Paredes: “Ho cambiato tantissimo il mio gioco, ma mi trovo meglio”


Leandro Paredes a Sky Sport:
Come giudichi la tua prestazione?
Bene anche se abbiamo giocato un po’ male all’inizio. Se non avessimo iniziato così avremmo potuto vincerla.

All’inizio hai giocato da trequartista, hai fatto forse meglio da mezzala quando è avanzato Pjanic?
Sì, nel secondo tempo abbiamo cambiato e abbiamo fatto meglio.

Mi sembri più forte e più predisposto al contrasto rispetto ai tempi del Boca, sei cambiato?
Sì, ho cambiato tantissimo il mio gioco, adesso gioco dietro e un po’ più veloce. E’ meglio per me.

Photo Credits | Getty Images


LEGGI ANCHE  Il punto sulle cessioni della Roma: da monitorare non solo Kluivert

15 commenti su “Paredes: “Ho cambiato tantissimo il mio gioco, ma mi trovo meglio””

  1. Ma io dico, prendi un ragazzo come Paredes che è un trequartista e lo metti a fa il De Rossi?
    Perchè alla Roma ognuno gioca in ruoli non suoi?
    Pjanic è trequartista e gioca nei 3 di centrocampo.
    Destro tra un pò fa l’ala.
    Paredes è il nuovo de rossi (ma per favore, ha dei piedi molto migliori…).

    E scusate lo sfogo, ma mi girano non poco, basta pjanic mi ha proprio rotto. Quando decide di giocare è forte da morire, ma non decide mai… Le grandi squadre sono fatte di giocatori che sono sempre sul pezzo, e hanno sempre la fame!

    Rispondi
  2. Paredes è arrivato da 18enne come trequartista, anche se a a fianco di Riquelme giocava spesso esterno d’attacco.
    Sta subendo una trasformazione atletica e tattica, mettendo su muscoli, grinta nei contrasti ed anche polmoni, anche se x quest’ultimo aspetto deve ancora migliorare molto.
    Ha 20 anni ed ancora grandi margini di miglioramento, ma già ora è un centrocampista solido che gioca. A testa alta e con i piedi raffinati. Forse l’erede di DDR ce lo facciamo in casa…

    Venendo alla partita ed evitando di calcolare quello che auspicano l’esonero di Garcia in favore di Mazzarri 😯 🙄 8-O, o quelli che si lamentano del mancato utilizzo di Borriello ❓ 😕 , vorrei rammentare ai tifosi di corta memoria che dicono che la roma non gioca più come l’anno scorso cosa in realtà accadeva nel primo anno di GARCIA.
    Quasi sempre i primi tempi finivano in pareggio, con la squadra che faceva girare palla per stancare l’avversario è nel secondo tempo spesso segnavamo.
    Non è molto diverso da quello che è successo questa sera, in una delle partite giocate meno bene giocate dalla roma qiest’anno (al pari di quella col sassuolo, meglio solo di quella a Napoli). L’unica sostanziale differenza è che centrale di sinistra giocava Castan che quel passaggio sui piedi dell’avversario non l’avrebbe mai fatto.
    Secondo me la squadra è più forte di quella dell’anno scorso e lo dimostra il fatto che nonostante i tanti infortuni/assenze siamo ancora lì a giocarcela X il campionato (nella peggiore delle ipotesi domani saremo 5 punti sotto con un intero girone davanti ed il ritorno con la Rube all’olimpico).
    L’unica cosa veramente peggiore rispetto all’anno scorso è che prendiamo più gol e la ragione principale è l’assenza di Castan. Manolas in zona gol non vale benatia ma in difesa si. Né Mapou né Astori si avvicinano alla “dominanza” difensiva di Leo.
    Comunque il pareggio a Palermo non è la fine del mondo, sopratutto se si considerano le assenze e lo stato di forma dell’avversaria.

    Rispondi
    • @derossimaancheno:
      E non abbiamo ancora visto Ucan in azione che secondo me e’ ancora piu’ talentuoso.
      Ma qui ci sta gente che addirittura critica Sabatini al grido di “aridatece Prade’!”

      Rispondi
      • Pradé chi? Quello che ha mandato in scadenza Ddr e Mexes, costringendoci ad un contrstto capestro per il primo e regalando a zio fester il secondo?
        Quello che sta gentilmente concedendo il bis alla Fiorentina con Neto e Babaccar?
        Ah.. Quel Pradé…

        Le possibilità sono tre:
        1) si tratta di quaglie trolleggianti;
        2) si tratta di parenti di Zozzella;
        3) si tratta di decerebrati.

        @down under:

    • si ma il possesso palla e’ fatto x temporeggiare ed appena si crea un buco cerchi di infilzare gli avversari il nostro e’ sterile e non porta mai a nessuna occasione da goal.Ragazzi oggi 0 occasioni da goal su azione.

      Rispondi
  3. Sanabria 12, Ponce 6, Jedvaj 5, Paredes 8.5, Ucan 15, DaSilva 2, Mendes 3
    Età media 18 anni, milioni investiti 50+, tra tutti 100 minuti giocati, e poi bo ogni sessione di mercato dobbiamo vendere un pezzo grosso per fare mercato e comunque ci stanno sempre un sacco di zappe low cost (vedi Cole, Emanuelson e compagnia bella)…

    Rispondi
    • Sanabria 4 e mezzo con valorizzazione massima a 12 ponce 5 paredes 4 e mezzo ucan 4,75 ed eventuale riscatto a 11 mendes 1 milione di dollari..in tot sono 28 mln

      Rispondi
  4. Destro ha cagato il cazzo, via sta pippa colossale, prendiamo Salah, un attaccante migliore di Destro (Adrian Ramos) e un terzino forte forte, non le solite pippe di cui si parla sempre, poi a giugno il portiere e l’altro terzino…

    Rispondi
  5. De Rossi oramai purtroppo in parabola discendente soprattutto di testa per i fatti dell’ex moglie che sappiamo da tempo… che cmq in ogni caso non vale quanto prende… Pjanic letale sulle punizioni… ma giocatore senza fase di non possesso e che spesso sparisce dal campo… forse è il caso di iniziare a dare piu’ fiducia a questo ragazzo…

    Rispondi
    • Non c’entra nulla l’ex moglie, si sta impippendo e basta, capita a tutti prima o poi, se si abbassa l’ingaggio come vice nainggolan e alternativa a keita andrebbe pure bene, peccato che Keita prende 1 milione, non 7…

      Rispondi
  6. Giocatore dalle grandi qualità: Sempre giocate di prima, non sbaglia un passaggio, grande tecnica, grande aggressività e a volte nelle scivolate mi sembrava il vecchio de rossi.

    Bel giocatorino.

    Rispondi

Lascia un commento