Quadrato, rombo e squadra corta, la Roma nel modulo

La rinascita della Roma è da attribuire al modulo?

Io penso che buona parte del merito sia del "Rombo", modulo che da una certa copertura sia al centrocampo che in difesa, ma limita il gioco spumeggiante che era la caratteristica della Roma Spallettiana degli anni passati.

Merito o Demerito questo decidetelo voi è la condizione fisica, si vedono giocatori che arrivano prima degli avversari sulla palla e finalmente che corrono per 95 min, poichè ormai una cosa è certa: oltre agli infortuni, lo staff ha completamente sbagliato la preparazione atletica.

Una condizione atletica che ancora sinceramente latita, ma che mette a frutto, anche se molto in ritardo, una certa quadratura del cerchio.

Le vittorie contro il Chelsea, Lazio e Lecce hanno scacciato almeno in parte la crisi, ma ora serve continuità di risultato sopratutto per il morale, molto labile nella nostra squadra.

Fondamentale, come si sapeva, è stato il rientro di Totti, capace solo lui, di dare sicurezza alla squadra.

Condividi l'articolo:

2 commenti su “Quadrato, rombo e squadra corta, la Roma nel modulo”

  1. Assolutamente si, la rinascita è da attribuire al modulo… la squadra è più compatta…
    un complimento alle 4 anime della Roma:
    TOTTI
    BRIGHI
    DE ROSSI
    MEXES
    Grazie ragazzi e a tutti gli altri (anche al mitico JUAN!!!)
    :15: ROMA :15:

    Rispondi

Lascia un commento