Juventus: Cobolli sogna scudetto e Cassano

La Juventus è uscita malconcia dalla domenica appena passata, la sfortuna non ha permesso di battere la Sampdoria del prediletto Cassano e l’Inter ha allungato il passo battendo il Milan. Cobolli Gigli, predidente della Juventus, non ha perso le speranze per lo scudetto ed intanto ieri al comunale di Torino ha apprezzato il suo sogno di mercato: Antonio Cassano.  L’Inter «è la portaerei del campionato», ma la stagione non è ancora finita. All’indomani del derby milanese che ha fatto volare i nerazzurri a più nove dalla Juve inseguitrice, il presidente dei bianconeri, Giovanni Cobolli Gigli rende merito alla capolista sempre più vicina allo scudetto. Cobolli però non vuole pensare che per le dirette avversarie, Juve per prima, il capitolo campionato sia definitivamente archiviato: dalla prossima settimana riparte la Champions, e quello sarà il vero banco di prova per tutti. «Penso che l’Inter abbia fatto un grande passo avanti – le parole del patron juventino ai microfoni di radio Anch’io Lo Sport – ma nulla è chiuso. È chiaro che sta dimostrando di essere la portaerei come l’ho sempre definita, ma la speranza c’è sempre. Le altre squadre in corsa, Juve compresa, devono vincerle le partite. L’Inter è molto strutturata, ha tanti pezzi di pregio, si può permettere il lusso di andare avanti con tutti gli impegni, ma la vera prova della verità comincia la settimana prossima, quando si giocherà ogni tre giorni: da lì grandi conferme, o anche delusioni e allora può succedere ancora tutto. Il campionato non è perso, e la storia dimostra che sono possibili anche grandi recuperi». La vittoria nel derby per l’Inter è arrivata con il discusso gol di Adriano, per la deviazione con il braccio: «Prima del gol di Adriano pensavo che Milan giocasse bene: certo il braccio ha dato indubbiamente un aiuto». Positivo il giudizio su Mourinho: «La sua qualità di comunicazione è migliorata dall’inizio: è un gran personaggio, sa molto di calcio, sa motivare la sua squadra e il suo ambiente. Ben vengano personaggi come lui nel campionato italiano dove comunque ci sono tante altre persone di valore». Quanto alla sua Juve il «giudizio fino a qui è positivo – continua Cobolli – ma è sospeso perchè voglio vedere cosa succederà alla fine in tutte le competizioni. Se riuscissimo ad andare avanti in Coppa Italia e Champions, dimostrando di poter fare bene con il Chelsea, allora il giudizio sarebbe ancora più positivo». E il presidente si accontenta anche del pari strappato con la Samp: «Ho visto i giocatori, sia gli anziani sia i giovani, determinati a trovare prima il pareggio poi la vittoria». La Juve continuerà a puntare sul vivaio, i giovani stanno rispondendo in maniera veramente buona, un corpo importante all’interno della squadra, dovranno sostituire i più anziani, ma sta pensando a «un paio di innesti importanti per innalzare il livello». Tra i nomi c’è anche quello di Antonio Cassano, che ieri ha scherzato in campo con Buffon ed è andato a salutare Ranieri. «È ragazzo che sta diventando uomo – dice Cobolli -, è divertente ed è un ottimo giocatore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.