Totti, il ‘selfie’ di una carriera


Con la doppietta nel 2-2 contro la SS Lazio, il capitano della AS Roma Francesco Totti ha messo il suo nome su un nuovo record: con 11 reti è infatti lui il capocannoniere assoluto nella storia del derby capitolino di Serie A.

Per ricordare questo momento, il 38enne simbolo dei Giallorossi si è scattato un ‘selfie’, e dopo aver superato Marco Delvecchio e Dino da Costa, fermi a quota 9 reti, ha commentato: “Il record di gol? Per un romano credo sia la cosa più bella che ci possa essere, per me come per tutti i tifosi. Al selfie ci pensavo da una settimana, ormai c’è la moda, io non sono abituato a farli perché la mia vita privata voglio che resti tale, ma questa era un’occasione unica e irripetibile; aver scavalcato giocatori importanti è una cosa che si ricorderà a lungo“.

Dopo l’autoritratto in campo, ripercorriamo alcuni dei record e dei momenti più significativi di Totti.

28 marzo 1993, esordio con la Roma

31 ottobre 1998, la prima fascia di capitano con Zdeněk Zeman

26 aprile 2000, primo gol con l’Italia nel 2-0 contro il Portogallo

17 giugno 2001, la Roma vince lo Scudetto dopo 18 anni
I tifosi dedicano un murales a Totti nel Rione Monti per celebrare la vittoria dello Scudetto.

Vittoria della Supercoppa Italiana 2001

9 luglio 2006, l’Italia vince il Mondiale FIFA
Il Ct di allora Marcello Lippi: “Totti che si fa male all’Olimpico e rischia di non andare al Mondiale sembrava un dramma nazionale, ma Francesco invitò tutti a stare calmi e soprattutto a non dare la colpa al suo avversario. Lo portai in Germania, non era al 100%, ma per i compagni la sua presenza fu importante“.

11 febbraio 2007, Roma – Parma FC 3-0, diventa il miglior marcatore italiano in attività superando Enrico Chiesa

Vittoria della Coppa Italia 2006/07

Vittoria della Supercoppa Italiana 2007

Vittoria della Coppa Italia 2007/08

27 febbraio 2008, FC Internazionale Milano – Roma 1-1, diventa il giocatore con più presenze in assoluto in Serie A nella storia della Roma

19 aprile 2009, Roma – US Lecce 3-2, diventa il miglior marcatore della Roma di tutti i tempi

Vittoria del Golden Foot 2010

13 marzo 2011, diventa ‘The King of Rome‘ dopo la doppietta nel derby contro la Lazio
Il soprannome viene coniato dal telecronista nordirlandese Richard Whittle dopo la sua seconda rete.

26 settembre 2012, eguaglia Giuseppe Meazza con la 216esima rete in Serie A in Roma – UC Sampdoria 1-1

30 settembre 2014. Calciatore più longevo a segnare in UEFA Champions League (38 anni 3 giorni) in Manchester City FC – Roma:
Sono molto contento di aver fatto gol e della grande partita della Roma, questo traguardo personale mi inorgoglisce ma è anche merito della squadra. Certamente non sono felice di invecchiare!“.

Altri record ‘in corso’
Calciatore in attività con più gol
Calciatore in attività con più presenze
Calciatore con più gol per lo stesso club
Calciatore con più presenze nella Roma
Calciatore con più gol nella Roma

(UEFA.COM)


15 commenti su “Totti, il ‘selfie’ di una carriera”

  1. buongiorno a tutti!!! Sarà pure vero che ieri è stata una giornata storta per noi ma io ancora stamattina nn riesco a far meno di sorridere rivedendo nella mia testa il secondo gol del Capitano 😆
    E poi devo dire la verità…a me era bruciato molto di più il pareggio nel derby di ritorno dell’ anno scorso perchè giocavamo proprio contro nessuno. La Lazzie di oggi è un’ altra squadra… anche se sono e rimaranno sempre delle merde :mrgreen:

    Rispondi
  2. E cmq Strongman mostruoso è vero!! Maicon mejo ma dve essere gestito così cme Totti e DDR. Holebas un cagnaccio di fascia. Itu sta carburando.
    Ma i complimenti (dopo le tante critike..) a Morgan “il pirata” li vogliamo fare?
    Se nn salvava su Klose sai ke depressione in cui piombavamo..

    Rispondi
  3. Eterno ed emozionante xkè continua a stupirci. Xò se a 38anni c pensa sempre lui a tirarci fuori dai guai vuol dire ke qlkosa nn va. Io sn molto pessimista xqsta stagione e nn avrei mai sventolato ai 4venti qlla parola.. ke solo pronunciarla porta sfiga..
    Se vogliamo veramente avere una chance è mejo cedere Destro e i rami sekki ora e prendere qlkuno + congeniale (e naturalmente forte) al gioco di Rudinì.
    Si cercava un esterno? ieri ho visto un grande Saviola ke vale 200 perotti.

    Rispondi
  4. sono contentissimo del record ma ripeto per dovere di cronaca che da costa se includiamo i due gol nel derby di coppa italia è anche lui a 11, 12 se consideriamo quello segnato in un amichevole. Totti è il cannoniere assoluto nei derby di serie A, se includiamo la coppa italia è a pari merito con da costa. Già quando totti ne mise a segno nove dicevano che fosse il cannoniere assoluto, per i giornalisti italiani la vera iformazione è proprio un optional.

    Rispondi
  5. …ieri non è stata una giornata a noi favorevole, però me rimane impresso il gesto tecnico del secondo gol, quello del pareggio, di un ragazzino di 38 anni

    te vojo bene CAPITA’!

    p.s. potranno arrivare decine di giocatori, ma uno così non lo rivedremo più
    FORZA ROMA SEMPRE

    …altro p.s. so benissimo che devono essere trovate nuove soluzioni e x ieri so’ stato male, come tutti i derby
    so’ antilaziale dalla nascita
    scritto sulla C.I. passaporto, patente e su tutte le tessere dei supermercati (me fanno un ulteriorelo sconto)
    al gol me so’ commosso

    Rispondi
  6. Sono contento per noi e per il nostro grandissimo capitano ma la questione della sua alternativa/successore resta aperta, essendo ormai chiaro che Mattia non viene ritenuto idoneo allo scopo e che Totti non può e non deve giocarle tutte da titolare.
    Guardando avanti alla partita con il Palermo avremo seri problemi a centrocampo, visto che all’assenza di Keita si aggiungono le squalifiche di Radja e ddr.
    Chi giocherà insieme a Kevin e Miralem?
    Molti dicono che verrà arretrato Florenzi ma secondo me Paredes è più adatto a sostituire gli assenti. Chi giocherà secondo voi?

    Rispondi
    • @derossimaancheno:
      Ieri abbiamo avuto la dimostrazione di quanto conta il modulo.
      Totti a centrocampo nel primo tempo era la versione sbiadita di quello di Udine, messo in area e’ tornato il campione che ammiriamo da sempre.
      Inutile azzardare quello che fara’ (non ci prendo mai) ma mi piacerebbe che riproponesse il 4:2:3:1 pur scarseggiando di uomini adusi a giocare in mediana.

      Rispondi
    • @derossimaancheno: Paredes Kevin e Pjanic.. Paredes è forte vedrai!
      Per il discorso attaccante, io ormai spero cedano Destro e prendano qualcuno di gradito al mister.. Tenerci Destro a questo punto è ai limiti dell’autolesionismo..

      Rispondi
  7. Ieri quell’acrobazia sul secondo gol, come avesse avuto 10 anni in meno, la corsa sotto la curva e il selfie…

    … m’ha commosso 😥 😥

    Rispondi
  8. Oh, lo dico.

    Mettiamo un attimo da parte la mattata che ha fatto Totti e la sua prestazione super nel secondo tempo che ci ha salvato la ghirba ma…

    …cosa resta?

    Cioè si insomma, leggo su internet di folle festanti per questo risultato quando, credo, che bisognerebbe rammaricarcisi ed abbassare la testa, tornare a lavorare, ritrovare la ferocia persa che avevamo l’anno passato.
    Perchè non è che prima eravamo fenomeni ed ora no ma semplicemente prima si correva, oggi si pascola.

    Nel primo tempo ho rivisto la Roma che s’è fatta pistare dal Napoli, pari pari.
    E se questo è l’atteggiamento che s’intende tenere fino a fine anno, bhe, allora piantiamola con proclami grotteschi di scudetti e trionfi e pigliamoci questo secondo posto tranquillo, cercando di non sfigurare in Europa.

    Si perchè di vincere non vinciamo, perchè magari arriviamo alla fase finale e cominciamo a dire (non noi, ma allenatore e giocatori): “Vinciamo la coppa” – “Siamo più forti” – “Regaleremo questo successo ai tifosi” ecc ecc.

    A me non da fastidio il proclamo in se e per se, non è che se poi tradiscono le aspettative mi deludono, cioè si, rimango deluso, ma non perchè abbiano perso ma perchè mi chiedo per quale motivo non debbano sempre prestare il fianco a queste figure da peracottari.

    La Juve in settimana s’è stata zitta ed ora è tornata a +3, rubando o no (non l’ho vista la partita, ero troppo afflitto per guardare calcio, ieri sera).
    Ora il suo silenzio dato in settimana e nel post partita è assordante e ci fa male, odio questi momenti.
    Odio che si parli di un pareggio come di una vittoria, un pareggio in rimonta tra l’altro.
    Un pareggio che non avremmo nemmeno potuto immaginare con Destro in campo, ieri 2 palloni toccati, uno male e l’altro di mano.
    Ci dobbiamo sempre far male per reagire, dobbiamo sempre accontentarci di questi voli a metà.
    Dobbiamo cambiare di testa tutti, dobbiamo evolvere, altrimenti rimarremo sempre al tempo delle mele.

    Rispondi
    • @Il_Cannibale: La forma della Roma non regge il 4-3-3 di garcia.. In più ogni volta che totti torna a centrocampo uscendo dall’attacco viene seguito.. E si perde palla.. Con il 4-2-3-1.. Messo nel secondo tempo.. Siamo totalmente un altra squadra.. Meno riferimenti e più possibilità.. Totti vicino alla porta fa più male.. Pjanic nel suo ruolo naturale può esplodere.. A nessuno piace pareggiare.. Ma ha evitato una sconfitta sicura… E totti e stato il protagonista con un goal bellissimo oltre che difficile.

      Rispondi
    • @Il_Cannibale: d’accordo con te come succede spesso su tutto, nei toni , nelle prospettive, nelle analisi.
      Non su destro perché è ‘ stato ridotto così da una gestione sbagliata, la stessa che ci porta a prendere due goal da squadrtte .
      Ed in sette minuti anche Rivera fece nulla nella finale con il Brasile del 1970.
      Destro ,demotivato, umiliato, caratterialmente debole e non certo un top player, deve andare via. Mail modo con cui è’ stato gestito per me è’ concausa dei difetti di cui parli giustamente.
      anche io detesto ciò che viene taciuto: dovevamo vincere e basta!
      La Juve ha vinto, giocando male fortunata e aiutata, ma quanto tempo è che noi ( tutti) non ci alziamo dal divano o dal sedile di uno stadio ( io mi sono fatto già cinque trasferte è’e ultime tre vittoriose) dicendo : cavolo che bella è netta vittoria ?
      Vogliamo essere sinceri ? Da mesi.
      Garcia e la società e i giocatori di questo non possono dimenticarsi …
      Su questo silenzio totale….

      Rispondi

Lascia un commento