Adriano: 3 turni con la prova TV

Adriano ha pagato a caro prezzo il cazzotto rifilato a Gastaldello domenica scorsa. Il giudice sportivo Gianpaolo Tosel, grazie alla prova tv, ha fermato per tre turni l’attaccante nerazzurro. Secondo Tosel, Adriano (fermato per la terza volta in carriera con la prova tv) «con un repentino movimento del braccio destro colpiva con un pugno all’addome»; la volontarietà del gesto è stata definita «ovvia e inoppugnabile». L’Inter ha deciso per il “ricorso d’urgenza”. I legali nerazzurri presenteranno la necessaria documentazione oggi in Lega. Insomma, dopo un week end disastroso per la classe arbitrale, farcito di errori in alcuni casi macroscopici che hanno mandato su tutte le furie mezza Serie A, a pagare è stato sopratutto il nerazzurro Adriano verso il quale il giudice sportivo è stato inflessibile. Il rosso a Mourinho, cacciato dall’arbitro Celi per la frase: «Tu hai paura» è costato invece al portoghese una giornata. In ogni caso il capo dei fischietti Collina non si tocca, almeno a sentire Franco Carraro: «Bisogna aiutare gli arbitri. In campo 50 centrimetri sono nulla, in tv sembrano un abisso. Non so che lavoro tecnico stia svolgendo Collina, ma sono sicuro che sia la persona ideale per l’incarico ». Sarà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.