Lazio, Rocchi pronto per il Torino

ROMA – Una delle poche liete novelle di casa Lazio porta il nome di Tommaso Rocchi. Il capitano sembra aver del tutto smaltito lo stiramento all’adduttore che per due settimane lo ha tenuto lontano dal campo e da ieri è di nuovo abile e arruolato. Delio Rossi può tirare un sospiro di sollievo visto che con la squalifica di Zarate cominciava a delinearsi una semi-emergenza in attacco. Il bomber era stato costretto a disertare prima la sfida con il Milan risparmiandosi il ko subito dalla sua Lazio lo scorso 1° Febbraio e poi l’ultimo appuntamento con i viola, match che ha lasciato intravedere chiari segnali di ripresa. Le ultime marcature dei biancoceelsti portano proprio il suo nome (in casa contro il Cagliari e a Genova contro la Sampdoria) e da qui il capitano vorrà senz’altro ripartire.
Ghiotta occasione per tornare in auge visto che, parliamoci chiaro, la sua figura è stata adombrata da quella di Zarate e a poco a poco il vero beniamino del popolo laziale è diventato il fenomeno argentino. Magari solo inconsciamente, ma l’assenza di Maurito non potrà far altro che caricare maggiormente il capitano e ridargli quella tranquillità che dal dopo derby sembra mancare. A lui dunque il compito di riprendersi le redini di una squadra troppo criticata nelle ultime settimane e di dimostrare il valore della fascia che tanto orgogliosamente porta sul braccio.
La sfida di sabato non prevede possibilità di errore. Per la Lazio è una sorta di crocevia, dall’appuntamento con il Toro dipende una buona fetta della stagione. Da qui possono rilanciarsi le ambizioni biancocelesti oppure si può ricadere nuovamente nella mediocrità di un campionato anonimo. Per Delio Rossi c’è tanto da perdere e poco da guadagnare, nonostante il club continui a proteggerlo come pochi altri farebbero. I rumors d’oltreoceano continuano a perseguitare il tecnico romagnolo facendo sentire più forte che mai la presenza di Simeone dietro l’angolo di Formello. A proposito di rumors, si fa sempre più insistente la corte della Fiorentina a Ledesma. Il suo agente non si sbilancia ma ribadisce che l’argentino ha bisogno di maggiore visibilità e un altro anno senza coppe potrebbe essere un problema. A buon intenditor poche parole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.