I mali dell’As Roma

Dopo 10 gare ufficiali disputate dall’AS Roma escono fuori dei dati allucinanti sul rendimento dei giallorossi, una difesa colabrodo, un attacco evanescente ed un centrocampo che spesso si trova a tappare buchi enormi.
La Roma versione 2008-2009 fino alla gara di domenica sera è apparsa una squadra molto squilibrata: i due esterni difensivi Cicinho e Riise sono molto dediti alla fase offensiva, i centrali spesso sono in affanno perché non aiutati dagli stessi, quindi il rimpianto di non aver a disposizione Tonetto e Cassetti è tanto, Loria fino adesso ha deluso e non ha trovato la giusta sintonia con i colleghi di reparto; De Rossi è magnifico anche quando non eccelle ma perchè è l’unica diga che sa fare sia la fase difensiva sia la fase offensiva, Aquilani molti bassi che alti, Brighi è invece quel tipo di giocatore che oggi serve come il pane, lotta, mena e mette grinta perché ha fame di giocare,  anche in questo reparto il Peq è fondamentale se in condizione; Perrotta ormai da tempo logorato da quel gioco spumeggiante deve ancora ritrovarsi, Vucinic come Aquilani molti bassi che alti.Con Totti che tiene palla e che fraseggia si è rivista timidamente la nostra fase offensiva che è da anni il nostro fiore all’occhiello ma Simone non è piu quello di una volta e forse è meglio studiare altre soluzioni.
Insomma una Roma piena di ombre e pochissime luci, con i nuovi acquisti quasi tutti da rivedere, come Menez e Baptista, il ritorno a tempo pieno di Totti è una speranza concreta di poter cambiare rotta, già da domani nella proibitiva gara dello Stamford Bridge la Roma deve mettere l’orgoglio, affidarsi molto alle doti umane dei suoi senatori ed all’estro dei suoi migliori uomini.
La paura di tanti è legata alla condizione fisica, il gioco della Roma degli ultimi anni potrebbe aver logorato e di molto i muscoli dei giallorossi e se cosi fosse il problema non è di facile risoluzione, su quest’ipotesi vorrei tanto che si facesse chiarezza anche in considerazione dei molti infortunii muscolari che hanno afflitto molti atleti, vorrei che chi di competenza potesse assumersi delle responsabilità anche perché una Roma cosi era da anni che non si vedeva…

Condividi l'articolo:

10 commenti su “I mali dell’As Roma”

  1. spalletti lo aveva detto che non era pronto il brasiliano…ma la gente lo criticava…critiche su critiche scese su di lui…..d’altronde in queste gare lo ha dovuto schierare per forza….e se quello che ho visto e il vero cicinho…..preferisco 1000 volte il classico terzinaccio alla modesto….ricordo che cicinho e un altro nome tirato fuori da questa società!!

    Rispondi
  2. [quote comment=”34483″]la Roma ha una rosa corta..l’ha sempre avuta..e in questi anni si e arrivati sempre alla fine di 3 competizioni…più nazionali…questo significa che molti giocatori hanno sicuramente giocato troppo….ma questa sarebbe l’ipotesi più grave…io giustifico molti reparti…il centrocampo di de rossi aquilanii …semplicemente perchè in tanti hanno capito che bisogna attaccare quel reparto…e i nostri 2 centrali prima scaricavano o su mancini o su tonetto..o viceversa cassetti /panucci taddei….adesso sulle fasce si fanno movimenti sbagliati…e tutti si aiuitano di meno…così o perdiamo palla al centro..oppure la giochiamo di continuo dietro..hai difensori che sono costretti a darla lunga….io sono dell’avviso che la roma perdendo i 2 terzini e cambiando mancini (anche se considero Mirko molto più forte)di perdere delle caratteristiche di quel gioco tanto spumeggiante…la società..ha portato tardi..dei giocatori…che non sono neanche l’ideale vero di quello che serviva a spalletti…menez e acerbo..una società stile inter lo avrebbe preso per darlo in prestito..(anche se lo considero un piccolo fenomeno)…Baptista e forte..ma non e la priorità della roma..manca ancora un esterno destro…il mister per di più chiedeva con insistenza mathieut…e non riise….cicinho..un altro giocatore preso dalla società…….[/quote]

    hai tradotto abbastanza fedelmente la situazione acquisti della Roma,
    la società sembra aver fatto delle scelte che spalletti non solo non riesce ad utilizzare, ma sembra abbia preso di punta, e se cosi’ fosse sarebbe gravissimo perchè rema contro, daltronde non spiega la posizione di chichino che continua a non coprire. Possibile che non se ne accorga nessuno??

    ecco perchè credo che spalletti abbia finito di dare….

    Rispondi
  3. la Roma ha una rosa corta..l’ha sempre avuta..e in questi anni si e arrivati sempre alla fine di 3 competizioni…più nazionali…questo significa che molti giocatori hanno sicuramente giocato troppo….ma questa sarebbe l’ipotesi più grave…io giustifico molti reparti…il centrocampo di de rossi aquilanii …semplicemente perchè in tanti hanno capito che bisogna attaccare quel reparto…e i nostri 2 centrali prima scaricavano o su mancini o su tonetto..o viceversa cassetti /panucci taddei….adesso sulle fasce si fanno movimenti sbagliati…e tutti si aiuitano di meno…così o perdiamo palla al centro..oppure la giochiamo di continuo dietro..hai difensori che sono costretti a darla lunga….io sono dell’avviso che la roma perdendo i 2 terzini e cambiando mancini (anche se considero Mirko molto più forte)di perdere delle caratteristiche di quel gioco tanto spumeggiante…la società..ha portato tardi..dei giocatori…che non sono neanche l’ideale vero di quello che serviva a spalletti…menez e acerbo..una società stile inter lo avrebbe preso per darlo in prestito..(anche se lo considero un piccolo fenomeno)…Baptista e forte..ma non e la priorità della roma..manca ancora un esterno destro…il mister per di più chiedeva con insistenza mathieut…e non riise….cicinho..un altro giocatore preso dalla società…e in fase difensiìva e un vero dilettante….la squadra a mio avviso crescerà…solo quando ci saranno le distanze giuste tra tutti i reparti…solo quando i difensori faranno davvero i difensori…..ragazzi Loria e scarso si…ma domenica contro l’inter erano sempre e solo i centrali a tornare…le fasce tutte libere..e l’intergioca sulle fasce…..chi considero dilettante e uno come cicinho un terzino che sta sempre davanti e ùnn sa fare il fuorigioco..un riise che in fase difensiva guarda solo il pallone e mai l’uomo non lo posso vedere bene…doni…ha sbagliato anche lui troppo…(anche se dubito che stesse bene) Loria un tuffatore più che un calciatore…e di nei ce ne sono tanti altri…ma chi nn sta facendo grande la roma in questo caso e la società!!!….e si gioca col chelsea…senza doni…cassetti…juan in forse…senza tonetto…il pek….

    Rispondi
  4. certo che prendere baptista e menez a fine mercato,
    è stata veramente una scelta da manager ranpanti….
    2 buoni giocotori fuori condizioni ad inizio campionato….( bravi..bravi!)

    si prospettano tempi difficili, per la mancanza di denari e investimenti
    sbagliati….
    se la Roma non ritorna a trottare, e subito, siamo troppo a rischio,
    dover cedere per far cassa e pagare gli stipendi a rottami che nessuno
    ci prende se non per 4 soldi…..sarebbe una sconfitta del gruppo dirigente,
    spalletti andrebbe via fiero tanto lui non li ha mai chiesti…

    in menez ci credo, verrà fuori.
    per baptista spero di sbagliare ma mi sà che il Real ha fatto un bel affarone…

    domenica 3 su 4 goal si potevano non prendere, e hanno fatto solo quello…
    ma li avete visti i gol che abbiamo preso?
    a me doni mi delude….

    Rispondi
  5. incomincerei giustificando i nuovo acquisti,è, difficile ambientarsi ed esprimersi al meglio giocando con una squadra del genere tranne loria che nn è pronto e nn lo sarà mai per una grande,menez è giovane e acerbo e poi in italia nn ci sono le prateria che c sono in francia però a me me piace dategle tempo,baptista ci serviva come il pane sopratutto la sua forza fisica però nel 4231 nn va bene è una punta e basta nn gli puoi far inseguire i terzini col napoli pareva spaesato però quando è entrato col bardaeux,ha fatto la differenza e menomale sennò domani a londra potevamo mandare la primavera,riise c serviva pure.Il problema è che il modulo nn va più bene ormai con noi si chiudono e ripartono è inutile fossilizzarsi ,quel modulo aveva quegli interpreti perrotta taddei ecc. che ormai sn andati corrono corrono e nn ne prendono una c serve più qualità.Cicinho è stato un pacco di 13 milioni di euro io proporrei un 433 con doni ,panucci,mexes ,juan,riise,aquilani de rossi pizarro baptista o menez vucinic totti

    Rispondi
  6. Bisogna exxere + determinati e konkreti,kosa ke l’anno skorso molte volte nn siamo stati e squadrette km il Livorno hanno preso 2 punti in 2 partite kon noi

    Rispondi
  7. sono daccordo con bingo bongo,muscoli logorati? che è una serie di cartoni animati? allora la serie b e la ci?sono bionici? il problema è chiaro i ragazzi sono stufi di farsi il culo per niente,per una societa che pretende e basta.se la socita non cambia o non se ne va presto anche de rossi pur amando la roma e roma alzera i tacchi.questa è la realta. :18:

    Rispondi
  8. mi sembra strano che da un mese ad un altro si sono logorati i muscoli…
    Io voglio dire solo che, secondo me, siamo tornati ai tempi della Rometta (io non c’ero ancora ma sono documentato) quando l’obiettivo era salvarsi, non vorrei pensarlo ma è così… Ho come l’impressione che il famoso giocattolo perfetto si sia rotto, ma definitivamente, si ha la sensazione di esserci avviati ad un lungo e irrefrenabile declino dovuto soprattutto all’aspetto psicologico dei calciatori compromesso dopo un immenso numero di risultati negativi…

    Rispondi

Lascia un commento