Mancini condannato a 2 anni ed 8 mesi per violenza sessuale


Amantino Mancini, ex calciatore della Roma, è stato condannato a 2 anni e 8 mesi di reclusione per violenza sessuale e lesioni nei confronti di una giovane brasiliana. Il calciatore era stato indagato dalla Procura di Milano per violenza sessuale e lesioni personali nei confronti di una brasiliana, nota nel mondo della musica e della tv del suo Paese. L’accaduto è avvenuto l’8 ed il 9 dicembre dello scorso anno, qualche giorno prima che il calciatore, all’epoca all’Inter, partisse per Abu Dhabi a giocare la Coppa del Mondo per club.

A quanto è stato accertato Mancini ha approfittato dello stato di semi-incoscienza della ragazza, che era ubriaca, l’ha costretta a subire rapporti sessuali ripetuti, provocandole anche escoriazioni. La ragazza la mattina seguente si era recata al Servizio Violenza Sessuale della Mangiagalli per una visita e poi ha sporto denuncia. Il calciatore ha affermato che era consenziente ma a quanto pare non era assolutamente vero.

Condannato a 10 mesi di carcere per favoreggiamento è stato condannato l’amico Gerardo Eugenio do Nascimento con l’accusa di aver cercato di depistare le indagini.


LEGGI ANCHE  Mourinho pensa ancora a Lindelof per il mercato di gennaio

13 commenti su “Mancini condannato a 2 anni ed 8 mesi per violenza sessuale”

  1. nonostante tutto ti ricordavo sempre in quella notte di lione,ma sulla violenza delle donne non ci si può passare sopra,che la giustizia faccia il suo corso e se deve pagare che paghi.

    Rispondi
  2. chissenefrega, non ci riguarda.. sai quant maniaci ci sono al mondo..? che si chiami mancini o pincopalluccio chi se ne frega.. o vi volete rifare dello sgarbo che ci ha fatto? suvvia, siate superiori e lasciatelo pagare come deve.. in silenzio e nel dimenticatoio del calcio..

    Rispondi
  3. Attenti a condannare subito. Qui c’è una sentenza e, ok, Mancini deve pagarne le conseguenze. La ricostruzione dei fatti dice che è colpevole, e questo è un fatto, però devo essere onesto, io a queste storie ci credo poco. La violenza carnale è un crimine becero, avviene spesso e spesso passa sotto silenzio. È qualcosa assolutamente da condannare, ma quando sento parlare di calciatori e di ragazze abusate… non voglio sempre pensare a male ma queste notizie escono spesso. Un paio di mesi fa anche Maxi Lopez è stato coinvolto in una vicenda del genere. Ricordiamoci una cosa, i calciatori sono giovani, quasi mai sono delle persone sveglissime e sono obiettivi molto facili per ragazze senza scrupoli che sanno troppo bene come farsi un po’ di quattrini. Altrimenti beati i calciatori che sono gli unici in discoteca a beccare ragazze pure, illibate, che non reggono l’alcol e sono povere vergini ignare dei pericoli della vita. ATTENZIONE: Non dico sia questo il caso, magari Mancini è colpevole sul serio, però ci andrei molto calmo con le definizioni tipo “maniaco” e simili…

    Rispondi
    • ho mancato di aggiungere una qualità importante dei calciatori a quelle sopra indicate: oltre a essere giovani e un po’ scemi sono pieni di soldi.

      Rispondi
    • non ho detto che lui sia maniaco se non ne ho le prove.. volevo dire che è inutile aggredirlo, non dobbiamo confondere l’antipatia calcistica con i fatti.. quindi stiamo dicendo la stessa cosa..

      Rispondi

Lascia un commento