Spalletti su Roma-Siena: “Buona squadra con un ottimo allenatore”

Luciano Spalletti nella consueta conferenza stampa, alla vigilia di Roma-Siena, risponde alle domande dei giornalisti, per Spalletti la gara di domani è difficile perchè il Siena è una buona squadra che è allenata da un ottimo allenatore, ha qualità ma la sua Roma dopo la sconfitta, brutta, di Bergamo deve rialzarsi per tornare alla vittoria, per dare un giusto sollievo al morale prima della sfida di Champions di martedì fra Arsenal e Roma. Spalletti parla degli infortunati, dei recuperi di Cicinho e Riise ma anche delle condizioni confortanti di Vucinic e Totti, che saranno a disposizione e pronti per essere schierati. Luciano Spalletti lascia intrevedere che qualche scelta in ottica Champions la farà ne corso della gara Roma-Siena di domani.
Tornando alla sconfitta contro l’Atalanta. La Roma quando perde, lo fa in modo eclatante.
“E’ vero, ogni tanto si smette. Questo è brutto. Abbiamo fatto vedere nel lungo che abbiamo un carattere diverso. La spiegazione cheho dato è che è stata una sconfitta fisiologica. Ad un certo punto capita che bisogna abbassare. Ci ero stato attento, perché c’era stata la partita Italia-Brasile, che era importantissima per i giocatori. Il giorno dopo avevo dato riposo, per ricreare gli stimoli. Non ce l’abbiamo fatta e questo rafforza le mie idee”.
La situazione degli infortunati.
“Contro l’Arsenal recupereremo gli squalificati De Rossi e Perrotta. Tonetto è recuperabile. Con Aquilani abbiamo intensificato le cure, anche lui è recuperabile. Vucinic ha fatto delle cure poi è uscito ad allenarsi da solo. Molti sono recuperabili. Domani non c’è molto margine per far riposare qualche convocato”.
Dopo la gara di Bergamo, ci sono degli errori che lei ha evidenziato?
“Non ho detto niente, perché penso che sia fisiologico. Me lo aspettavo per questa settimana. Ora non c’è più margine. Dobbiamo recuperare in questa gara quello che abbiano lasciato a Bergamo”.
C’è stato uno sbandamento?
“E’ normale che ogni tanto che ci sia un calo del genere. Quando ci sono sconfitte in serie come all’inizio, allora ci si deve chiedere perché succede”.
Che Roma vuole vedere domani?
“Quella che dico da quattro anni. Che prenda in considerazione la partita di domani. Giochiamo contro una delle squadre che ha espresso un buonissimo calcio. Giampaolo è un ottimo allenatore, lo conosco. Ha grandi qualità. Si sono rinforzati. Abbiamo visto all’andata la loro intensità. Noi siamo più forti e dobbiamo far uso delle nostre qualità”.
Il Siena fa il suo campionato soprattutto in casa. Sono concentrati i giocatori?
“Giocatori sono sempre vogliosi di essere concentrati. A volte non ci si fa. No è che a Bergamo volevano giocare quella partita lì. Io dentro. Volevamo giocare diversamente e non ci è riuscito. Ci dispiace per il pubblico e per noi stessi. È al di sotto delle nostre possibilità. Come si dice sempre abbiamo a che fare con dei calciatori bravi e bisogna fargliela riconoscere. Non devono accettare di giocare al di sotto della lloro bravura, del loro massimo. A volte può succedere, ma così è troppo. Ci dispiace di più a noi”.

LEGGI ANCHE  Tutti gli ultimi aggiornamenti su Cristiano Ronaldo alla Roma ad inizio luglio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.