La Roma ora ha fretta, Luiz Adriano ci prova: ”Shakhtar, liberami”. Konoplyanka: ”Si ai giallorossi, ma meglio a giugno”


RASSEGNA STAMPA – GAZZETTA DELLO SPORT

La risposta (quasi) definitiva dovrebbe arrivare entro questa mattina, poi la Roma deciderà se tentare un ulteriore assalto o virare altrove. L’offerta iniziale per Luiz Adriano (2 milioni subito, altri 8 e bonus a giugno) non ha convinto lo Shakthar. «Stiamo negoziando e quello che offre la Roma non è adeguato — ha detto il n°1 ucraino Sergei Palkin — In questo momento la percentuale che Luiz Adriano possa andar via è molto bassa. Vedremo nei prossimi giorni». La Roma però non si può permettere di aspettare tanto, un po’ perché la fine del mercato si avvicina, un po’ perché c’è necessità di chiudere un acquisto contemporaneamente alla cessione di Mattia Destro. Per questo ieri si è mosso direttamente l’agente del giocatore, Gilmar Veloz, spiegando ai dirigenti come il brasiliano desideri provare a vivere una nuova esperienza in Italia.

NODO LUIZ L’idea di fondo della Roma è che lo Shakthar stia in parte bluffando e voglia incassare di più, magari 12-13 milioni. In realtà il vero problema degli ucraini è che stanno trattando la cessione anche di Douglas Costa (al Chelsea), che potrebbe portare nelle casse del club 35 milioni. Dovesse andare a buon fine, difficile che la squadra di Lucescu si privi di entrambi i suoi gioielli, dovendo giocare anche gli ottavi della Champions (con il Bayern). La Roma attende una risposta, dovesse andar male prenderà altre strade.

NODO EVGEN La prima porta a Evgen Konoplyanka, l’esterno del Dnipro in scadenza a giugno. «Ho saputo che si è parlato anche di visite mediche imminenti, ma non è vero — dice il giocatore —. Ho promesso al presidente del Dnipro che sarei rimasto fino al termine del contratto. Da quanto mi risulta i due club hanno già trovato un accordo, ma non ancora con me. Ecco perché la trattativa non si è conclusa. Ma la Roma mi piace, è un grande club europeo. E sono convinto che in questi giorni si deciderà il mio futuro». In realtà Konoplyanka non è convinto del campionato italiano (nonostante i 3 milioni a stagione offerti dalla Roma, bonus compresi) e preferirebbe sbarcare in Premier (Everton) o Bundesliga. Tanto che anche il padre, intervistato dalla tv ucraina è stato chiaro: «Molto probabilmente il contratto con la Roma non sarà firmato. La Roma insiste, lo vuole a tutti i costi. Ma mio figlio vuole restare al Dnipro fino a giugno e poi andare altrove».

ARRIVA CHIRICHES? Così, a conti fatti, nella peggiore delle ipotesi la Roma potrebbe anche ritrovarsi (almeno per ora, a giugno poi chissà…) senza Luiz Adriano e senza Konoplyanka. E allora cosa fare? Sabatini sta lavorando su altri nomi di riserva: il primo è ovviamente Salah (Chelsea), poi Yarmolenko (Dinamo Kiev) e Doumbia (Cska Mosca), per il quale i russi vogliono però tanti soldi (tra i 15 e i 18 milioni di euro). Chissà, magari a salvare il d.s. giallorosso stavolta potrebbe essere ancora una volta l’amico fidato Franco Baldini (Tottenham), facendo sbarcare a Roma uno tra Soldado ed Adebayor. Di certo, con Destro di fatto già altrove, la Roma ha la necessità di arrivare ad un centravanti vero. Di quelli in grado di fare la differenza. Infine capitolo-difesa: Chiriches ieri non era neanche in tribuna alla semifinale di League Cup che il Tottenham ha giocato a Sheffield, per gli inglesi oramai è ad un passo dalla cessione. Alla Roma?

(Intervista a Konoplyanka di Emanuele Giulianelli)

Photo Credits | Getty Images


1 commento su “La Roma ora ha fretta, Luiz Adriano ci prova: ”Shakhtar, liberami”. Konoplyanka: ”Si ai giallorossi, ma meglio a giugno””

  1. Magari fosse Luiz Adriano ora e Konoplyanka a giugno.
    Oggi è una giornata importante x molti aspetti.
    1 dovrebbe uscire un bollettino medico ufficiale sulle condizioni di kevin. Le prove di stabilità eseguite in Italia dovrebbero scongiurare il rischio di qualcosa di serio ma una botta/distorsione proprio al legamento operato non ci voleva ed il silenzio dall’Olanda mette un po’ d’ansia.
    2 ci sarà il sorteggio tra Mali e Nuova Guinea. Umanmente vorrei che il Mali passasse, anche perché sono al sorteggio a causa di un errore dal dischetto di keita che in caso di eliminazione potrebbe accusare la botta. Però ci mancano si ddr che Kevin ed il ritorno di Seidou sarebbe molto prezioso.
    3 si deciderà l’assetto del nostro attacco da qui a fine stagione.
    Secondo me, come hanno detto altri sotto, se la Roma si è già accordata con il Milan vuol dire che ha l’alternativa pronta. luiz Adriano ora è Konoplyanka a giugno sarebbe l’ideale, tanto più che l’ucraino non potrebbe giocare in EL.
    A breve sapremo

    Rispondi

Lascia un commento