L’Inter allunga e ipoteca lo scudetto

L’Inter batte il Milan per 2-1 e ipoteca lo scudetto stagione 2008/2009. La Juve non va oltre il pari e ora i punti sono 9 di distanza. Il Milan con questa sconfitta cade a -11. Non ce l’ha fatta la squadra di Ancelotti a soccombere alla fisicità degli interisti che ne fanno un’arma preziosa in zona gol. Clamorosa la svista iniziale sul primo gol di Adriano il quale manda la palla in rete con un mani che lascia l’ennesimo dubbio sull’andamento della gara. Mourinho dice che il gol è regolarissimo. Stankovic raddoppia prepotentemente e il Milan è in balia dell’Inter che attacca a ripetizione con Ibrahimovic e Adriano. Proprio quest’ultimo sfiora la doppietta e il 3-0 dove sarebbe stata chiusa definitamente la gara. Ma su un rovescio di fronte è il Milan a riaprire la partita con un’azione inventata di Ronaldinho che libera Jankolowski che crossa al centro per il liberissimo Pato che firma il suo 11o gol personale in campionato. L’Inter soffre nel finale ma alla fine esulta per un risultato giusto nel complesso per la prestazione. Ancelotti ha da recriminare dalla sua parte un calcio di rigore negato su Inzaghi. Lo scudetto ormai sembrerebbe nuovamente assegnato. Il Milan ora dovrà vedersela con le inseguitrici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.