Maradona, un esordio ad alta tensione

La prima volta di Diego Armando Maradona ct è cominciata all’insegna della tensione. L’ex Pibe de oro è angosciato dalle condizioni della figlia Gianina, incinta di 6 mesi e ricoverata d’urgenza per minacce d’aborto. Situazione critica, tanto che l’attaccante Aguero, compagno di Gianina, è volato al suo capezzale.
Eppure stasera all’Hampden Park nell’amichevole contro la Scozia Maradona coronerà il sogno di guidare la “sua” Argentina. Ieri è stato premiato dagli scozzesi per la “mano de Dios” con cui stese l’Inghilterra ai Mondiali dell’86. Ma, sulla panchina scozzese come secondo al ct Burley, c’è Terry Butcher lo stopper di quella nazionale inglese: «Non credo che gli stringerò la mano…». «Della stretta di mano di Butcher non m’interessa – ha replicato Maradona -. E poi l’Inghilterra ha vinto un Mondiale con un non gol… (traversa-linea nella finale del ’66 con la Germania, ndr)». Il suo “programma” è semplice: «L’obiettivo è vincere i mondiali, non arrivare tra le prime quattro».

Condividi l'articolo:

Lascia un commento