Dinamo Kiev-Roma 1-4


Il terzo gol di Ludovic GiulyQualificazione cercava e qualificazione ha trovato la Roma impegnata stasera in Champions. Subito senza storia la partita della Roma a Kiev, la Dinamo è durata due minuti, il tempo di un tiro di Ghioane parato in due tempi da Doni. La Roma risponde con un affondo di Panucci, cross teso dalla destra che si infila in porta, dando per un po’ la sensazione di un tocco di Vucinic, che invece ha solo disturbato il portiere Rybka. Uno a zero e conferma di uno straordinario momento del difensore giallorosso. Un po’ di batti e ribatti, poi in quattro minuti i giallorossi chiudono la pratica: raddoppia Giuly al 32′, presentandosi solo davanti al portiere, esattamente come fa tre minuti dopo Vucinic, che realizza il 3-0. Vita facile per i giallorossi contro i rassegnati ucraini, che al 19′ accorciano le distanze con Bangoura. Amplia nuovamente il distacco Vucinic con un tiro dai 16 metri.

 

 

 

DINAMO KIEV-ROMA 1-4
Dinamo (4-1-4-1): Rybka, Dopilka, Gavrancic, Vashchuk, Nesmachniy, Ghioane, Gusev, Ninkovic (10′ st Shatskikh), Rotan (1′ st Belkevich), Rincon (24′ st Milevskiy), Bangoura. (23 Lutsenko, 2 Fedorov, 81 Markovic, 19 Kravets). All.: Luzhny.
Roma (4-2-3-1): Doni, Panucci, Ferrari, Juan, Cassetti, De Rossi (15′ st Barusso), Pizarro, Taddei (1′ st Esposito), Giuly, Tonetto, Vucinic (39′ st Cicinho). (1 Curci, 15 Antunes, 26 Pit, 30 Mancini). All.: Spalletti.
Arbitro: Stark (Ger).
Reti: nel pt 3′ Panucci, 31′ Giuly, 35′ Vucinic; nel st 18′ Bangoura, 32′ Vucinic.
Angoli: 7-6 per la Dinamo.
Recupero: 1′ e 2′.
Ammoniti: Vashchuk per gioco falloso, Cassetti per gioco non regolamentare.
Spettatori: 11.000.