Bojan Krkic scrive una lettera a La Repubblica


Bojan Krkic scrive su La Repubblica. Il giovane calciatore spagnolo ha inviato una lettera al famoso quotidiano nazionale che riporteremo integralmente. Ecco le sue parole:

“Caro Direttore, io ho sbagliato. Ho sbagliato a prendere quella palla con la mano, sulla linea di porta a Firenze: ma ero in una zona di campo dove non sono molto abituato a stare e sono stato tradito dall’istinto, non volevo subire il terzo gol. Ho sbagliato a buttare la maglia. Ho sbagliato per la “bojata” e ho chiesto scusa. Ai compagni e al tecnico perché quell’espulsione ha messo in difficoltà la squadra, ai tifosi perché quel gesto potevo risparmiarmelo. Ma è stato solo per la rabbia, non c’era niente altro: dovevo sfogarmi perché mi ero reso conto della cazzata che avevo fatto e perché sentivo di non riuscire a dare alla Roma il massimo. La maglia era la prima cosa che mi sono ritrovato per le mani.

Però chiedo anche la possibilità di sbagliare senza per questo essere trattato da “bimbo confuso”. Ho 21 anni e il fatto di essere un calciatore, di guadagnare bene e di essere famoso, purtroppo o per fortuna, non mi ha fatto diventare improvvisamente adulto e responsabile. Sono un ragazzo fortunato, ma come i miei coetanei voglio avere il tempo di crescere. Rivendico le attenuanti concesse a tutti i ventenni anche se gioco a calcio. Questo sport mi dà tanto: soldi, gloria, per i tifosi sono un idolo, ma non regala saggezza o maturità. Sono sempre un ragazzo di ventuno anni, con tutti i miei pregi e i miei difetti. Non abbiate fretta, datemi il tempo di crescere. A me come a tutti gli altri giovani che giocano in A. Ci sarà tempo per massacrarci.

LEGGI ANCHE  Migliori e peggiori in Inter-Roma: Zaniolo sempre ago della bilancia

E’ col mio entusiasmo da ragazzo che sono voluto venire a Roma. Un gruppo di cui volevo far parte perché credo nel progetto societario e credo, come il resto dei miei compagni, nel progetto tecnico di Luis Enrique. Non è stata una scelta di ripiego, bensì voluta e ben ponderata. La difficoltà di trovare spazio a Barcellona è risultata evidente nel corso dell’ultima stagione ma quanti sono i calciatori che troverebbero facilmente spazio nel Barça dei sogni? Tanta la voglia di giocare e far vedere le mie capacità che ho deciso di guardarmi intorno. E vi prego non paragonatemi a Messi. Lui è un fenomeno unico, non è giusto fare paragoni: se Lionel è il parametro, nessun ventenne può giocare al calcio.

La Roma non è stata l’unica società a farsi sotto: Chelsea, Tottenham e Psg mi hanno fatto offerte anche superiori dal punto di vista economico, ma io volevo la Roma. Un progetto in cui credo, anche nel momento di massima difficoltà, anche nel momento in cui sono stato tradito dal mio istinto, quello che tante volte mi aveva aiutato facendomi trovare al posto giusto nel momento giusto, quello stesso istinto che mi, sono convinto, mi ha fatto fare la scelta giusta nello scegliere Roma. L’istinto dei ventenni. Grazie”


76 commenti su “Bojan Krkic scrive una lettera a La Repubblica”

  1. AIUTATO A SCRIVERLA O NO, PAROLE SUE O REDATTE DA ASSESSORI O NO, QUESTE RIGHE DIMOSTRANO PERLOMENO LA PIENA VOLONTÀ DEL PISCHELLO DI FARE BENE E DI AVERE UN RAPPORTO APERTO E SINCERO CON LA TIFOSERIA. È LA CARATTERISTICA DEI GRANDI AFFRONTARE SUBITO IL PROBLEMA, CONFRONTARSI, SCUSARSI…..NON PROPRIO LO STESSO CHE VECE VUVINIC QUANDO IL SUO RAPPORTO CON I TIFOSI SI LACERÒ… E BOJAN È FORTE, MOLTO FORTE DEVE SOLO DIMOSTRARLO E LO FARÀ

    Rispondi
    • Dimostrano quelle parole che non è uno stupido, e che soprattutto è molto seguito.
      Su di lui la società punta molto.
      Forse più dell’allenatore.

      Rispondi
  2. Stupidaggini che gli ha scrito qualcuno.
    Quelle sono bojate ipocrite.
    Nondimeno lui è un campione e farebbe bene a ricordarselo e a giocare tranquillo come sa.
    E se si perde non è la fine del mondo.
    Però manternere lucidità è fondamentale e se lui si sente carico di responsabilità e sottovalutato poichè gli tocca di giocare gli ultmi minuti la cosa non aiuta.

    Rispondi
  3. Bojan é fortissimo.
    In fin dei conti ha giocato non tantissimi minuti e spesso in situazioni particolari (inferioritá numerica, partendo in panca..) e tuttavia spesso ha cambiato la partita.
    Mi chiedo solo: non é che sto ragazzo dovrebbe giocare un pó piú a ridosso dell’area sul filo del fuorigioco?

    Rispondi
    • Dovrebbe giocare sempre.
      Tutto qua.
      opo 2 o 3 partite in cui il suo talento non è in discussione, e magari esiece a dialogare con i conpagni di reparto che non sono dievrsi ogni volta, e il problema è risolto.

      Rispondi
  4. io non l’ho crocifisso per gli errori come altri.. dico solo che perde troppo tempo su internet e questa è la punta dell’iceberg.. più allenamenti e meno chiacchiere..

    Rispondi
    • ma che ne sai tu di quanto tempo sta su internet!!!
      Poi che c’entra!? non è che anzichè andare agli allenamenti passa le ore sul computer!

      Rispondi
  5. Quanto mi fanno pena quelli che lo insultano:
    1- Scrive in italiano meglio della metà di tutti voi moralisti ;
    2- Ha avuto il coraggio di farlo;
    3- E’ evidente che la maglia l’ha buttata a terra, anzi, secondo me, per la rabbia, neanche si era reso conto che era una maglia.

    Rispondi
  6. ecco i soliti commenti da moralisti bla bla bla. non ve sta bene mai niente…
    ammoro la sincerità di questo ragazzo che ha capito di aver sbagliato a prender la palla con le mani, ma priam di tutto ha capito che non si deve buttare la maglia atterra. la butta balotelli è va tutto bene questo la butta chiede scusa e je rompete le scatole. bah

    daje bojan facce vedè quanto sei forte appena rientri dalal squalifica segna a rotta de collo. anche xke t’ho comprato al fantacalcio ahahahaha

    Rispondi
  7. Che palle.
    Ma perché non pensono a fare solo i calciatori e basta.
    Ok, ha 21, é un ragazzino, ma kazzo vi beccate mln, non rompete il kazzo.

    Rispondi
    • caro bojan parliamoci chiaro….vuoi che ti trattiamo come un ventenne che giustamente puo’ sbagliare ok…ma tu prendi uno stipendio che non ammette giustificazioni cazz o! sei in serie A e io mi aspetto che rendi….non chiedo tanto se sei uno buono no?

      Rispondi
  8. sera a tutti
    Alziamoci e applaudiamo questo ragazzo, tanto merita la sincerita’ espressa in questa lettera. Se tanto mi da tanto, credo che ameremo questo ragazzo

    Rispondi
  9. Stek – Rosi – DDR – Heinze – Taddei – Viviani – Simplicio – Pjanic – Lamela – Totti – Osvaldo poi nella ripresa (Angel per Taddei, Borini per Totti)

    Rispondi
  10. comunque la repubblica è il giornale più merdosò che possa esistere…non solo attaccano continuamente la roma ma la deridono co articoli grotteschi in modo da renderla goffa e ridicola agl’occhi della gente…crollasse la sede della repubblica co tutti quei maialì dentro…sai che goduria…

    Rispondi
      • non significa nulla….un giornale che fà articoli tragi-comici del genere non è serio…è indice di poco professionalità…

      • per fortuna La Repubblica fa buoni servizi su cose molto più importanti del calcio…

        perchè è così…oltre il calcio c’è la vita di tutti i giorni

      • ovviamente parlavo dell’ambito sportivo,del resto non mi interessa..anche perchè non ho di certo bisogno dell’opinione di un giornale per farmi una mia idea sulla politica…

  11. ma sti caxxo de giornalari che c’hanno tutta sta voglia de fà i spiritosi??…se un giorno se ritrovano na bella querela voglio vedè se continuano a fà i spiritosoni…

    Rispondi
  12. Siamo onesti: l’episodio della maglia è brutto a vedersi ma è fuori di ogni dubbio che fosse un gesto di rabbia per l’enorme [email protected] appena commessa. Penso che nessuno possa onestamente pensare che volesse offendere il club, sarebbe assurdo. Avrei preferito che Bojan, che scrive spesso sui social network, evitasse di scrivere pure a “la Repubblica”. Ho sempre preferito chi nei momenti di crisi lavora nel silenzio. Due cose non mi vanno molto giù di quanto leggo: 1) “sono un idolo per i tifosi”. Bojan, ti abbiamo accolto e preso a cuore e personalmente credo molto nelle tue capacità ma fino ad ora non hai fatto nulla per essere un “idolo dei tifosi”. Magari lo sarai in futuro e lo spero con tutto il cuore. 2) Vuoi tutte le attenuanti concesse a tutti i ventenni e bla, bla, bla… ricordati che non prendi un ingaggio da ventenne ma da giocatore vero. Quindi meno fesserie e più concentrazione, please.

    Rispondi
  13. Ridicolo… e patetico. Direi quasi vergognoso. Questo prima scrive un libro, poi una lettera a Repubblica (e non alla Gazzetta) … io nn so chi lo consiglia ma certo è che siamo l’unica squadra al mondo con uno psicoogo in rosa che capisce ancor meno degli altri! Basta di fare cazzate , basta di prenderci per il culo! Una lettera inutile che non sa di nulla e non serve a nulla. Pensa a giocare a pallone … ma forse è chiederti troppo!

    Rispondi
      • Caro Luca85,
        io parlo dalla parte di chi ha visto il mondo. Tu molto probabilmente no. Ne senti solo parlare ed utilizzi frasi fatte.

      • io mio caro viaggio più di quanto pensi..e oltretutto ho molti amici che vivono all’estero e si lamentano delle stesse cose nostre (chi più chi meno)..quindi non utilizzo frasi fatte… non mi sembra che io e te ci conosciamo

      • Fare il turista o essere di passaggio non e’ la stessa cosa che viverci. La frase “ogni paese ha i suoi problemi” e’ una frase fatta che tu te ne renda conto o no. Rivela solo una lettura superficiale dei gravi problemi italiani: sia di cultura che strutturali. Vorrei vedere i tuoi amici tornare in Italia e sentirli subito dopo. Apparte quelli che vivono in India ovviamente…

      • perdonami ma non sono affatto d’accordo…sarà una frase fatta ma è così… su 236 paesi che ci sono nel mondo solo l’italia e l’india hanno gravi problemi?? ma dai!! poi ognuno resta della sua opinione però quì chi usa le frasi fatte non sono io…

      • meno male che ci sei tu, luca. credevo di essere rimasto solo ad essere stanco di questo anti-nazionalismo o come lo chiamo io, “tafazzismo”. ormai è lo sport nazionale quello di prendersi a bottigliate gli zebedei :mrgreen:

      • menomale che ho il tuo supporto 😀

        sono stufo anch’io di questi commenti sempre negativi sull’italia e gli italiani!! è vero che ci sono problemi seri e gravi ma trovami un paese oggi dove tutto va beneissimo?? ti do 1 milione di eruo…ti faccio il bonifico subito :mrgreen:

  14. Non so cosa stia accadendo a Roma contro Bojan. Non e’ lui la colpa. Il ragazzo sono sicuro entra in campo con la voglia di fare il suo meglio e veramente ha scelto la Roma per il progetto. Se e’ stato considerato un fuoriclasse, questo e’ stato un errore di altri, non suo.
    Ma la situazione odierna era preventivabile e questo senza essere Lazzielli .
    Luis Enrique paga la sua inesperienza in un campionato che e’ considerato dagli spagnoli minore ma che tatticamente non lo e’. Paga il suo non capire il vero valore dei giocatori a disposizione e la sua ortodossia (tipico dell’inesperto: non si puo’ giocare con una variazione del WM e non prendere tre goal a partita in Italia).
    Ora che e’ tutto pregiudicato (i tecnici bravi sono tutti occupati) non serve altro che andare avanti con lui. Sperando di non ripetere l’anno di Carlos Bianchi.

    Rispondi
  15. stupendo! dal punto di vista della comunicazione e del marketing abbiamo già fatto un salto quantico…ora sotto con il gioco e i risultati! forza bojan e forza roma! 😆

    Rispondi
  16. Preambolo: certo che la Roma ha giocatori eloquenti e intelligenti, allenatore compreso, questo é ancora di più un motivo d’orgoglio.

    Infine evdienzio solo questo: Questo sport mi dà tanto: soldi, gloria, per i tifosi sono un idolo, ma non regala saggezza o maturità.

    Rispondi
    • È bello, non lo nego, però fino ad un certo punto. Cassano e Balotelli non sono certo due ingegneri eppure non ci s p u t e r e i sopra come coppia d’attacco. A volte bisogna anche essere realisti e ricordarsi che qui non si cerca il bravo ragazzo per nostra figlia o nostra sorella, qui si cerca gente che faccia la differenza in campo. E non è una critica a Bojan questa, voglio essere chiaro. Sono convinto che Bojan possa dare moltissimo, ma si deve svegliare. Forse se il tecnico lo facesse giocare con continuità gli farebbe un favore. Preferisco 100 volte vedere in campo un Bojan che gioca male piuttosto che un Borini che corre a vuoto.

      Rispondi
  17. Io sinceramente non me la sono rpesa ne per il fallo di mano ne per l’episodio della maglia.
    Insomma per il fallo di mano, è stato puramente istintivo. Sfido CHIUNQUE, in quella situazione, a dire “adesso schivo il pallone” o “adesso la prendo di testa”.

    Per la maglietta.. insomma se ci fosse stata una bottiglietta avrebbe tirato quella. Sintomo di frustazione per avere fatto una cazzata (dopo una partita già di per se messa male). Di sicuro non sono questi gli episodi sui quali soffermarsi.

    Rispondi
  18. Avrà pure 21 anni,ma come maturità ne ha almeno il doppio.La sua lettera è ineccepibile.Questo è uno dei giocatori migliori che abbiamo(e che ci sono in serie A),vediamo di non bruciarlo o farlo tornare di corsa a Barcellona.Ci ripagherà per i prossimi anni con un bel pò di reti.Forza Bojan!!!

    Rispondi
  19. e’ vero basta spegnere la radio,ma l’istinto mi porta ad ascoltarla.
    Se per pianeta AS ROMA intendiamo non solo la squadra ma anche i tifosi,certe radio sono anche il termometro per capire molte cose.
    Sinceramente trovo l’unica radio interessante rete sport anche li non mancano le critiche ,ma c’e’ piu’ equilibrio e meno interesse personale,altre che meno volgarita’,per quanto anche io faccia un uso aabbastanza largo di cassi e sticassi centro suono proprio nun se puo ascoltare!

    Rispondi
  20. a me non piace perchè non ha proprio fisico e un minimo almeno ce lo deve avere co una spallata lo mandano in porta cazz0 e gli arbitri manco fischiano

    Rispondi
  21. spero a questo punto che tutti i verigiallorossi(per veri intendo quelli che a priori criticano e piangono),perche’ noi invece non capiamo una mazza,leggano attentamente questa lettera,magari inziano a vedere quale e’ e quale sara’ la AS ROMA,che vi piaccia o no!
    Daje BOJAN
    Daie LUIS
    DAJJJEEEE MAGGGGICA AS ROMA

    Non capisco non fanno altro che fare redazionali pubblicita’ etc etc ,ma quando il travirlolette opinionista marioncino spendera’ 2 soldi per sistemi tecnici piu’ avanzati dato che ascoltando qualche volta la sua trasmissione mi rendo mi ricorda vagamente le prime radio del dopoguerra,lo sanno cosa vuol dire stereofinia o fanno radio solo per vomitare fiumi di parole insignificanti!

    Rispondi

Lascia un commento