Bologna, Marchini: “Vorrei giocare e segnare sabato”

\Documents and Settings\standard\Desktop\marchini.jpg«Col nostro organico ce la possiamo giocare benissimo, perlomeno con le squadre di medio-bassa classifica. Però non possiamo permetterci di ripetere certe prestazioni che abbiamo fatto». Per Davide Marchini la salvezza del Bologna non è affatto una chimera, nonostante il momentaccio (otto sconfitte nelle ultime nove partite) culminato con l’esonero ad inizio settimana del tecnico, Daniele Arrigoni: «Dopo la sconfitta di Cagliari è normale ci sia un pò di aria pesante, ma siamo tutti consapevoli che dobbiamo uscire da questa situazione: siamo tutti colpevoli, anche se a rimetterci è stato solo Arrigoni e personalmente la cosa mi dispiace molto perchè, oltre ad essere un ottimo allenatore, penso che sia un grande uomo». Al suo posto è arrivato Sinisa Mihajlovic, un grande passato da calciatore ma alla sua prima esperienza da tecnico: «Già in questi primi giorni il mister Mihajlovic mi ha fatto un’ottima impressione: se devo sottolineare una qualità che mi ha colpito, dico la sua umiltà». Quella che dovrà infondere a questa squadra in caduta libera: «Dobbiamo mettere in campo la stessa concentrazione e la stessa grinta che ci hanno permesso di battere la Lazio, solo così possiamo raggiungere il nostro obiettivo. Sin qui abbiamo avuto diversi problemi, non solo nel rifornire le punte: c’è da migliorare un pò di tutto; ma in qualche partita è mancata anche un pò di fortuna». Sabato sera al Dall’Ara arriva la Roma, appena uscita dalla crisi di risultati che sta vivendo il Bologna. Ai giallorossi Marchini ha segnato il 20 maggio 2007 il gol decisivo nel 3-2 che regalò la salvezza al Cagliari: «Spero che il mio primo gol col Bologna arrivi il prima possibile- conclude- magari già sabato, se giocherò».

Condividi l'articolo:

3 commenti su “Bologna, Marchini: “Vorrei giocare e segnare sabato””

Lascia un commento