De Rossi: “Ci siamo addormentati per un anno, ma ora ripartiamo”


Le parole di Daniele De Rossi a Sky Sport.

Ci siamo addormentati un mese, adesso battiamo la Juventus per riaprire il campionato. Bello vedere Garcia così motivato, ha tanta voglia di vincere a Roma e con la Roma. La panchina? Con l’abbondanza si può stare in panchina, se una squadra vuole essere vincente bisogna aumentare il livello e ci sta di fare un po’ di panchina.”

Juve a più 9. Cambiano i contenuti della partita?
No, non cambiano i contenuti però anche noi avevamo immaginato uno scenario di classifica diverso. Speravamo in uno scontro diretto valido per raggiungerli o superarli, visto che fino a un mese e mezzo fa, due mesi, eravamo a uno o tre punti. Ci siamo un po’ addormentati, l’unica possibilità che abbiamo è vincere lunedì.

La vosta analisi su questo momento?
Il nostro calcio non è difficile da riproporre no: se si può riproporre a ottobre o novembre lo si può fare anche a gennaio. Gli infortuni sono stati un po’ troppi e ci hanno danneggiato. Infortuni dettati anche dalla Coppra d’Africa che non ci voleva proprio. Un periodo di appannamento ci può stare ma per quanto siamo forti certe partite le dovevamo vincere comunque. Partite che ci avrebbero portato ad un passo dalla Juve.

La Roma certe volte ha momenti che non riesce ad imporre la forza?
Quest’anno abbiamo avuto una piccola involuzione a livello di gioco, questi pareggi ci hanno allontanato dalla Juve. Anche la Juve ha pareggiato delle partite, altre vinte per alcune giocate. La sensazione è che comunque la Juve è un po’ più umana rispetto al passato.

La comunicazione nel post partita della partita di andata vi ha condizionato?
Eravamo tutti un po’ nervosi, in quel frangente mi trovai d’accordo con le parole di Totti e dei miei compagni. L’errore è forse stato parlarne nei mesi successivi, parlarne come unica scusa del nostro momento. Mi sembra assurdo parlarne oggi. Abbiamo una sfida davanti, per fare un miracolo possiamo solo vincere.

Sembra che certe cose non vi riescono più
L’anno scorso avevamo stupito tutti, lo stupore anche nel cambiare la squadra in un mese dopo due anni faticosi. Quest’anno sembra tutto molto più brutto, ma abbiamo fatto anche partite molto belle quest’anno, facendo tanti punti e continuando a fare un bel calcio. In questo mese abbiamo fatto fatica sul livello del gioco e a livello fisico. Vincendo lunedì andremmo a meno 6 e poi si vedrà. Non potremmo più fermarci. Giovedì sera ci siamo portati avanti in una competizione alla quale teniamo molto.

Photo Credits | Getty Images


LEGGI ANCHE  Dybala e Zaniolo subito protagonisti in Roma-Shakhtar

6 commenti su “De Rossi: “Ci siamo addormentati per un anno, ma ora ripartiamo””

  1. ..PICCOLA involuzione di gioco?..stavolta caro DDR l’hai detta grossa!.. Una squadra totalmente assente sia nel gioco che nella mentalità..ecco cos’è stata la Roma..non diciamo stronzate!..

    Rispondi
  2. DDR non dovrebbe parlare. E’ il giocatore più pagato della Roma (e forse della serie A) e contro il Feyenoord ancora una volta era schifosamente fuori forma,lento,impacciato e ingrassato. E per fortuna che l’arbitro non ha visto quella bella gomitata rifilata in piena area giallorossa ad un attaccante avversario. Magnasse meno caciotte e si allenasse di più,non si può guardare un giocatore con la pansa.

    Rispondi
  3. Addormentato per un mese,Matteo,non un anno! Tempo di svegliarsi,adesso.Distruggiamo Juventus ora,con Totti man of the match e mandiamo “il Laziale” APOLLO con molti affanculo! 😉

    Rispondi
  4. Mettete le palle e un pò di orgoglio almeno se si cade si cade con “l’onore delle armi” e non come i soliti pusillanimi senza vergogna.
    Il campionati è fottuto ma almeno dimostrateci la massima voglia di onorare quella maglia bellissima e sublime che indossate!

    Rispondi

Lascia un commento