostra sia oro colato, allora è meglio che cambi squadra.. tutti esperti sopraffini di sto ca..

    Rispondi
    • @Erminio: io non mi sento assolutamente un esperto sopraffino e non so se sia giusto tenere garcia o meno, ma vorrei chederti il motivo per cui garcia sia oro colato. lo scorso anno ha fatto sicuramente bene, ma io ho visto sempre, anche nei momenti migliori, un unico gioco basato esclusivamente sull’imprevedibilità di gervinho.
      secondo me la roma ha la rosa migliore della serie A e il nostro allenatore non sa sfruttarla

      Rispondi
  17. kike ha detto:

    come e possibile che salah appena arrivato in seria a faccia il fenomeno e iturbe che ha gia un anno di esperienza faccia fatica????
    le cose sono due, o salah e un top player o iturbe e un mezzo giocatore…..

    l erba del vicino è sempre piu verde e buona 🙄 cmq a parte le ironie iturbe appunto perche ha una stagione in piu è piu conosciuto dai difensori italiani, come gervinho datronde 😉 poi mettetece che la preparazione della premier è 10 volte mogliore a quella della serie A(cuadrado docet) 😉 io faro un confronto a parita di forma fisica 😉

    Rispondi
    • A Iturbe (Sabatini a parte) non me pare che l’hanno cercato in molti durante il calciomercato. Magari é un buon giocatore ma sicuro non vale i soldi spesi.

      Rispondi
    • È una questione mentale, iturbe ha fatto un passo avanti nella sua carriera e ne sente la pressione, salah ha fatto l’opposto. Uno deve sbloccarsi, l’altro gioca rilassato come giocasse al campetto il sabato mattina con gli amici.

      Rispondi
      • @Erminio:

        ovvio, iturbe è passato dal verona alla roma, salah dal chelsea della fiorentina, che pressione doveva sentire salah, ha fatto un passo indietro nella sua carriera

  18. derossimaancheno ha detto:

    Florenzi giocherà necessariamente terzino dx.
    Toro è squalificato e Maicon fuori uso.

    A me comunque fa ride.
    Sembra paperino.
    Mai una giusta manco per sbaglio o per caso.
    Il buco nero della statistica.

    Rispondi
  19. Tommy91 AsRoMa ha detto:

    Cassano: “Roma perfetta per me. Juventus rifiutata 4 volte”
    intervenuto alla trasmissione Heroes che andrà in onda stasera su Canale5, Antonio Cassano, attualmente svincolato dopo la rescissione col Parma, ha parlato della sua discussa storia calcistica.
    Eccone alcuni stralci concessi da Mediaset in anteprima:
    Divertimento a Roma?
    “Molto, tantissimo. Tra Juve e Roma ho scelto la Roma per molti motivi”.
    Ripeteresti la tua scelta?
    “Si tutta la vita. La Roma in quel periodo là era squadra ideale e la città ideale per uno come me. Se vai a Torino devi rigare sempre dritto, come ho detto tante altre volte…”
    Cosa sono i “soldatini”?
    “Ho detto se vai alla Juve devi rigare dritto, devi essere perfetto, fare tutto perfetto, se fai mezza cosa sbagliata sei fuori. Io ho bisogno delle mie follie, libertà. La Roma era perfetta per me, la Juve l’ho rifiutata ben quattro volte”.
    Totti? “Il pupo ancora oggi a 38 anni, come mi diceva lui: li mor….. sua, come si mantiene bene. Vederlo così sono contento. Sono ancora più contento quando dice, con tanti campioni con cui ha giocato: Antonio è il giocatore più forte. Che poi è la verità (ride, ndr)”.
    La mentalità è anche questa.

    Tale affermazioni sn preoccupanti perché confermano ciò che già si dice, che a Roma è SEMPRE mancata rigidità e sarà un caso che l’ultimo scudetto vinto lo abbiamo vinto cn uno che non ti guardava in faccia, cn un sergente cm capello…

    Garcia ha capito cm funziona a Roma, ha capito che per star simpatico ai giocatori devi scendere a compromessi e lo scorso anno, spinto dalla perdita della coppa Italia, i giocatori hanno dato tanto, ma non il massimo.

    Molto probabilmente non si allevano tanto, avendo solo una partita a settimana, e appena si sn aumentati gli impegni calava di brutto…

    Quest’anno si sn allenati poco, si vede e si nota.

    Rispondi
    • @LorySan:

      Per molti questo era il primo anno in Champions. In tanti non erano abituati a giocare a questi ritmi ogni 3 giorni.
      Se poi molti di questi non sono fisicamente e alteticamente all altezza, conditi da infortuni vari, ecco che poi si crea una situazione del genere.
      Ma questa in parte è responsabilità di chi costruisce la squadra, poi di chi l allena e infine chi scende in campo.

      Rispondi
    • @LorySan:

      Poi se tu sai che devi giocarti lo scudetto e hai la Champions durante la settimana, e quindi sai che gli impegni sono tanti e tutti difficili. Non puoi decidere di affrontare una stagione con un terzino 34enne in precarie condizioni già dall anno primo prima (e pure reduce da un mondiale) che non regge due partite di fila e una riserva non all’altezza. Non puoi pensare di giocare in attacco con un 38enne titolare e una riserva che, a parte i gol in tap in, era totalmente un pesce fuor d’acqua.

      Sono cose che si sapevano e a cui non si è voluto metter mano. Non lamentiamoci poi se in attacco non segna nessuno e i terzini sono nulli, creando così alla lunga un problema per la squadra. Che gli costa punti. Perché erano cose prevedibili.

      Rispondi
  20. Grande Capo Estiqaatsi ha detto:

    @thiago94: sì ma non ha vinto subito Kloop, ci vuole molta pazienza.

    Ma dite ste cose per farmi incazzare così da divertirvi o le pensate davvero? Cioè stiamo paragonando Klopp a Garcia? Allora:prima di tutto ha dato subito un’impronta alla sua squadra. Un’impronta di gran gioco,tecnico e veloce. Ha gettato le basi giocando ad alta intensità,seppur perdendo delle partite prendendo gol su contropiede. Secondo: stai paragonando la bundesliga alla serie a? Chiaramente li pure un bravo allenatore ha difficoltà con le sue idee di gioco perché tutte le squadre corrono a 1000. Quali sarebbero le basi che avrebbe gettato Garcia? Le passeggiate domenicali? O i focus sul possesso palla in allenamento a 2 km/h? 😆

    Rispondi
    • Abbiamo fatto ridere in tutti i big match,compreso l’ultimo contro la juve rammollita di Allegri(con Conte ci avrebbero dato le mazzate)che è venuto a Roma per pareggiare. 1-7 in Champions,in casa tua. 3 mesi senza vincere in casa. Pareggite cronica e passeggite sfrangi-coglioni. Siamo secondi solo grazie alla mediocrità del nostro campionato. Se giocavamo in Bundesliga,in zona retrocessione eravamo…

      Rispondi
      • @LorySan: Bravo. Infatti. Si può fare una squadra vincente basandola sui vecchi? Secondo Garcia si. Tanto per lui,la squadra deve fare sterile possesso. Mica deve correre eh…

  21. come e possibile che salah appena arrivato in seria a faccia il fenomeno e iturbe che ha gia un anno di esperienza faccia fatica????
    le cose sono due, o salah e un top player o iturbe e un mezzo giocatore…..

    Rispondi
  22. Cassano: “Roma perfetta per me. Juventus rifiutata 4 volte”

    intervenuto alla trasmissione Heroes che andrà in onda stasera su Canale5, Antonio Cassano, attualmente svincolato dopo la rescissione col Parma, ha parlato della sua discussa storia calcistica.
    Eccone alcuni stralci concessi da Mediaset in anteprima:

    Divertimento a Roma?
    “Molto, tantissimo. Tra Juve e Roma ho scelto la Roma per molti motivi”.

    Ripeteresti la tua scelta?
    “Si tutta la vita. La Roma in quel periodo là era squadra ideale e la città ideale per uno come me. Se vai a Torino devi rigare sempre dritto, come ho detto tante altre volte…”

    Cosa sono i “soldatini”?
    “Ho detto se vai alla Juve devi rigare dritto, devi essere perfetto, fare tutto perfetto, se fai mezza cosa sbagliata sei fuori. Io ho bisogno delle mie follie, libertà. La Roma era perfetta per me, la Juve l’ho rifiutata ben quattro volte”.

    Totti? “Il pupo ancora oggi a 38 anni, come mi diceva lui: li mor….. sua, come si mantiene bene. Vederlo così sono contento. Sono ancora più contento quando dice, con tanti campioni con cui ha giocato: Antonio è il giocatore più forte. Che poi è la verità (ride, ndr)”.

    La mentalità è anche questa.

    Rispondi
    • @Tommy91 AsRoMa: questa intervista di cassano e’ l’ulteriore prova ke a roma manca la cultura del lavoro …. e’ proprio quando dice alla juve ti fanno rigare dritto capisci xke’ vincono sempre e noi mai

      Rispondi
      • @Bangkok:

        Bravo!

        A Roma (è dimostrato) servono sergenti di ferro per vincere. Gente di carattere che non guarda in faccia a nessuno e mette tutti in riga!

      • @Bangkok:

        Bravo!

        A Roma (è dimostrato) servono sergenti di ferro per vincere. Gente di carattere che non guarda in faccia a nessuno e mette tutti in riga!

  23. Non e’ possobile che una squadra debba girare x un giocatore di 38 anni che sta fermo!!!! Cambiare modulo… trequartista (ljajc) e due punte e nn ci ferma nessuno!!!! Daje garcy’ …

    Rispondi
  24. 22.07.1927 ha detto:

    @Pessoa:
    quindi se non hai un passato illustre e la mentalità consolidata che ne consegue continui a non vincere per l’eternità, allora che lo guardiamo a fare il calcio

    Infatti. Credono alle leggende metropolitane. Eppure abbiamo visto tutti che squadre dal palmares non di certo favoloso riescano a pescare dei NESSUNO qualsiasi come allenatori che gli danno mentalità vincente. Chi era Klopp prima di vincere 2 scudetti col Dortmund? E Simeone prima di farlo con l’Atletico? Ancora: Lucescu,che se non sbaglio era stato pure in Italia prima dello Shakhtar,ha creato una realtà incredibile in un posto come L’Ucraina. Ha dato mentalità. Non mi pare che queste squadre siano super blasonate come Real,Barça,United,Bayern,juventus. Eppure sono riuscite a fare qualcosa di grandioso,chi più chi meno.Sfatiamo ste leggende che la verità è un’altra. Esiste l’allenatore bravo e quello che non lo è

    Rispondi
  25. Derby di Manchester per Radja Nainggolan: lo United è pronto a offrire 40 milioni di euro e un contratto da circa 4 milioni di euro a stagione (contro i 2,5 milioni all’anno offertogli dal ds Sabatini per il rinnovo) al centrocampista belga della Roma, seguito con interesse pure dai cugini del City.

    OCCHI SU DONSAH – Il cartellino di Nainggolan è in comproprietà col Cagliari e, sempre secondo la Gazzetta dello Sport, proprio nella squadra sarda i giallorossi hanno individuato il suo possibile erede nel giovane ghanese Godfred Donsah, già adocchiato anche dall’Arsenal e dallo stesso Manchester City.

    Rispondi
  26. Chiamatemi difensivista ma io domani metterei un 442. Paredes radja keita e pjanjc leggermente avanzato,in attacco Iturbe e Ljajic. È inutile mettete le ali se non ci sono spazi e soprattutto se non c’è nessuno in mezzo a prendere cross. Il problema del nostro gioco di questi mesi è che ci hanno tolto gli spazi.
    Ahh, mi piacerebbe vedere Skorupski al posto di De Sanctis, la sceneggiata dell’altro giorno con Manolas non aiuta per niente la squadra e lui dovrebbe saperlo bene data l’esperienza..

    Rispondi
    • Ciao Ale, tutto ok?
      Io col Chievo giocherei così:

      Desanctis
      Florenzi Manolas Astori Cole
      Paredes ddr Radja
      Iturbe Totti Ljaic

      Mentre con la fiore così:
      Skoruopski
      Torosidis Manolas Mapou Holebas
      pjanic Keita Radja
      Flore Gervi Ljajic

      Teniamo contro del fatto che avremo 3 partite in 8 giorni e che dopo la coppa ci sarà l’ostica Samp. Forse x a,l’ora rientrerà qualcuno tipo Ibarbo ma occorre lo stesso ruotare sapientemente gli uomini.

      @onemoretime:

      Rispondi
  27. apollo ha detto:

    Ljaic totti florenzi sarà domani.
    La peggiore in assoluto.
    La migliore sarebbe
    VErde Iturbe Gervi.
    Verdremo chi ha ragione.

    Florenzi schierato attaccante è il colmo poi…non ha le caratteristiche per farlo e limita la manovra offensiva. Al massimo terzino. Lo avevo dimenticato nella lunga lista di giocatori fuori posizione

    Rispondi
  28. oh ragazzini mi raccomando :

    se siete forti a Fifa 15 potete fare il mestiere di Garcia

    se siete forti a Football Manager potete fare il mestiere di Sabatini

    Daje

    Rispondi
  29. E comunque il fattore scelta a sua volta può essere condizionato, anzi lo è.
    Pure i giocatori sono esseri umani, e quindi sottoposti a calo di condizione
    a cause varie…per cui chi sta bene scenderà in campo..
    Ecco perché i rinforzi devono essere all’altezza dei titolari, e dico una gastronomia…
    i titolari non ci dovrebbero essere….o quanto meno tutti lo devono essere.
    L’errore di mercato…è porta bandiera di questa situazione…
    Dopo la serie pareggi è strano che non si è stati in grado di rimediare se non
    con 2 giocatori sderenati….solo qua ste cose.

    Rispondi
  30. SECONDO ME il problema molto sottovalutato fino ad ora, ma non meno importante è stato il FATTORE SCELTA!!!

    Fino ad adesso abbiamo visto giocatori lenti, imprecisi, confusi, INSOMMA, gente che non è in forma ne mentalmente ne fisicamente.

    Veder entrare giocatori cm iturbe, cm verde, cm peredes, in parte florenzi, che corrono, dinamici e vogliosi di far bene, mi fa gioia, ma dall’altra parte mi fa rabbia, perché si poteva puntare su di loro, che invece far giocare gente “moscia”.

    In una squadra 2-3 giocatori che non corrono, che sn imprecisi e confusi, pesa molto sull’economia del gioco, perché costringe gli altri a tappare i buchi lasciati, e questo crea disordine.

    2-3 invece che corrono al posto di gente che non corre, esalta il gioco e rende la squadra più ordinata.

    Pensate quando in una squadra sn 3-4 giocatori a non correre, o di più, cm è stato per esempio nel derby: maicon, de rossi, pjanic, Totti ( per 60 minuti ), ecc…, e li, infatti stavamo prendendo l’umiliazione, che poi per fortuna non è stata.

    Ad oggi i giocatori fuori forma sono Totti, gervinho, pjanic e de rossi.

    LE ULTIME VITTORIE A GENOA E CAGLIARI… Le vittorie della, cosi detta, GIOVENTÙ, che poi stranamente, ma neanche più di tanto, NON RICONFERMATE, per ritornare alla solita “routine” lenta e confusa.

    La vittoria col fayenord??

    Abbiamo rischiato, abbiamo rischiato di rimanere in 10 e rigore contro per una manata/gomitata di de rossi a kazim… Inspiegabile…

    Ma per fortuna l’abbiamo scampata.

    CHIEDO SOLO UN PO DI CORAGGIO, PERCHE IL CIRAGGIO, ALLA FINE, PAGA 😉 😉

    Rispondi
  31. Ljaic totti florenzi sarà domani.
    La peggiore in assoluto.

    La migliore sarebbe

    VErde Iturbe Gervi.

    Verdremo chi ha ragione.

    Rispondi
    • Florenzi giocherà necessariamente terzino dx.
      Toro è squalificato e Maicon fuori uso.
      Detto questo, subito dopo Totti il tuo principale obbiettivo è semore Florenzi, solo che in questo caso non si capisce perché, a parte la romanità.
      Flore corre come nessuno e si sa quanto ci serve gente che corra ora.
      Spesso è tra i più lerocolosi davanti ed anche il gol di keita è frutto di un suo cross.
      Preconcetti, punto.
      @apollo:

      Rispondi
  32. Ok l’attacco, ma il centrocampo per me, deve essere nainggolan-keita-peredes, e allora si che vedremo una bella Roma.

    ————– de Santis ————–
    Flore—-manolas–astori—-holebas
    –peredes—–keita—–nainggolan–
    iturbe———ljajic———verde

    Rispondi
  33. allenamento di ieri

    Verde-Ljajic-Iturbe
    mi piace ma Iturbe deve giocare a destra capito RUDI?
    è quello il suo posto no a sinistra

    Rispondi
  34. Er Catalano ha detto:

    @Pessoa:
    Per me se sei ancora secondo dopo tutti questi problemi e’ solo perche’ il livello delle squadre che hai dietro e’ abbastanza osceno.Per vincere qualcosa ci vuole ben altro, La Rubentus malgrado la sega di Allegri sta vincendo questo campionato senza nenache sforzarsi piu’ di tanto!

    Molti nostri tifosi,tralasciano(volutamente)questo dettaglio per niente indifferente. Adesso vorrei capire il perché

    Rispondi
  35. Grande Capo Estiqaatsi ha detto:

    sul sito ormai c’è un tuttologo

    bentornato GRANDE CAPO 😀 😀 😀

    chi è il tuttologo 🙂 🙂 ❓

    Rispondi
  36. Er Catalano ha detto:

    Per vincere qualcosa ci vuole ben altro, La Rubentus malgrado la sega di Allegri sta vincendo questo campionato senza nenache sforzarsi piu’ di tanto!

    Si chiama mentalità.
    E non si apprende in due giorni.
    C’è un perchè se 3 squadre vincono il 90% degli scudetti nel corso della storia.

    E’ anche perchè sono state storicamente più forti, con giocatori migliori e risorse maggiori dati i bacini d’utenza e i poteri alle spalle.

    Ma la mentalità vincente non si compra.
    Quella, appunto, che ti fa vincere lo scudetto, così, quasi per noia, senza sforzi.
    Tipo questo o tipo quello del Milan di Zaccheroni o tanti altri strisciati.

    Con questa mentalità, solo negli ultimi 15 anni, la Roma ne avrebbe 4-5 in più.

    Rispondi
    • @Pessoa:

      quindi se non hai un passato illustre e la mentalità consolidata che ne consegue continui a non vincere per l’eternità, allora che lo guardiamo a fare il calcio

      Rispondi
  37. A parte il fatto che l’anno scorso nei big match,prendevamo pizze a destra e a manca. Però almeno con le piccole vincevamo. E da qui viene il vostro ragionamento per il quale Garcia sarebbe un grande allenatore. Seguendo il filo,ne verrebbe fuori che anche Allegri allora è un grande allenatore dato che con le piccole vince sempre. Dovreste considerare pure che giocatori allenano questi allenatori e in quale campionato lo fanno. La serie a per me è la più mediocre della storia in questo momento. Inoltre ricordo a molti che prima almeno(tipo con Spalletti e Ranieri)non potevamo chiedere di più anche perché c’era una avversario come l’Inter,palesemente più forte di noi. Invece questa juve,non mi sembra granché oggi

    Rispondi
  38. Per domani col 4:2:3:1
    Skorupski (Morgan troppo nervoso e insicuro. Bisogna fare una scelta, io punterei sul polacco nonostante i limiti palesati in alcuni fondamentali, primo tra tutti le uscite)
    Florenzi (abbiamo bisogno della sua corsa)
    Cole (col Parma aveva fatto bene)
    Manolas (il migliore)
    Astori (riposato, rimanderei l’esordio di Spolli)
    Keita (leader, l’anima vincente della squadra)
    Paredes (con Keita vicino dovrebbe giocare con serenita’, illuminanti i sui lanci che possono interrompere la melina di passaggi a centrocampo)
    Pjanic (dietro la punta con liberta’ di svariare per il campo “alla Totti”, il suo ruolo)
    Verde (freschezza, corsa e inserimenti alla Gervinho, dai che lo puoi fare!)
    Iturbe (il piu’ fisicato tra gli attaccanti disponibili la’ davanti, per me sa giocare anche spalle alla porta e puo’ fare all’occorrenza la prima punta)
    Lijaic (il nostro bomber, imprescindibile)

    Rispondi
    • La tua formazione mi piace ed alcune scelte sono obbligate (tipo flore terzino x la squalifica di toro e Asrori x quella di Mapou o Cole x l’indisponibilità di Holebas).
      Farei però giocare DDR e Nainggollan al posto di Keita e Pjanic per avere questo ultimi freschi con la Fiorentina. Tra l’altro Pjanic si è allenato a parte.
      Rammento che abbiamo 3 partite fondamentali in 8 giorni.
      @down under:

      Rispondi
  39. Se dal prossimo anno vogliamo finalmente vincere qualcosa dovremmo tutti mettere da parte “la fiamma del cuore” come dice qualcuno.Bisogna essere pratici ed allontanare finalmente i giocatori che non rendono o non sono all’ altezza indipendentemente dell’ attaccamento alla maglia che la sola non apri un ciclo vincente.Ho vissuto in Inghilterra ed adesso in Spagna ed in tutte le grandi squadre non guardano in faccia a nessuno ma solo al rendimento puro.

    Se poi vogliamo ancora continuare sentimentalmente teniamoci tutti i giocatori attuali, in primis De Rossi super romanista, capitan futuro, “…ma adesso si riprende”.Poi ti svegli sudato e pensi ma questo guadagna 6 milioni all’ anno per passeggiare in campo, fare falli inutili, gia’ fracico a 31 anni e che in 10 anni di carriera avra’ fatto la differenza solamente in un paio.Un po’ poco per vincere ed infatti a parte la Nazionale non ha ancora vinto un cazzo!

    Rispondi
    • @Er Catalano: Hai ragione. Infatti per me essere tifoso significa dare supporto alla società AS ROMA,non ai singoli elementi. Giocatori e allenatori vanno e vengono in continuazione. Se dobbiamo leccare i piedi a tutti gli elementi che si succedono,che vita da cani sarebbe?

      Rispondi
  40. In mano a montella questa squadra in una crisi simile ne avrebbe perse parecchie…….con garcia invece si pareggia….e non è poca cosa

    Rispondi
    • @Oblomov: Ho la stessa sensazione.

      Una crisi simile gestita ordinariamente, di solito porta al collasso.
      Con lo stesso Spalletti c’erano anni in cui si scivolava quasi a metà classifica.

      Secondo me il botto è stato retto sin troppo bene.

      Non ci si rende conto perchè, giustamente, si è delusi.
      Ma c’è stato un botto, manco breve e manco piccolo.
      E i danni concreti sono stati minimi.
      Oggi, se la squadra iniziava a perdere, era facile ritrovarsi al sesto posto.

      Rispondi
      • Esatto….e anche in partite delicate come contro la lazio o juve sotto di 2 e 1 gol abbiamo rimontato…..altri anni sarebbero finite con 3-4 espulsioni

      • @Pessoa:

        Per me se sei ancora secondo dopo tutti questi problemi e’ solo perche’ il livello delle squadre che hai dietro e’ abbastanza osceno.Per vincere qualcosa ci vuole ben altro, La Rubentus malgrado la sega di Allegri sta vincendo questo campionato senza nenache sforzarsi piu’ di tanto!

      • @Pessoa: se siamo in findo al tunnel sì,la botta è stata assorbita alla grande.. Se il tunnel è ancora lungo in 2-3 settimane saremo quarti.. Spero solo che la luce intravista lunedì sia veramente la fine!!!

    • Avete ragione tutti. Ma prima non potevamo ambire a tanto. Adesso abbiamo una società solida. Mi sembra lecito ambire al massimo ed essere delusi alla luce del fatto che la squadra Garcia l’avrebbe pure…per me,incolpare l’allenatore,mi sembra solo la strada più semplice. Poi comunque è un’opinione e non voglio costringere nessuno a pensarla come me

      Rispondi
  41. Mettendo Pjanic trequartista in pressing alto,Nainggolan in pressing alto,Ljajic ogni tanto(e dico ogni tanto) nell’area di rigore,un centravanti che faccia i movimenti da centravanti(non Totti,che si dovrebbe contendere il posto con Pjanic sulla trequarti),risolveremmo gran parte dei problemi. Qualcuno dirà:in questo modo chi gioca a metà campo? Facile:De Rossi vicino ai difensori centrali che sono costretti a salire per tenere i reparti corti. Un terzino dovrebbe salire costantemente a fare l’uno-due con gli attaccanti e l’altro terzino che va in raddoppio. Inoltre il pressing non è un qualcosa che possa essere fatto in solitaria. è una cosa di squadra. 2-3 elementi(insieme) devono sempre infastidire la manovra avversaria per permetterci di rimanere alti e prendere meno contropiedi possibili.Ecco la soluzione

    Rispondi
  42. Ljajic: un ragazzo dalla tecnica superba e un controllo palla degno di un campione. Ma purtroppo per noi,pecca in velocità. Ok che gente come Gervinho(anche Iturbe) vada sul fondo sfruttando la velocità e cercando di creare superiorità. Ma Ljajic non ha queste caratteristiche e, schierato in questo modo,è un mezzo giocatore. E non parlo di posizionamento,ma di un concetto basilare che a Ljajic non viene mai spiegato. Con la sua tecnica,potrebbe fare valanghe di dai e vai dentro l’area di rigore,con superbi uno-due con compagni che parlano la sua stessa lingua. Eppure rimane li,sulla trequarti. Se entrasse nell’area di rigore con molta più frequenza,parleremmo di campione. Ad oggi,schierato così,è un mezzo giocatore con del talento

    Rispondi
  43. ancora a parlare di totti, garcia, doumbia……?
    e fateve accendere la fiamma giallorossa nel cuore
    che a botte di giornali e radio vi s’é congelata.

    Forza Roma e Forza Garcia
    Daje Totti Doumbia Cole DDR….

    Rispondi
      • @thiago94: non era riferito ad un utente in particolare, ma al clima che si respira.
        Dal “Salah, Roma che ti sei persa”, “la crisi di mister 6,5 milioni” “Doumbia…” “flop”…

      • @Peter Pan: Ti dirò che per me Doumbia e Ibarbo sono due buoni elementi. Se almeno fossero nelle condizioni di dimostrarlo…
        Anche perché Doumbia,per quanto possa essere scarso,sempre meglio di Destro è. Pochi dubbi

  44. Passiamo a Nainggolan. Rimane inspiegabilmente basso,a metà campo. Adesso,una squadra che vuole vincere tutte le partite,che vuole giocare veramente,impiegherebbe i suoi migliori sradica-palloni in zone nevralgiche. Mettere Nainggolan a metà campo,significa annullare le sue qualità: il recupero palla per le ripartenze. Lui non sa costruire da dietro come De Rossi. Può recuperare palla a metà campo,ma la conseguente possibilità di ripartenza non c’è. Schierato così,Nainggolan è limitato(in fase costruttiva) e limita noi in fase di non possesso (non ripartiamo più in contropiede).

    Rispondi
  45. L’unico a credere Pjanic regista è Garcia. Non è Pirlo e non ha i tempi. Di un fantasista si tratta. Schierato a metà campo,non ha la scintilla. Un altro dato interessante riguardava la statistica di un paio di mesi fa,in cui si elencavano i giocatori che recuperavano più palloni. Ebbene Pjanic,nonostante non abbia un fisicaccio,è il maggior sradica-palloni della serie a. Mi sembra piuttosto logico che,un giocatore con le sue caratteristiche,dovrebbe essere mandato in pressing in zone particolari,dove vi è la prima costruzione di gioco. A prescindere dal fatto che recuperi o meno la palla in una zona pericolosissima per gli avversari,rallenterebbe la manovra(la prima costruzione,quella più importante)avversaria consentendoci di rimanere alti. Veramente,anche un bambino lo capirebbe

    Rispondi
  46. Totti come Pjanic,altro giocatore mal posizionato. Il capitano non ha più lo smalto dei bei tempi,e l’unica qualità che gli è rimasta è l’assist. Lui è un rifinitore. Adesso spiegatemi quale tipo di passaggio filtrante e smarcante possa fare schierato come centravanti,imbrigliato tra i difensori avversari più giovani,veloci e forti fisicamente di lui. Ma soprattutto a chi lo dovrebbe fare sto passaggio illuminante. A Gervinho? Cioè seppur fondamentale per noi,ricordiamoci che Gervinho butta dentro una palla su cinque. Ma non sarebbe meglio schierare Totti trequartista dietro una punta,così da dimezzargli le marcature che,inevitabilmente,andrebbero a dividersi tra lui e il centravanti? Dico magari,riuscirebbe a creare filtranti interessanti e soprattutto,non saremmo limitati con un centravanti che non fa movimenti da centravanti. Tutte le squadre normali nel mondo hanno bisogno dei movimenti di un centravanti. Fino ad oggi,solo il Barcellona è riuscito a smentire questo dogma

    Rispondi
  47. Apollo e Thiago focalizzano in Totti e Garcia due limiti della Roma.
    In realta’ Totti diventa un problema quando pretende di giocare e sbuffa alla sostituzione, quando viene chiamato a giocare piu’ partite consecutivamente, quando rimane in campo oltre un certo minutaggio.
    Se utilizzato in maniera diversa rappresenta ancora adesso una grande risorsa. Sono straconvinto che potrebbe dare il meglio di se’ nella mezz’ora finale, quando gli avversari sono piu’ stanchi, specie se si deve rimontare, grazie alle sue giocate e al suo carisma. In questa maniera non dovrebbe preoccuparsi di “gestirsi” nelle corse, ma potrebbe dare il massimo in ogni frangente.
    Quanto a Garcia al quale addosso maggiori responsabilita’ per la situazione attuale, ritengo che stia facendo gli stessi errori dell’anno scorso con i giovani. La marginalizzazione di Jedvaj ci ha privato quest’anno di una pedina utile. L’esclusione di Ucan, Paredes, Sanabria e Verde sta producendo altri danni. Dovendo pensare inevitabilmente alla prossima stagione sarebbe il caso di fare scelte diverse, non coraggiose, solo diverse e adottare maggiore buonsenso.
    Rispetto agli utenti citati per quanto mi riguarda cambia solo la ricetta.
    Mi tengo stretto il capitano e pure Garcia, al quale chiedo di farci rivedere la Roma spumeggiante dell’ultima stagione. Nessuno a questo mondo e’ insostituibile, se Rudi fallira’ se ne andra’ ma credo gli vada dato credito almeno per la prossima stagione.

    Rispondi
    • @down under: sono d’accordo con te, ma il problema è proprio che totti pretende SEMPRE di giocare, sbuffa SEMPRE alla sostituzione e rimane SEMPRE in campo oltre un certo minutaggio..

      Rispondi
    • Concordo con entrambi.
      Totti come 12esimo uomo potrebbe ancora essere una grande risorsa, come l’ultimo Giggs visto a Manchester, però episodi come i capricci x la sostituzione sul 3 a 0 al 70esimo col Torino i fanno temere che è un ruolo al quale non si adatterà mai.
      @oimar: @down under:

      Rispondi

Lascia un commento