Canovi: “Ho consigliato io l’ingaggio di Luis Enrique. Alla guida della Roma ci sono i migliori dirigenti d’Europa”


Dario Canovi è intervenuto ai microfoni su RadioIES per commentare il lavoro di Luis Enrique:

Confermo di aver consigliato io l’ingaggio di Luis Enrique, e non ho cambiato idea ora che le cose non vanno bene. Sono sempre convinto che sia un ottimo allenatore, e che possa diventare uno dei migliori del mondo. Sento dire spesso che una cosa è allenare i giovani del Barcellona, un’altra la serie A. Non sono d’accordo con chi lo dice. Un allenatore o è bravo o no. O ha carisma o no. Proprio il suo carisma è l’arma più forte, lo fa godere di un’ottima opinione tra i giocatori, che lo apprezzano moltissimo. Credo sia sbagliato giudicare il lavoro di un allenatore, con tanti giocatori nuovi, dopo 8-9 partite. Credo si debba dare a qualsiasi allenatore più tempo per dimostrare quanto vale, e che le sue idee siano giuste”.

Sulla società ritiene che la Roma abbia un potenziale importante: “In questo momento alla guida della Roma ci sono i migliori dirigenti d’Europa, da Baldini a Sabatini, tutta gente che ha esperienza e abilità. Se continuano a dire, non solo pubblicamente ma anche in privato, che la scelta è giusta, bisogna fidarsi di loro. Ho visto Baldini due giorni fa e mi ha confermato la fiducia nel tecnico. Il nome di Luis Enrique lo feci già l’anno scorso alla Fiorentina quando esonerarono Prandelli. Ho un figlio a Barcellona che segue molto i blaugrana, e mi aveva parlato molto bene dell’asturiano. Io stesso ero andato a vederlo allenare e mi erano piaciuti suoi metodi. Quei “ragazzini” di cui si parla, quelli del Barça B, sono arrivati terzi in un campionato serio, dove tra l’altro loro avevano meno stimoli, visto che non potevano guadagnarsi la promozione. Dire che Luis Enrique sia un seguace, o un erede di Guardiola, è una grande corbelleria, sia perché i due non vanno molto d’accordo, sia perché hanno mentalità differente”.

Per concludere una battuta sugli errori difensivi della Roma: “Sono errori individuali, non imputabili all’allenatore. Oggi sentivo nella vostra radio che c’è stato un allenamento sui calci piazzati, ma questo non cambierà radicalmente la situazione”


LEGGI ANCHE  Mourinho pensa ancora a Lindelof per il mercato di gennaio

38 commenti su “Canovi: “Ho consigliato io l’ingaggio di Luis Enrique. Alla guida della Roma ci sono i migliori dirigenti d’Europa””

  1. “mi riferivo in cambiamento nell’altra direzione.
    da dopo lo slovan che luis viene criticato, ma tempo un paio di giornate diventerà un allenatore amatissimo.” è da agosto che dici qualche settimana siamo a novembre e mi sembra che la cosa sia rimasta uguale o peggiorata,la mia opinione è che la roma non arriverà neanche fra i primi 10 se tutto va bene

    Rispondi
      • si si stacce accorto champions cioè terza? no non credo propio qnd domani pareggieremo con il novara se tutto va bene ne riparliamo

    • pensa cio’ che vuoi atrippa.
      Io vedo un bel calcio. Mancano ovviamente ancora delle cose, ma sono fiducioso.
      Basti pensare che hanno preso già un 18enne.
      Ok é una scomessa, forse si rivelerà una pipp.a, ma sicuramente meglio delle scomesse alla Adriano che ci rifilava la sensi.

      Rispondi
  2. Ma come si fa a paragonare la Roma al Palermo??? Il Palermo non ha mai avuto il budget della Roma per fare acquisti. I giovani di talento che comprava doveva comprarli a poco (Pastore è costato poco più di un milione..). La Roma no! Se trova un giovane che costa 10-15 milioni può tranquillamente prenderlo! Vi rendete conto dell’enorme differenza che esiste tra l’una e l’altra situazione?

    Rispondi
    • 4,7 (fonti wikipedia). Comunque sì.. ciò che era “basso” era l’ingaggio con il quale fu preso (600.000 euro) non il costo cartellino.. quindi come dici tu ricordavo male.
      Tuttavia il discorso non cambia.. il Palermo più di quelle cifre non ha mai speso, la Roma, solo per Lamela, ha speso 17 milioni di euro!

      Rispondi
  3. L.E. è venuto a roma solo per fare esperienza e come va va! lui se ne tornerà in spagna con un ottimo bagalglio di esperienza e noi non vinceremo nulla!!! ecco perchè io preferivo uno come Ancelotti!! poi comunque sempre forza Roma chiunque l’allena!!!
    p.s. qualcuno conosce un allenatore spagnolo che è andato in un altro campionato e ha vinto qualcosa? negli ultimi 15 anni i nostri allenatori hanno vinto anche all’estero vedi Capello (ex Roma) vedi Spalletti (ex Roma) vedi Ancelotti (poteva esse la volta bona che un allenatore inevce di andare via e vincere veniva a Roma e vinceva).

    Rispondi
    • Tranquillo,se le cose andranno come devono andare(bene),L.E.rimarrà a Roma a lungo.Questo è un progetto molto ben curato,sono venuti molti giocatori che sono di assoluto gradimento del tecnico(tra tutti Josè Angel e Osvaldo),proprio in vista di un sodalizio di lunga durata.D’altro canto ,sono sicuro,che se avesse avuto altri obiettivi(tipo allenare il Barcellona),sarebbe rimasto ad allenare il Barcellona B.IL Barca predilige spesso le soluzioni interne(ad esempio lo stesso Guardiola),quindi paradossalmente avrebbe avuto più possibilità di allenare i catalani,rimanendo alla Primavera.Comunque il mio augurio è che rimanga con noi il più a lungo possibile( e con lui anche i calciatori arrivati quest’anno).

      Rispondi
      • ma è proprio il progetto che non mi convince!!! tu pensi che il palermo tre anni fa non aveva più o meno lo stesso progetto? la conclusione è stata una finale di coppa Italia e i big venduti per incassare Soldi! io temo che succederà la stessa cosa e questo non mi sembra il miglior modo per fare una grande squadra in grado di vincere ovunque!

  4. “Quei “ragazzini” di cui si parla, quelli del Barça B, sono arrivati terzi in un campionato serio, dove tra l’altro loro avevano meno stimoli, visto che non potevano guadagnarsi la promozione”
    😉

    Rispondi
      • In molti l’hanno già fatto, ma io non cambierò mai opinione a meno che non andiamo in serie b(me tocco co 3 mani)!!! Daje Luis!!!

      • mi riferivo in cambiamento nell’altra direzione.
        da dopo lo slovan che luis viene criticato, ma tempo un paio di giornate diventerà un allenatore amatissimo.

      • Da sempre, dall’inizio…sono stato il primo articolista a schierarmi con lui, ma di tutta Italia. Ricordate? 😉

      • Io non sono articolista come te Matteo (mi permetto di darti del tu) ma sono pronto a scommettere che la Roma non solo farà un gran campionato ma lo farà anche senza cambiare allenatore! E lo dico adesso che le cose non vanno bene non con il senno di poi come tanti.
        Ciò a cui i tifosi dovrebbero realmente guardare per capire che Luis Enrique sia o meno un buon allenatore non è le baggianate che vengono scritte su tanti giornali o i commenti da quattro soldi che si sentono in tv dopo le partite. Ciò che dovrebbero guardare è l’atteggiamento della squadra nei confronti dell’allenatore! Non ce n’è uno che si lamenta… in particolare, poi, c’è un certo De Rossi che quest’allenatore lo esalta.
        De Rossi che considero non solo il giocatore più carismatico ma anche il più intelligente della nostra squadra. Se non ci credete prestate attenzione alle risposte che dà ai giornalisti quando lo intervistano.. da sempre le migliori risposte della Roma e PER la Roma arrivano da Lui!
        Del resto è risaputo che il nostro capitano ha sempre preferito parlare sul campo piuttosto che ai microfoni.. quindi De Rossi, da questo punto di vista, ha sempre un pò compensato quello che Totti non sa fare altrettanto bene e cioè comunicare con i media.
        Per il resto la squadra corre come non mai, pressa, è dannatamente sfortunata (ma prima o poi il vento cambierà) e a tratti (anche con il Milan) fa intravedere un gran gioco.
        Il tutto con ragazzi molto giovani che non possono che migliorare.
        Quest’anno, secondo me, è Champions! Mò metto quest’articolo nel segnalibri.. lo rispolvererò alla fine del campionato per farlo vedere a tutti quelli che vorrebbero Luis Enrique lontano da Roma.

      • Certo che puoi…devi darmi del tu 🙂
        La Roma ha perso e temo che perdera’ ancora qualche punticino per strada per lo stesso motivo: per oliare la macchina. Cio’ di cui sono certo anche io, pero’, e’ che questa Roma diventera’ devastante…senza se e senza ma. Con Genoa e Milan si e’ visto il 20% credo. Un po’ di tempo, e vedranno…
        C’e’ il gioco al massacro a Roma, ed e’ molto, molto fastidioso. Ormai siamo abituati…

  5. Canovi ha espresso pienamente il mio pensiero su L.E. Sono d’accordo con lui dalla prima all’ultima parola.E la pensano così anche uomini di sport che vogliono bene alla Roma(Conti,Graziani,Mazzone,etc).Meditate gente…

    Rispondi

Lascia un commento