Juventus, Trezeguet: “Sono pronto a giocare”

«Sono pronto». Il messaggio non può lasciare dubbi nemmeno per Claudio Ranieri: David Trezeguet chiede spazio e lo avrà. È pronto a rilanciare le ambizioni italiane ed europee della Juventus, nel momento clou della stagione. «Ormai è un mese che mi alleno – ha confidato a Tuttosport in una esclusiva, secondo quanto anticipato sul sito del quotidiano – Prima di ritornare in gruppo mi preparavo anche da solo. Sono contento di tornare in un momento strategico, decisivo della stagione. Qui si decide tutto il campionato? La Juve ogni anno deve vincere qualcosa e dunque non ci conviene puntare solo sulla Champions, perchè il campionato sarà chiuso solo quando la matematica lo sancirà». Il francese manca da quasi cinque mesi, perchè a settembre scorso si era operato ai tendini di entrambe le ginocchia. È perfettamente guarito e ha già dimostrato di essere tornato in piena efficienza fisica. Resta da vedere se la forma sarà al top e soprattutto se nel gioco d’attacco di una Juventus che praticamente si era abituata a fare senza di lui, con un centravanti più mobile come Amauri, i risultati saranno gli stessi. Ma a Palermo, tappa fondamentale per il campionato, ma anche sede delle prove d’orchestra per Londra, non sarà solo Trezeguet la novità. Ranieri, un pò per scelta strategica, un pò per necessità, darà spazio ad altri giocatori per farne riposare alcuni. Legrottaglie, che soffre ancora di mal di schiena, lascerà il posto a Mellberg, ma non è esclusa la soluzione Ariaudo, già collaudato nell’esordio in serie A su un campo difficile come l’Olimpico. Turn over al contrario per Chiellini, pronto al rientro dopo un recupero a tempo di record: il livornese deve collaudarsi per Londra e ha già riposato abbastanza. Per Mellberg c’è anche l’eventualità di essere schierato terzino destro a Stamford Bridge, per aumentare il tasso di peso nel gioco aereo nei confronti di una squadra come il Chelsea, molto pericolosa in materia. Se Ranieri avesse deciso così, vedremo Ariaudo-Chiellini coppia centrale e Grygera confermato terzino destro. A centrocampo, torna di sicuro Sissoko e salgono le quotazioni di Tiago, che in spazi presumibilmente ampi dovrebbe far valere la propria classe, ma soprattutto Ranieri punta più sulla solidità di Marchisio per la trasferta londinese. In attacco, infine, dovrebbe essere Iaquinta il partner di Trezeguet, ma Ranieri ha ancora dubbi nell’assortire una coppia che ha giocato pochissimo insieme e con l’ex udinese non proprio al massimo della forma. Conferme forzate per Camoranesi (non ha certo bisogno di riposo, perchè è stato fuori due mesi) alla ricerca di una forma che Ranieri spera arrivi proprio mercoledì prossimo e Nedved, ‘matusalemmè finchè si vuole, ma migliore in campo (con due pali colpiti) contro la Samp domenica scorsa. C’è una timida eventualità di un impiego di Giovinco, ma la ‘formica atomicà anche domenica, assist del gol a parte, non ha convinto, soprattutto nel ruolo di esterno sinistro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.