Lotito: “L’incasso del derby è del fisco”


Claudio Lotito avrebbe preferito dare l’incasso a chi ne ha bisogno adesso, le vittime del terremoto in Abruzzo, che invece vederlo sistematicamente entrare nelle casse del fisco, in virtù dello spalma debiti che è toccato alla S.S. Lazio dopoil crack Cragnotti. "Magari potessi devolvere l’incasso del derby ai terremotati dell’Abruzzo, ma non sono soldi miei, sono del Fisco». A parlare è il presidente della Lazio, Claudio Lotito, dopo che alcune voci avevano diffuso la possibilità che il club biancoceleste, assieme alla Roma, potesse mettere a disposizione dei cittadini abruzzesi colpiti dal sisma l’incasso del derby che si giocherà sabato pomeriggio allo stadio Olimpico. «Gli incassi Lazio vanno direttamente sul conto del Fisco – ha però spiegato Lotito al sito internet lalaziosiamonoi.it – e io non so neanche cosa ci fanno. Non posso devolvere cose che non sono di proprietà della Lazio». In effetti, l’accordo con l’Agenzia delle entrate, siglato nel 2005 dal presidente biancoceleste, prevede una rateizzazione ventennale dei 140 milioni di euro che la Lazio deve all’erario. «È facile fare i generosi con i soldi degli altri – ha concluso Lotito -. La Lazio si è sempre distinta sotto questo punto di vista, per aver aiutato chi soffre, senza mai pubblicizzarlo. Sono a stretto contatto con chi gestisce la crisi in Abruzzo, non vi preoccupate, la Lazio farà del suo anche in questa circostanza»


3 commenti su “Lotito: “L’incasso del derby è del fisco””

  1. si se non li doveva dare al fisco se li teneva ben stretti altro che darli in beneficenza…suor paola gli sta ancora aspettando!!doveva sparire insieme al parma invece sta ancora li’!!

    Rispondi

Lascia un commento