“Insieme alla Roma per donare la vita” SPOT – 6 gennaio 2008


Oggi presso la Sala Champions del centro sportivo "Fulvio Bernardini" di Trigoria si è svolta la Conferenza Stampa di presentazione dell’evento ‘Insieme alla Roma per Donare la vita’, l’oramai consueto appuntamento del 6 gennaio nel ricordo di Luciano Fioravanti.

Dottoressa Rosella Sensi, Amministratore Delegato A.S. Roma
"Grazie di essere intervenuti. Per noi è sempre un motivo di grande soddisfazione poter tornare a parlare di sangue. Un ringraziamento va alle istituzioni che hanno aderito a questa iniziativa, a tutti gli ospedali perché c’è stata una adesione di massa e li vogliamo ringraziare tutti quanti. Questa iniziativa, come sapete, è nata da una esperienza familiare importante. Purtroppo nostro zio non ce l’ha fatta. Però nel giorno in cui ha avuto bisogno di sangue ha trovato molte persone che lo hanno aiutato. Anche perchè lui aiutava gli altri. In quel giorno abbiamo capito l’importanza del problema della donazione del sangue soprattutto nel Lazio e qui a Roma. Da questo abbiamo pensato di ricordarlo, e attraverso il suo ricordo di fare del bene a tante persone. Questa è una beneficenza diretta, non ha mediatori e chiunque donerà il sangue sa che darà un contributo effettivo. Ecco perchè noi tutti, ma soprattutto i tanti tifosi, come lo scorso anno, doneranno il sangue e dimostreranno ancora una volta di essere cosi’ generosi e solidali. E’ un’opportunità che il calcio ci offre per fare del bene. Per questo invito tutti a partecipare. Vorrei ringraziare infine tutta la squadra, il Mister e gli Sponsor. Vi aspettiamo con il cuore il 6 gennaio grazie a tutti.

Dottor Mario Brozzi
“Questo è il terzo anno che ci riuniamo in quest’evento. Mentre venivo qui a Trigoria riflettevo sulle tante cose che ho fatto nella mia vita e ho pensato che questa è quella di cui sono più orgoglioso. Primo perchè si commemora una persona straordinaria che ho avuto il piacere di conoscere e di cui oggi porto nel cuore il ricordo. E secondo perchè non c’è miglior occasione per ricordare una persona come lui e il modo migliore per ricordare la sua esistenza è di aiutare gli altri. Quando iniziammo questo cammino mai avremmo pensato che tra gli accettori ci fosse il fratello di Francesco Totti, che deve la sua vita alla tempestività dei sanitari e soprattutto grazie a quel sangue. Quello che facciamo è un gesto altruistico, quindi quando stiamo bene bisogna ricordarci di chi sta male. Ringrazio le istituzioni e in particolare l’Assessore alla sanità Battaglia, che maggiormente ci ha supportato in questa iniziativa”.

Augusto Battaglia, Assessore regionale alla sanità
“L’anno passato abbiamo avuto un risultato straordinario, penso sia stata una bellissima giornata anche per i tifosi e per gli operatori sanitari che hanno lavorato tutta la mattina, una grande giornata in cui ci siamo sentiti più vicini l’uno con l’altro. Molta gente è dovuta tornare a casa senza donare il sangue. Mi auguro che anche quest’anno si riesca a battere un altro record  Noi metteremo tutti noi stessi per migliorare il risultato dell’anno scorso e ci riusciremo sicuramente. Grazie a questo gesto molte persone sono diventate donatori abituali. Sono convinto che anche quest’anno sarà un grande successo".

Professor Raffaele Tartaglione
Grazie a questa iniziativa si incontrano due momenti di gioia. Quella che danno i calciatori e la gioia di sapere di aiutare una persona. Il primo anno all’Olimpico c’erano 7 centri trasfusionali, l’anno scorso 10 e quest’anno saranno 14. Il primo anno abbiamo raccolto 343 sacche su più di 450 persone che si erano presentate e di queste per 138 era la prima volta che donavano il sangue. Il secondo anno si sono presentate 1200 persone, hanno donato in 1095 e per 408 era la prima volta. Vorrei ringraziare, inoltre, la Croce Rossa Italiana che ha avuto un ruolo essenziale. I 300 volontari e più e che hanno stazionato la sera prima all’Olimpico. I centri, Policlinico Gemelli-UCSC, Policlinico Umberto I, Policlinico Torvergata, Azienda Ospedaliera Santo Spirito, Azienda Ospedaliera San Camillo-Forlanini, Azienda Ospedaliera G.B.Grassi di Ostia, Azienda Ospedaliera San Filippo Neri, Azienda Ospedaliera Sandro Pertini, Ufficio Direzione Servizi Trasfusionali Militari Ospedale “San Giacomo”, ASL RM C Ospedale “CTO Alesini/S. Eugenio” , Azienda Ospedaliera “Sant’Andrea”, IRCSS IFO.

Mister Luciano Spalletti
Complimenti a tutti coloro che hanno contribuito all’organizzazione dell’evento e anche ai miei calciatori che affrontano sempre con grande disponibilità queste situazioni ma che soprattutto con questo spot hanno dimostrato anche di essere degli alunni modello Credo che il messaggio di questo spot sia l’immagine corretta di come bisogna avvicinarsi alle iniziative sociali. Attraverso queste iniziative si riesce poi a trasmettere gioia e amore a tutti coloro che stanno attraversando un momento particolare.


Lascia un commento