Roma Channel diventa di esclusiva proprieta’ di As Roma, i cinesi vogliono parte della quota di UniCredit


Come riporta questa mattina il quotidiano “Il Tempo”, Thomas Di Benedetto presidente della Roma apporra’ a breve la propria firma per l’acquisizione totale del canale tematico del club capitolino Roma Channel, il quale finora apparteneva anche a Rai Trade, ma d’ora in poi passera’ per la totalita’ alla Roma (Soccer Sas).Tutto cio’ e’ possibile grazie alla volonta’ della Rai di liberarsi di Roma Channel che questa estate ha rischiato di essere chiuso.

Intanto Di Benedetto, questi giorni presente a Roma , non ha un attimo di respiro, incontri e riunioni per il progetto stadio di proprietà, per il miglior sfruttamento dell’Olimpico e per lo sviluppo del marketing, la probabile convocazione di un Cda, conferenza organizzata dalla Fondazione Roma Europea, appuntamento con i «Cavalieri della Roma» in Provincia e  Roma-Lecce all’Olimpico sono solo alcuni dei tanti appuntamenti a cui dovra’ partecipare.

Ieri infine il Cda di UniCredit ha parlato del fondo cinese pronto ad investire nel progetto Roma, cosi il Direttore Fiorentino: “Sono in corso contatti con gruppi cinesi che hanno chiesto di acquistare il 20% della nostra quota (del 40%) nella Roma. DiBenedetto, da noi informato, ha detto che se troviamo l’accordo è ben felice per le potenzialità di sviluppo della Roma. Anche per noi per il club sarebbe positivo». Ora aspettiamo le risposte alle nostre richieste“.

Photo credits | Getty Images


LEGGI ANCHE  La Roma è ancora fortemente interessata a Chalobah per gennaio

24 commenti su “Roma Channel diventa di esclusiva proprieta’ di As Roma, i cinesi vogliono parte della quota di UniCredit”

  1. Immaginate la Roma del futuro, capitale usa ita e cinese…
    Lamela cresciuto e richiesto dai top club ma resta a Roma, idem per Lopez & co…
    I giovani talentuosi in prima squadra, acquisti mirati e di qualità…
    Una Roma insomma da sogno quella che gia intravedo quando vedo giocare Lamela e Viviani….

    Rispondi
      • In che senso non basta? Loro vengono per guadagnarci, non si vogliono “imporre” sul progetto americano, metteranno i soldi, cresceremo grazie a loro moltissimo nel mercato cinese. La Cina in futuro sarà la prima potenza al mondo e io preferisco soci operanti nel futuro miglior mercato del mondo che un socio italiano che opera in un paese che fallirà!!!

      • Si, in realta’ non faranno altro che rimpinguare le casse Giallorosse…ovviamente nessuno fa niente per niente, ma se stanno per investire su di noi, sanno che ci rientraranno (in qualche modo).

      • Il socio di minoranza non deve far altro che tirare fuori i soldi, come anche e soprattutto i soci di maggioranza…Quelli che devono avere il progetto sono i soci di maggioranza(glli americani), i cinesi dovrebbero solo tirare fuori i soldi, entrare nel CDA…Quindi meglio un sogno che ha tanti soldi che uno che ne ha “pochi”!!! Sei d’accordo? Ora vi lascio non è per maleducazione o cosa ma perchè ho un impegno… ci sentiamo stasera forse…Ciao Piove, Matteo, Asroma, ciao a tutti e Sempre Forza Roma!!!! 😉

    • il discorso è sempre lo stesso…loro vedono nel marchio roma delle potenzialità enormi,anzi sproporzionate…. se pensate che manchester(cittadina bruttissima e piovosa)è al centro del merchandising mondiale….figuratevi cosa potrebbe tirare fuori una città come roma se si riuscisse a sfruttare tutte le sue potenzialità…

      Rispondi
      • vabbè Manchester sarà anche piovosa ma è una bella città piena di locali e divertimento…ti onsiglio di andarci…non sarà Roma o Londra ma è pur sempre una bella città gotica e allo stesso tempo moderna ed è piena di locali live…

      • sono stato a birmingham al camposcuola al liceo…ed era una città carina….tutto gli abitanti di birmingham con cui ho parlato mi dicevano che è brutta…forse parlavano così per rivalità…

      • Birmingham fa paura…la capitale dell’Heavy Metal mondiale yeahhh…si so rivali…come te non credo puoi parlare bene di un altra città italiana se sei rivale…

  2. Allora… Ottima l’acquisizione di un canale TV di proprietà.
    Per quanto riguarda i cinesi.. spero arrivino.

    Innanzitutto perchè si parla di un fondo sovrano e quindi i soldi ci sono (e anche la solidità economia).
    Come seocnda cosa, il marchio ASRoma prenderebbe forma anche in cina dopo che in america. Dicono che da quando di benedetto ha preso la roma, l’interesse degli americani è leggermente aumentato (verso la roma e roma). Se succedesse anche in cina, ci sarebbe uno sviluppo commerciale-economico a 360 gradi.

    Spero arrivino. Altro che un socio italiano. Che cmq potrebbe prendere il restante 20%.

    Rispondi
    • Portare la Roma in Cina, che oramai è la più grossa potenza economica mondiale (tuttora in forte espansione), non potrà che essere un bene: pensate a quanta gente (e li ce n’è davvero tanta!!!) potrà acquistare gadget e roba varia della squadra!! Magari si potranno fare pure tourneé estive come fanno le inglesi, per raccattare più soldi :D!!

      Rispondi
  3. E’ molto importante che il canale sarà gestito direttamente dalla Roma. Finalmente avrà potenzialità illimitate. Quando era gestito da Rai Trade mi sembrava una cosa molto allo sbando.

    Sull’interessamento dei cinesi direi che sarebbe un ulteriore passo avanti.

    Rispondi

Lascia un commento