Kevin Strootman parla dal ritiro della Nazionale olandese


Kevin Strootman non ha deluso, centrocampista olandese della Roma, è stato intervistato dal sito fcupdate.nl per parlare della situazione dei giallorossi. Ecco le sue parole:

“Sono contento di questa partenza ma poteva essere ancora migliore. A livello personale nelle ultime gare sono andato bene ma in quelle precedenti potevo fare meglio. Sono molto critico su me stesso. Alla Roma sono disposti a tutto per vincere, incluso me stesso. Rispetto all’Olanda il gioco è diverso ed è molto importante stare attenti a non concedere gol. Dopo i tackle difensivi i giocatori, a volte, ti fanno i complimenti”.

SU COSA HA IMPARATO

“Non so ancora bene che ho appreso ma che è importante mantenere la pazienza. Su 5 delle ultime 7 partite siamo stati 45 minuti in svantaggio o in parità e così impari ad essere paziente”.

SU TOTTI

“Non può girare normalmente a Roma, se ci sono cento tifosi per strada, novanta vanno verso di lui.  E’ molto bello, sono affascinato dal fatto che lui abbia deciso di rimanere sempre alla Roma e si ritirerà solo quando avrà 40 anni. Non conta l’età”.

SULLA CLASSIFICA

“E’ molto buona e siamo felici ma sono passati solo due mesi e dobbiamo ancora dimostrare tante cose. Vedremo in che punto saremo dopo aver sfidato il Napoli”.

Photo Credits | Getty Images


LEGGI ANCHE  Il punto sulle cessioni della Roma: da monitorare non solo Kluivert

74 commenti su “Kevin Strootman parla dal ritiro della Nazionale olandese”

  1. santi bailor (invettive, sfoghi ed altro…sempre calcisticamente parlando!) ha detto:

    @lupogio: …ci credo che tu non sei razzista, non ti ho mica accusato di esserlo! non mi pare!credo che al problema tu debba dare il giusto peso. dici che andare alo stadio non è come andare al cine o a teatro e capisco con quale criterio lo dici, ma dovresti avere una visione meno soggettiva e non rapportare tutto a te…ci sono scontri fuori dagli stadi ogni domenica, anche questo è normale?? lo sfottò ci sta ed è anche il bello del tifo, in alcuni casi, ma poi quando sfocia nelle cortellate?? non dire che non è così perchè non saresti obiettivo.

    quella non è gente che va allo stadio per la partuta e non è discriminazione territoriale ma qèlla è delinquensa ed è un altra cosa , per le cortellate c è la la galera 😉

    Rispondi
      • @lupogio:

        l’errore di superficialità che non bisogna fare è credere che la discriminazione territoriale non sia grave come il razzismo, dire a un napoletano che non si lava, che c’ha il colera o che deve fare il bagno nella lava sono discriminazioni belle e buone. Discriminatori sono tutti quei contenuti irrisori o giudicanti che fanno sentire la persona che li riceve diversa, inferiore o che comunque li mettono nella condizione di sentirsi umiliati. A voi piacerebbe che tutto lo stadio vi dicesse che siete scimmie analfabete e ignoranti solo in quanto romani? no perchè al nord questo dicono di noi. Adesso le curve si mobilitano per rivendicare il diritto all’insulto perchè l’insulto è sfottò. E’ sfottò 😯 ho sentito bene?, ma dove cazzo siamo finiti, dov’è finita la cultura in questo paese. Ma veramente dobbiamo essere ricattati dalla feccia della società, beceri ignoranti che magari quando andavano a scuola rivendicavano lo stesso diritto a perpetuare atti di bullismo sui compagni più deboli. Galliani poi la sminuisce, un dirigente di una delle squadre più prestigiose del mondo, ma non si vergogna manco un pò sta gente. Io sti porci li voglio fuori dallo stadio, se sei razzista o offensivo non devi più entrarci. Un giorno non voglio trovarmi nella situazione di dover spiegare a mio figlio perchè avvengono queste cose allo stadio. Detto questo devo uscire ma per favore non sminuite queste cose, negro di merda e napoli colera è la stessa identica cosa. Mi auguro che ognuno di voi abbia l’intelligenza per capirlo.

  2. strootman, benatia, maicon, de santis………………. quello che mancava alla roma
    2 PALLE CCOSI’
    questi so nati per non mollare mai….. e speriamo per vincere

    DAJEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE

    Rispondi
    • alla fine di Inter-Roma mi sono visto “TerzoTempo” su Sky, fanno sempre vedere le azioni salienti delle partite da angolazioni diverse, da bordo campo generalmente.
      Ad un certo punto hanno fatto vedere Alvarez che attaccava sulla nostra fascia sinistra e veniva murato in calcio d’angolo da Castan che si è messo a strillare come un pazzo come se avesse fatto un gol, poi gli si è avvicinato Balzaretti ancora più invasato di lui e ha dato una pezza sul petto di Castan per fomentarlo ancora di più.
      Davvero l’anno scorso i due allenatori non sono riusciti a trasmettere un minimo di grinta a questi ragazzi, il primo che non parlava e se apriva bocca calunniava i suoi giocatori, il secondo che parlava d’amore e mandava baci dalla panchina.

      Rispondi
  3. Fino all’inizio del campionato, tutti si cimentavano a formulare le formazioni, in pochi mettevano in campo il Capitano. Altri dicevano che non voleva centravanti forti, per avere più spazio, altri ancora erano incazzati per il non arrivo di Matri.
    Ancora adesso, non vedo molti che si complimentano con Totti per questo inizio di campionato.
    In questo momento, credo che Totti sia più stimato da i non romanisti che da tanti di noi.
    Forza Roma e Forza Totti

    Rispondi
  4. Se allo stadio in ogni momento si sapesse dove sta ognuno degli spettatori e che fa, sono sicuro che smetterebbero di fare reati o anche solo cose poco civili. Se per riportare allo stadio le famiglie gli spalti devono diventare pieni zeppi di telecamere tipo grande fratello e un sistema informatico di videosorveglianza tipo nasa, ben venga. Male non fare, paura non avere.

    Rispondi
    • vero la responsabilità delle cazzate che si fanno dovrebbe essere individuale; chiunque commette un atto vandalico come sradicare un seggiolino, tirare un petardo ecc… se ne assume le responsabilità e se verrà beccato dovrà essere consapevole che allo stadio non ci metterà più piede. Così si combattono i violenti, almeno all’interno dello stadio; per quanto riguarda quello che succede fuori ci pensino le forze dell’ordine.

      Rispondi
  5. Dico la mia sulla questione chiusura degli stadi.
    Io non amo l’idea del tifo che hanno molti ultrà.
    I coltelli con il pallone non centrano nulla ed al massimo l’associazione delle due cose mi ricorda la vecchiaccia che, quando giocavo in cortile da piccolo, ci tagliava i palloni che finivano nel suo giardino.
    Mi piacerebbe portare la in piccola allo stadio ma finché si assisterà a certe brutture non se ne parla.
    Il problema è tutto lì.
    Se per strada dai dello sporco negro ad uno di colore questo ti querela e fa bene.
    Se ti azzuffi o lanci bombe carta in piazza ti arrestano.
    Lo stadio invece ê un’enclave di impunità, molto ci vanno non solo e non tanto x seguire la propria squadra, ma per beneficiare di quella che a tutti gli effetti è ad oggi una zona Franca x i delinquenti.
    Chiudere gli stadi a causa degli slogan rappresenta un evento pericoloso suscettibile di minare la libertà di espressione e di parola.
    La cosa andrebbe risolta semplicemente applicando il codice penale anche all’interno degli stadi e punendo solo i colpevoli, non 1000 x educarne uno come facevano i nazisti.
    La colpa è anche delle strutture che non consentono un controllo ad personam.
    Dopo la strage dell’Heysel in Inghilterra hanno rivoluzionato gli stadi con lo scopo di poter controllare chi fa cosa da ogni posto, tutti nulerati.
    Gli stadi inglesi oggi sono radicalmente diversi di quelli di trent’anni, come la vita al loro interno.
    Se oggi un tifoso inglese si alza ed insulta chiunque, arbitri, giocatori o pubblico avversario, dopo due minuti arriva uno stuart ad ammonirlo, se lo rifà lo accompagnano fuori in men che non si dica.
    Se degli stuart oggi provassero a far rispettare elementari regole di convivenza nelle curve verrebbero linciati.
    Lo spettacolo settimanale di guerriglia tra pseudotifosi e celerini non ha niente a che fare con lo sport. Anzi, la stessa regolare presenza settimanale di celerini schierati in assetto antisommossa all’interno degli stadi è una follia che si commenta da sola.
    L’unica via di uscita è quella inglese.
    Rifare gli stadi di proprietà dei privati, accollando a questi la sorveglianza.
    Sarebbero stadi tutti con posti a sede numerati e con telecamere di sorveglianza a copertura totale.
    Chi sbaglia viene accompagnato fuori e se lo sbaglio ha rilevanza penale fuori trova la polizia ad aspettarlo.
    Tutto ciò è necessario se vogliamo tornare a goderci il calcio allo stadio e recuperare il divario semore più incolmabile con gli altri campionati.
    Chiudere le curve o peggio gli stadi non serve a niente.
    Purtroppo l’Italia funziona al contrario.
    Ci sono troppi delinquenti e pochi posto in carcere e la soluzione qual’è: un indulto o amnistia ogni 6 anni…… Tutti fuori evviva…. Ed il cittadino onesto come sempre la paga….

    Rispondi
  6. oggi voglio fare un pò di polemica, vi va di starmi ad ascoltare?

    ci ho pensato e non è vero che chi contestava prima adesso non può salire sul carro, anzi è esattamente il contrario. Apparte il povero jimmy che è manipolato molti tifosi contestavano la precedente stagione per la scelta degli allenatori. Luis Enrique e Zeman. I fatti dicono che una volta arrivato un nuovo allenatore abbiamo cominciato a vincere e convincere mentre Luis Enrique sta mandando il vigo in B e zeman elemosina una panchina tra i dilettanti. Credo che questi dati oggettivi dimostrino che le critiche di quelle persone erano del tutto leggittime per cui basta con i facili slogan del tipo ” noi abbiamo aspettato il progetto”, la ragione sta sempre nel mezzo in tutte le cose.

    Rispondi
    • @stirperomanista:

      e mi scuso con le persone che ho aggredito quando invocavano l’addio di Baldini. Le divergenze tra baldini e sabatini sono state realmente una delle principali cause degli errori dei primi due anni

      Rispondi
    • Scusami ma si tratta di altro.
      Le critiche feroci di molti riguardavano il mercato di quest’anno a cominciare dalla vendita di Osvaldo, Marcos e Lamela per finire con la scelta dell’allenatore.
      Non c’è niente di male a cambiare idea di fronte all’evidenza, in realtà accorgersi di aver sbagliato è un sintomo di intelligenza.
      Il fatto è che nessuno di quelli che hanno sparato protominchiate tipo Sabatini Laziale, Pallotta prestanome, american straccions e via di seguito a questo punto potrebbero recitare almeno un pò il mea culpa, invece come non detto, nella migliore delle ipotesi hanno cambiato nick dalla vergogna per poi tornare a spararne di nuove… @stirperomanista:

      Rispondi
  7. tornando ai discorsi sul razzismo e cazzate varie , ma ogni volta che il portiere avversario della rubbentus rinvia dal fondo e tutti i gobbi urlano MERDAAAAAA !!!! 😈 mi domando ( e lo fa tutto lo merdastadium ) ma non è un offesa molto grave 😯
    allora chiedo a questi signori che non capiscono un cazzo perchè di questo non si dice nulla ???
    mortaccivostra !!! 😈

    Rispondi
    • @lupogio:

      “razzismo e cazzate varie” non se pò sentì!!!…e neanche il resto.

      Rispondi
      • @santi bailor (invettive, sfoghi ed altro…sempre calcisticamente parlando!): in che senso ??? no perchè o me sò spiegato male io o non hai capito te 🙄

      • @lupogio:

        diciamo che ho capito male io.cmq, l’offesa che porti ad esempio, quella sul portiere, nulla ha a che vedere con razzismo e discriminazione territoriale…ti faccio io una domanda: andare allo stadio a supportare la propria squadra, non basta?? si deve per forza sfociare in insulti di natura razziale o territoriale?? detto questo, dico anche che sono contro la sanzione prevista. non si possono penalizzare le società di calcio e tutti i tifosi.

      • @santi bailor (invettive, sfoghi ed altro…sempre calcisticamente parlando!):
        io non sono assolutamente razzista ansi sarebbero fatti miei ma ti dico che contribuisco ad una adozione a distanza e ne vado molto orgoglioso…….ai cori razzisti dico nò…….ma quello che voglio far passare è che andare allo stadio non è come andare al cinema o a teatro……….è stato sempre così ed è certo che condanno la violenza e i cori razzisti ma parlare di discriminazione territorriale è una gran cagata dai !!!………in uno stadio dove gli sfottò ci saranno sempre , come nei bar dal barbiere ecc………..ma per favore !!!

      • @lupogio: …ci credo che tu non sei razzista, non ti ho mica accusato di esserlo! non mi pare!credo che al problema tu debba dare il giusto peso. dici che andare alo stadio non è come andare al cine o a teatro e capisco con quale criterio lo dici, ma dovresti avere una visione meno soggettiva e non rapportare tutto a te…ci sono scontri fuori dagli stadi ogni domenica, anche questo è normale?? lo sfottò ci sta ed è anche il bello del tifo, in alcuni casi, ma poi quando sfocia nelle cortellate?? non dire che non è così perchè non saresti obiettivo.

  8. puiklasara ha detto:

    @Alan:
    E’ vero, quando Balzaretti venne inquadrato mentre usciva dal campo, si vedeva Kevin che gli urlava qualcosa. Ma cosa ? lo voglio sapere

    balzaretti stava correndo verso la panchina.
    kevin gli ha urlato di darsi una calmata e rallentare il passo.

    Rispondi
  9. cit. di un mese e mezzo fa: ” sinceramente mi pare un po lento, un giocatore sopravvalutato, sara un altro taxidis “… nn ricordo chi lo ha detto ma mi è giunta in mente leggendo questo articolo :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

    Rispondi
  10. che personalita che ha. Le cose sono andate bene ma potevano andare anche meglio sul livello individuale.Ammazza…Non posso scordare quanto gridava a Balza doppo aver preso il cartellino. Semplicemente una Belva

    Rispondi
    • @Alan:

      E’ vero, quando Balzaretti venne inquadrato mentre usciva dal campo, si vedeva Kevin che gli urlava qualcosa. Ma cosa ? lo voglio sapere

      Rispondi
  11. Comunque il Real gioca con 2 mediano Modrìc e Khedira , ISCO gioca come traquartista nel 4-2-3-1..

    Poi, la trequarti del Chelsea fa paura, solo il Bayern c’è l’ha più forte..

    Rispondi
  12. …è un “carro armato” come si vede quest’anno la sua presenza in campo, così come quella di Benatia e Maicon, avevamo bisogno di gente così

    Rispondi
  13. Alessandro Paglia a Tele Radio Stereo: “Se fossi il tecnico che affronta ora la Roma punterei a vincere i duelli sulle fasce, specialmente perché a sinistra probabilmente ci sarà Dodò al posto di Balzaretti e Maicon non è detto che recuperi al 100%. Il Napoli ha le caratteristiche ideali per rubar la palla a centrocampo e far ripartire gli esterni in velocità, è la squadra che sembra fatta apposta a far male alla Roma. Firmo oggi per il punto col Napoli e con l’Udinese in trasferta. Due punti nelle prossime due partite”.

    FIRMARE PER UN PUNTO CON L’UDINESE?? Ahahah perché?
    Se è riuscito a farlo questo Bologna 1 punto, non vedo perché non potremmo vincere..

    Quante cazzate che devo leggere..

    Rispondi
    • @dennisb.: mo chiamarlo cosi mi sembra un po esagerato… ha fatto il massimo per stare nel club piu titolato al mondo, pur nn avendo una squadsra adeguata… poi ragazzi, chi ci scommetteva che quest’anno al roma facesse un campionato cosi?? e che andasse meglio del milan?? pochi lo avrebbero detto, e allegri ha sbagliato… pero chiamarlo pezzo di merda mi sembra esagerato 😐 😉 😉

      Rispondi
  14. cmq la scritta roma cares nun se po vedè.
    non si sa neanche che cosa sia … ho cercato su internet non c’è traccia di nessuna roma cares

    Rispondi
      • @ave2012:
        no ma è una fondazione per beneficienza che in teoria è stata creata dalla roma quest’anno . solo che non v’è traccia su internet di niente. bho

  15. vidal,pirlo,marchisio,pogba…

    de rossi,strootman,pjanic,florenzi…

    non vedo questa gran differenza(so bene che florenzi sta facendo l’esterno più che la mezzala)

    Rispondi
    • @dennisb.:
      si non c’è grande differenza ma c’è. vidal è uno degli ultimi giocatori di vero calibro internazionale rimasti in italia (non ha solo il nome ma sopratutto i fatti) , è una furia.
      pirlo sta perdendo qualche colpo ma come regista resta il numero 1.
      pogba è in piena epslosione , diventerà un’ira di dio.
      marchisio è il secondo anno che è in netta difficoltà .

      Rispondi
    • @dennisb.:

      ora come ora è più corretto dire:

      pirlo, vidal, pogba, marchisio

      de rossi, pjanic, strootman, bradley

      quello della juve resta un gradino sopra……ma nei 3 titolari non c’è grande differenza

      Rispondi
  16. Regà ma… apparte il centrocampo Xavi-Busquets-Iniesta del Barcellona che è un tridente di metà campo sbilanciato ma comunque funzionale al loro gioco e… ca**o se funziona(!), apparte questo, IL NOSTRO centrocampo, è veramente inferiore agli altri delle big? Voglio dire:

    Real Madrid: Khedira-Alonso-Modric (in realtà quest’ultimo manco gioca, c’è Isco al suo posto. In panca hanno un Casemiro che si è rivelato na mezza sola.

    Bayern Monaco: Thiago A.(che sta scoglionato, cocco dell’allenatore), Schweinsteiger, Gotze (quest’ultimo fa incredibilmente panca per il solito Kroos).

    Borussia: Vabbè di “interni” di centrocampo hanno “solo” Gundogan e Sahin, poi tutti esterni

    Chelsea: Ramires, Lampard, Oscar(giocatore, PER ME, pompatissimo e sopravvalutato, non che lo trovi scarso, ci mancerebbe, ma a mio parere non vale meno di Miralem)

    Arsenal: Arteta, Wilshere, Ozil

    PSG: stesso discorso del Borussia = Verratti & Matuidi e poi tutti a correre sulle fasce.

    ManCity: Tourè, Milner, Nasri (giocano con un centrocampo a 5, ma non conto le fasce Navas + Silva.

    Secondo il mio modesto parere…

    De Rossi, Pjanic, Strootman

    …non sfigurano PER NIENTE. 8)

    Rispondi
    • @TrajanAge:

      sono d’accordo che non sfigurano, cmq per correttezza

      real: modric (gioca sempre), isco, khedira al momento, in attesa di xabi alonso

      bayern: lahm (novità di guardiola), kroos, schweinsteiger

      borussia: bender, gundogan (ora lo sostituisce sahin), mkhitaryan

      psg: verratti, motta, matuidi

      man city: tourè, fernandinho. (giocano 4-4-2)

      tra i top metto anche tottenham: paulinho, dembele, eriksen

      cmq il nostro è meglio di quello di psg, chelsea e united (carrick,fellaini) a mio avviso

      p.s. che rompiscatole che sono 🙄

      Rispondi
  17. ” E’ molto bello, sono affascinato dal fatto che lui abbia deciso di rimanere sempre alla Roma e si ritirerà solo quando avrà 40 anni. Non conta l’età”

    Capito Apollo? :mrgreen:

    Rispondi
  18. Kevin Miralem e Daniele formano un centrocampo di livello internazionale..qualità e quantità dosate al punto giusto, un intesa pazzesca e carattere da vendere..non per niente sono giocatori fondamentali nelle rispettive nazionali..credo che la forza della Roma sia dovuta soprattutto a loro che fanno un lavoro filtro-costruzione veramente impressionante

    Rispondi
    • @[email protected]:

      lo dicevamo tutti all inizio che il nostro era il miglior centrocampo insieme a quello della Juve, e per me se Pjianic continua su questi livelli anche uno dei piu forti d europa.
      Strootman è fondamentale perche con lui De Rossi puo pensare principalmente a fare il mediano davanti la difesa senza preoccuparsi troppo di impostare, e ora quando lo fa lo fa bene, e Pjianic al contrario si puo dedicare alla costruzione e tra l’altro ORA recupera anche palloni. Kevin fa bene praticamente tutto, per me con POGBA è il centrocampista piu completo che c è in italia

      Rispondi
      • @dyd_1974: D accordo su tutto..solo una cosa..io stravedo x pogba e penso che diventerà un campione..ma al momento nonostante sappia interpretare in modo eccezionale le 2 fasi a volte pecca di ingenuità(il secondo gol del Milan é colpa sua) e tende un po’ a specchiarsi..certo é giovanissimo e sicuramente migliorerà anche li ma al momento x me Kevin gli é superiore proprio x questo motivo..cmq tra i giovani prospetti a centrocampo che sappiano interpretare le 2 fasi metterei anche kovacic che x me é veramente forte

  19. sia lui che miralem mi sembrano molto maturi per l’età che hanno…
    Grande Kevin!!! spaccaci la porta col Napoli come hai fatto a Parma 🙂

    Rispondi
      • @johnnywalker: anche se l’ho visto giocare carletto sorvolo sul paragone ma dico solo che è un condensato di classe,quantità e personalità grande davvero grande giocare un faro del centrocampo,poi l’altro giorno quando ha urlato a juan jesus mi ha fatto crepare dalle risate lo ha brutalizzato :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

      • @mario73: gli ha fatto riempire una mutannata de merda……..hai visto quanto è diventato piccolo ??? :mrgreen:

      • @lupogio: e a genova quando tutti esultano x i gol di benatia e lui ancora a incazzarsi con l’arbitro x il rigore 😛 😛 😛 😛

Lascia un commento