Lazio, Lotito: “Nessun caso Rocchi”

Il Presidente della Lazio interviene sull’esclusione dal primo minuto del suo capitano biancoceleste. «A me non risulta alcuna esternazione ufficiale di Rocchi, anche perchè io non l’avrei consentito». Claudio Lotito commenta così, il malumore del capitano della Lazio dopo la partita con il Genoa e la decisione di Delio Rossi di inserirlo solo nel secondo tempo. «Queste sono scelte di un allenatore che ha tutta la mia fiducia e che opera in funzione di una partita e dell’avversario che si trova di fronte. E ha il diritto di fare le sue scelte». Poi il presidente della Lazio aggiunge altre parole: «È chiaro che i calciatori che si ritengono importanti possano non condividere le scelte, ma queste devono comunque essere accettate. Poi ognuno si deve far trovare pronto quando gli viene richiesto ed esprimere sul campo le proprie potenzialità. Questa dovrebbe essere la mentalità di cui dovrebbe essere cosciente un giocatore, ma troppe volte c’è un interesse individuale che va oltre quello del collettivo». Non è però un rimprovero a Rocchi, sottolinea Lotito, secondo il quale le sue parole sono solo «riflessioni di carattere generale. Anche perchè non mi risulta che Rocchi abbia contestato qualcosa e comunque non gli sarebbe stato permesso. Forse in cuor suo ha ritenuto che le scelte di Rossi non fossero giuste, ma Rocchi oltre a essere il capitano della squadra è anche una persona intelligente e non credo che possa commettere un errore tale da sminuire le proprie qualità e il proprio ruolo»

Condividi l'articolo:

Lascia un commento