Il punto di un Tifoso


Roma-Sporting LisbonaOggi si gioca la gara che potrebbe essere la svolta nel cammino della nostra Roma in Champions League.

Dopo il deludente e alquanto insolito pareggio in campionato contro il Napoli, ci si chiede dove potrebbe arrivare questa squadra.

Esaltazioni motivate da grandi prove sul campo, che hanno fatto si, di poter lottare su tutti i fronti, o almeno di farci credere o meglio illudere di poter combattere fino alla fine per conquistare qualcosa di veramente importante.

Arbitri a parte, situazioni negative, ce qualcosa che sfugge al controllo delle proprie emozioni.

In campo si deve sempre lottare, sia per te stesso, perchè essendo sportivo e soprattutto un professionista, devi dare il meglio di te, sia per chi ti vive dentro, chi ti porta in alto con la sua voce, con il suo amore e la passione per la maglia, la città e quei colori.

Il cammino è lungo e burrascoso, non sempre puoi ottenere quello che le gambe concepiscono, quello che la tua mente ti comanda di fare.

A volte basta fermarsi per un attimo e chiedersi "va bene cosi", "mi accontento", "sono felice" "sto bene"..

Oggi vorrei che oltre le gambe ci sia un minimo di umiltà, che la testa ragionasse con la consapevolezza di quello che si è.

Buttare al vento ciò che si è creato con il proprio sudore, con vera determinazione e con un briciolo di quella stramaledetta fortuna che fa sempre comodo e differenza in alcune circostanze, sarebbe peccato, starebbe a significare non credere in ciò che si fa, cosa che solo tu sai il perchè ti sei trovato in questa situazione e ne sei orgoglioso e a volte meravigliato.

Continuiamo cosi ragazzi, tornate a fare ciò che di buono vi ha contraddistinto in questi anni, poi quel che sarà.. sarà..

Marco di Forza-Roma.com