Nico Lopez è stato al Fulvio Bernardini per diventare giallorosso a tutti gli effetti

Nico Lopez è stato al Fulvio Bernardini per diventare giallorosso a tutti gli effetti

Secondo quanto ha riportato Retesport il calciatore uruguaiano Nico Lopez è stato avvistato al Centro Sportivo F.Bernardini accompagnato dal suo entourage e da Tonino Tempestilli.

Nel primo pomeriggio, verso le ore 15, sono stati definiti gli ultimi dettagli tra Pablo Betancurt, agente di Nico Lopez, il ds giallorosso Walter Sabatini per lo sbarco dell’attaccante nella rosa giallorossa.

L’incontro si è svolto nella palazzina adiacente al campo b di Trigoria. Il calciatore poi ha abbandonato il centro sportivo proprio un quarto d’ora fa verso le 18.30.

23 pensieri su “Nico Lopez è stato al Fulvio Bernardini per diventare giallorosso a tutti gli effetti

  1. Male non fa.
    Lamela Bojan Osvaldo Lopez.
    4 attaccanti per 3 posti mi sembra un numero adeguato.
    Mancano Caprari e Borini da valorizzare all’esterno guadagnadoci magari e il resto è il passato.

      1. beh calcola che totti ormai è nella fase finale della carriera. Piu di 1-2 anni non fa. E bisogna pensare al futuro. Oltretutto lopez e borini ancora non saranno i piu quotati per quest’anno.

        Totti può giocarsi il tutto per tutto qust’anno e aiutare i giovani a crescere. Ma mettiamoci in testa che totti NON è eterno (ahimè).

  2. fra qualche anno? ma c’è qualcuno qua dentro che vuole vincere l’anno prossimo o abbiamo firmato per avere pazienza, fiducia, trabajo y sudor per 3 anni senza vincere niente? mah..

  3. Bene! così possiamo giocare con un 4-3-3 offensivo come piace a L.E.:

    Stekelemburg

    Borini Okaka DeRossi Borriello

    Lamela Totti Caprari

    Bojan N.Lopez Osvaldo

  4. Certo che se pensate che eravamo abituati alla triade Pradé-R.Sensi-Conti che al massimo ci portavano Zamblera e Adriano,ora il passo avanti è enorme…
    La società di ieri:
    Rosella Sensi (ahinoi)
    Daniele Pradé
    Bruno Conti
    Cristina Mazzoleni
    Paolo Montali
    Claudio Ranieri
    Doni (va citato…)
    Ci mancavano Alessio Secco,il Topo Gigio e il Gabibbo e ci davano il tapiro…

    La società di oggi:
    Thomas DiBenedetto (e sono soldi)
    Walter Sabatini (e sono i talenti)
    Franco Baldini (ed è esperienza,e anche tanta)
    Tonino Tempestilli (non abbiamo mai capito a che c*zzo servisse,ora lo sappiamo: autista-accompagnatore-sequestratore)
    Luis Enrique (progetto giovani e nuova filosofia di gioco)
    Maarten Stekelenburg (per dire il passo in avanti da Doni a Maarten)
    Con la gentile collaborazione di:
    James Pallotta (e sono altri soldi)
    Richard D’Amore
    Michael Ruane
    e,si spera.dei Cinesi (e sono altri soldi,e pure tanti)
    E c’è chi ha pure il coraggio di lamentarsi…

    1. pure questo je avemo fregato….porelli….giustamente er presidente loro c’ha altro pe la testa….per esempio er modo pe evade dar carciere come le ali della libertà… 😉

  5. Buon acquisto, si continua sulla politica dei giovani talenti. Sabatini deve continuare su questa riga anche per i prossimi obiettivi per la difesa. I nomi che stanno uscendo in questi giorni sono molto interessanti. Se la società seguirà la programmazione di Sabatini e Baldini, tra qualche anno avrà e tutti noi avremo dei grandi risultati.

  6. Zitti zitti finimo in champions stai a vede..
    Poi parleranno pure troppo in caso,per far fomentare l’ambiente,se passa da un estremo ed un altro,a roma come niente fosse,basta che a mosca se sposta da un quartiere ad n altro estremo,ed ecco che lequilibrio va a farsi benedire.

    1. Madonna non nominare Zazzaroni…uno degli uomini più odiosi e s.tronzi che esistano,lui e quell’altro i.diota di Collovati ogni domenica sera alla Domenica Sportiva mi fanno avvelenare il fegato,quando e SE si parla della Roma…

    2. Ricorda che nell’ombra si lavora meglio, tanto poi i botti glieli facciamo sentire sul campo tra qualche anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.