Il Chelsea di Ancelotti prepara l’offensiva per De Rossi?


(CALCIOMERCATO AS ROMA – IL CHELSEA RIPIOMBA SU DE ROSSI – TIMES) – Il Chelsea spera di allungare i tempi del ricorso al blocco del mercato per potere tentare l’offensiva per ottenere De Rossi e Villa. Una situazione destinata a complicarsi ancor più il prossimo gennaio, quando i Blues perderanno contemporaneamente Didier Drogba, Salomon Kalou, Michael Essien e John Obi Mikel, impegnati in Coppa d’Africa. Nei giorni scorsi il Chelsea ha ufficialmente presentato appello contro la squalifica imposta dalla Fifa fino al gennaio 2011 in seguito alla trattativa con il minorenne francese Gael Kakuta, spinto nel 2007 a rompere il suo contratto con il Lens. Il club londinese ha anche chiesto alla Corte Arbitrale dello Sport di Losanna la sospensione della squalifica in attesa del verdetto finale. La strategia processuale del Chelsea, scrive oggi il Times, è di allungare il più possibile i tempi del ricorso così da consentire al club, nel frattempo sollevato dalla squalifica, di operare sul mercato in gennaio. Il Cas deciderà all’inizio di novembre se accogliere la richiesta dei Blues, che, come già successo in passato con Sion e Roma, è molto probabile che verrà accolta. Il primo obiettivo per l’attacco del Chelsea resta lo spagnolo David Villa, già inseguito in estate e utilizzabile anche per la Champions League. L’alternativa potrebbe essere il nazionale inglese Emile Heskey. Per il centrocampo il sogno di Ancelotti resta Daniele De Rossi, meno complicato l’arrivo di Adam Johnson del Middlesbrough.


LEGGI ANCHE  L'agente di Siebert avvicina il giocatore alla Roma

16 commenti su “Il Chelsea di Ancelotti prepara l’offensiva per De Rossi?”

  1. spartacolangani – 23 Ottobre 2009 alle ore 16:34 Quota commento

    Su radio-Pacelli è partita la campagna contro De Rossi. Lo cederemo perché oramai sbaglia tutte le partite e darlo via sarà un affare.

    A REGA’ QUESTO E’ UN LAZIALE CHE METTE ZIZZANIE….MA MANNATELO A FAN CUL O …..POSSIBILE CHE SE VENNE DE ROSSI……MAH DAIII

    Rispondi
  2. [quote comment=”114390″]Su radio-Pacelli è partita la campagna contro De Rossi. Lo cederemo perché oramai sbaglia tutte le partite e darlo via sarà un affare.[/quote]
    ma davvero sta cosa?qua si mette in dubbio danielino e nn possiamo mettere in dubbio san befana .Se radio pacelli è arivato a sto punto, vuol dire che rosella è alla frutta se nn di più

    Rispondi
  3. Sibilla, purtroppo o per fortuna con il bacino di utenza che ha la Roma qualsiasi pupazzetto faccia radio o tv ha un suo seguito, ma questo e’ relativo perche’ se il segnale che e’ arrivato alle radio e tv “controllate” dalla fam. Sensi e’ di partire con campagne denigratorie su giocatori come De Rossi vuol dire che il giocatore verra’ veramente ceduto, non e’ un caso… Io l’ho detto tante volte, a Gennaio avremo una conferma dello stato dell’arte, se non venderemo nessuno dei “migliori” saro’ contento, ma se solo va via uno tra Menez, Mexes, Vucinic, Pizarro o De Rossi il quadro sara’ chiaro, sara’ interessante da qui a Gennaio ascoltare dichiarazioni di Rosella in merito… Ormai non c’e’ molto da fidarsi dopo quello che ha detto lo scorso agosto sul calciomercato, questi sono dati di fatto e non sensazioni, eh!

    Rispondi
  4. [quote comment=”114390″]Su radio-Pacelli è partita la campagna contro De Rossi. Lo cederemo perché oramai sbaglia tutte le partite e darlo via sarà un affare.[/quote]
    Ecco ora siamo a cavallo! Ma c’è ancora qualcuno che ascolta Mario Corsi?

    Rispondi
  5. Su radio-Pacelli è partita la campagna contro De Rossi. Lo cederemo perché oramai sbaglia tutte le partite e darlo via sarà un affare.

    Rispondi
  6. Credo che alla Roma serva un uomo immagine, pronto a mettere la faccia in conferenza stampa, visto che la proprietà non è in grado di farlo, un tramite anche con i tifosi perchè ricordiamoci che una squadra di calcio senza tifosi non va molto lontano! Non lo so, trovo tutto troppo approssimativo! Diamo il beneficio del dubbio tanto ci siamo! Per quello che riguarda lo stadio……simo non in alto mare ma molto molto molto di più! Non passerà tanto facilmente il ddl, e la presidente dovrebbo ogni notte pregare che non cambi governo! Ma anche in seno alla maggioranza non sono d’accordo, non lo so anche qui tutto nebuloso peggio della pianura padana! Tanto a breve i nodi dovranno venire al pettine e……….!

    Rispondi
  7. Aho’, incredibile, appena postato il commento nel refresh della pagina, a destra tra i 2800 circa registrati a Facebook ho visto la faccia mia… A parte l’impressione (pensavo d’ave’ beccato un virus sul PC!), che coincidenza, vi e’ mai capitato di vedervi tra le “faccine”?

    Rispondi
  8. [quote comment=”114352″]Vediamo ora cosa succedera’ a Gennaio, Chelsea o no sicuramente arriveranno offerte per alcuni dei pezzi pregiati, resistera’ Rosella?
    Boniek e’ uno pratico, ha capito che Rosella sta parlando “politichese” e che dunque e’ tutta fuffa (a proposito, news sul progetto stadio?) e poi scusate ma dopo quello che aveva detto la presidentessa ad agosto sul calciomercato ad oggi e’ difficile credere a qualsiasi altra dichiarazione lei faccia. Mi spiace per i sostenitori di Rosella, ma “chi dice una bugia non e’ figlio di Maria” (anche se lei e’ figlia di un’altra Maria, ma non di quella li’!). La Roma e’ una fede, i “proprietari” no.[/quote]
    Pierfam chi ha un pò di sale nella zucca , nn si mette a che fare che rosella!E Boniek ha capito tutto!per lo stadio si deve aspettare l’ ok dall’ altra camera….

    Rispondi
  9. Vediamo ora cosa succedera’ a Gennaio, Chelsea o no sicuramente arriveranno offerte per alcuni dei pezzi pregiati, resistera’ Rosella?
    Boniek e’ uno pratico, ha capito che Rosella sta parlando “politichese” e che dunque e’ tutta fuffa (a proposito, news sul progetto stadio?) e poi scusate ma dopo quello che aveva detto la presidentessa ad agosto sul calciomercato ad oggi e’ difficile credere a qualsiasi altra dichiarazione lei faccia. Mi spiace per i sostenitori di Rosella, ma “chi dice una bugia non e’ figlio di Maria” (anche se lei e’ figlia di un’altra Maria, ma non di quella li’!). La Roma e’ una fede, i “proprietari” no.

    Rispondi
  10. L’accordo è saltato perché Boniek avrebbe voluto un incarico e un ruolo preciso all’interno di Trigoria, possibilmente quello di direttore generale, con compiti di organizzazione e programmazione.
    organizzazione e programmazione?Cose che nn si comprendono dalle parti di Villa Pacelli….

    Rispondi
  11. Villapacelliani..
    ve piace la Sensi??
    Tiè leggete qua:
    L’accordo è saltato perché Boniek avrebbe voluto un incarico e un ruolo preciso all’interno di Trigoria, possibilmente quello di direttore generale, con compiti di organizzazione e programmazione. Mentre quello che la Sensi gli ha proposto è solo una vaga collaborazione d’immagine, insomma una sorta di Boniek ambasciatore della Roma all’estero. Una proposta troppo fumosa, buona per alimentare il polverone che il presidente sta alzando questi giorni (il nome di Montali, la lettera sull’arbitraggio di Rosetti) per dare l’idea di una società che sta alzando la schiena. Una proposta che non ha mai convinto Boniek, troppo poco per distogliere uno come lui dai suoi business in Polonia e dalla sua attività di opinionista e pensatore libero. La realtà è sempre la stessa. nelle casse non c’è un euro.

    Rispondi

Lascia un commento