Empoli-Roma 2-2

Aspettando Juventus-Inter di questa sera, la Roma cerca di guadagnare altri tre punti ad Empoli, un campo dove Spalletti nella sua carriera di allenatore ha vinto solo con la Samp ed anzi con i colori giallorossi finora ha sempre perso. Senza Totti, De Rossi, Aquilani e con Curci in panchina, è una Roma senza romani, evento molto raro nelle ultime stagioni. Mancini è per la prima volta capitano.

Roma in vantaggio al vero primo affondo al 13′ dopo una splendida azione: una serie di passaggi ubriacanti al limite dell’area ha liberato Giuly al tiro vincente: 1-0. I giallorossi mantengono saldamente il comando delle operazione. Il raddoppio è nell’aria e arriva intorno alla mezz’ora. Una ubriacante azione di Mancini sulla sinistra mette il brasiliano nella condizione di crossare: passaggio perfetto e Brighi di testa mette dentro il 2-0. In campo c’è solo la squadra di Spalletti che manca il 3-0 con Vucinic: il suo tiro finisce sull’esterno della rete. Migliore in campo Mancini che non poteva onorare meglio la prima fascia di capitano.

Anche nella ripresa la Roma controlla bene la partita. Doni è chiamato il primo intervento difficile e subito dopo Pizarro impegna Bassi su una posizione da 30 metri. Fra i giallorossi convince Brighi che non fa rimpiangere De Rossi.

La Roma si mangia un paio di occasioni con Vucinic, e al 67′ arriva, all’improvviso, il gol dell’Empoli: un tiro velenoso di Vannucchi da fuori area s’infila all’incrocio dei pali. I toscani prendono coraggio e cominciano a spingere. Spalletti in panchina è preoccupato. L’Empoli continua a premere e la Roma si copre fuori Perrotta e Mancini, dentro Barusso e Mexes. Al 42′ i giallorossi potrebbero chiudere la partita, ma Vucinic si divora un’altra occasione e così al 90′ arriva il gol di Giovinco su punizione. Una punizione meritata per i giallorossi che ancora una volta hanno buttato due punti.

EMPOLI (4-4-2): Bassi; Raggi, Piccoli, Adani (27′ st Antonini), Tosto; Marianini (27′ Giovinco), Marchisio, Vannucchi, Moro (9′ st Giacomazzi); Saudati, Pozzi.
A disposizione: Pelagotti, Marzoratti, Ascoli, Abate.
Allenatore: Cagni
Squalificati: nessuno
Diffidati: nessuno
Indisponibili: Vanigli, Buscè, Pratali, Balli.

ROMA (4-2-3-1): Doni; Cicinho, Ferrari, Juan, Cassetti; Pizarro, Brighi; Giuly (1′ st Tonetto), Perrotta (22′ st Barusso), Mancini (41′ st Mexes); Vucinic.
A disposizione: Curci, Antunes, Pit, Esposito.
Allenatore: Spalletti
Squalificati: De Rossi
Diffidati: Vucinic e Mexes
Indisponibili: Totti, Aquilani, Taddei, Panucci.

ARBITRO: Banti di Livorno
GUARDALINEE: Ayroldi e Lanciano
QUARTO UOMO: Giannoccaro

MARCATORI: al 13′ Giuly, al 32′ Brighi, 22′ st Vannucchi, 46′ st Giovinco

NOTE: ammoniti all’11 st Raggi, al 16′ st Saudati, al 9′ st Marchisio, al 19′ st Ferrari, al 30′ st Brighi, al 38′ st Barusso e al 39′ st Cassetti per gioco falloso.