Da oggi in vendita i biglietti per il Derby


Biglietti Derby Roma-LazioA mezzogiorno parte la vendita dei biglietti di Roma-Lazio. Ma il vero derby si gioca altrove. E non tra sei giorni, ma stamattina. Alle 10, nelle stanze del Viminale, Lega e Osservatorio sulle manifestazioni sportive si guarderanno negli occhi. Oltre a Matarrese, ci dovrebbe essere anche il vicepresidente vicario Rosella Sensi. Con il presidente federale Abete e il capo degli arbitri Gussoni guideranno la truppa del calcio, cercando di trovare un punto d’incontro tra posizioni sempre più distanti. Dall’incontro dipenderà non solo l’esito della determinazione pomeridiana dell’Osservatorio, che riguarderà proprio il derby (e già ritardata di una settimana). Ma anche il futuro dell’attuale stagione calcistica.
IL PUNTO Ieri, tutte le agenzie battevano la notizia che il capo della Polizia Antonio Manganelli si sarebbe riunito con i vertici di Figc e Leghe "per fare il punto della situazione sulla sicurezza negli stadi". Per quale motivo interviene Manganelli, però? Si scomoda il Capo della Polizia. Perché? Perché il problema è più complesso. L’Osservatorio è un’espressione politica, che rappresenta le forze dell’ordine e quelle sportive. Ma è presieduto da un uomo di polizia, Felice Ferlizzi. Ex responsabile della sicurezza per la giornata mondiale della gioventù del 2000 e dell’aeroporto di Fiumicino nei giorni dell’attacco terroristico alle Torri Gemelle del 2001, Ferlizzi è romanista, presidente dell’Osservatorio ma scarso simpatizzante (diciamo così) delle problematiche del tifo. A dicembre dovrebbe lasciare il posto, con suo sommo piacere, a Raffaele Aiello, attuale numero uno del dipartimento di pubblica sicurezza. Sono mesi che Ferlizzi continua a ripetere che tutto va bene, che gli incidenti di Torino, come quelli di Genova, fanno parte del processo di normalizzazione. Peccato che Digos, carabinieri e questure varie non siano d’accordo e che l’Osservatorio debba fare i conti persino con i rappresentanti di Autogrill Spa, che ha, seppure sia una società privata, diritto di voto. Risultato: Ferlizzi viene sistematicamente isolato e l’Osservatorio vota, ogni volta, gradi di rischio massimo. Alla faccia della normalizzazione. Manganelli, finalmente, si è mosso. Invocato persino da chi lavora nel Dipartimento di pubblica sicurezza. Parlerà da Capo della Polizia. Ma, di più, da ex presidente dell’Osservatorio. Era stato lui, dopo Raciti, a prendere le decisioni più urgenti. È un esperto di stadi, è stimato da Matarrese e dal Governo. Avrà lui il compito di tornare a mediare tra pallone e lampeggianti.
IL DERBY I Prefetti, per ora, si adeguano alle determinazioni dell’Osservatorio. È successo a Milano, non accadrà (eccezione) a Roma. Alle 17.30 a via IV Novembre il prefetto Mosca si vedrà con il questore Fulvi, con i rappresentanti provinciali delle forze dell’ordine e con Roma e Lazio. Il comitato per l’ordine e la sicurezza dovrebbe decidere quali misure adottare per il derby. Ma soprattutto a che ora giocare. Sarà curioso vedere però, un’ora dopo, quale determinazione su Roma-Lazio sarà adottata dall’Osservatorio (reduce dall’incontro del mattino con Materrese & co).
I BIGLIETTI Potranno essere comprati fino alle 18 del giorno del derby nei Roma Store. Per Monte Mario e Tevere anche su listicket.it. Per un biglietto di Distinti ci vogliono 30 euro, 55 per la Tevere laterale, 75 per la centrale, 110 per la Monte Mario, 120 per la Top e 250 per quella d’Onore.

LEGGI ANCHE  Ola Solbakken è ormai ad un passo dalla Roma in vista di gennaio

IlRomanista