Mourinho: anche lui può provocarti infarti e ictus

Diciamo che Mourinho parte subito con qualche punticino di vantaggio nei nostri confronti in quanto nelle prime amichevoli la sua Inter, si è comportata egregiamente. Discorso contrario in casa giallorossa, dove abbiamo avuto dei problemi di gol e soprattutto in quel di England dove abbiamo ricevuto una piccola batostina senza neanche accorgersi di quello che era e stava succedendo. Per fortuna infatti, che non ce ne siamo neanche accorti, almeno la sconfitta non è riuscita ad entrare nei database delle loro memorie. Sinceramente non è che il portoghese mi sia mai piaciuto, non parlo della lingua ma dell’allenatore neroazzurro, ma sta dimostrando quello che tutti non si aspettavano: i primi risultati sul campo. Si perchè da lui, i risultati, dato il suo caratterino gestionale, non tendon ad uscire fuori nelle primissime battute, ma a corsa già avviata, e allora questa è per me una novità e non so se sia anche per voi. L’Inter anche quest’anno parte avvantaggiata per la corsa allo scudetto come tutti ben sappiamo, ma dovrà lottare fino in fondo, contro in primis la nostra Roma. Questa Roma che se l’innesto della "Bestia" risultasse positivo, sarebbe un vero macello per le difese italiane ed europee perchè risaliremmo di qualche punticino dalla distanza che ci divide in Italia sui campioni d’Italia perchè giocheremmo finalmente in 11 contro 11 in questa stagione. Ed è già positivo almeno pareggiare i giocatori in campo. Domani cè il primo big-match della stagione e ci si gioca la Supercoppa Italiana per la 500000^ volta contro (scherzo ragazzi). Detto questo, mi mancano a volte quelle grandi gare dell’Inter da infarto e ictus, che se fossi stato un tifoso neroazzurro sicuramente non ci sarei stato più su questa terra, ma chissà su quale altro pianeta contornato magari da Gobbi tipo Moggi e Giraudo o da uova da galline d’oro che si specchiano il proprio sederino sulla coccia vetrale di Galliani. Senza offendere nessuno ci mancherebbe e senza qualcuno che tiri fuori la coda di paglia in questa occasione.. Io per il momento mi godo la mia Roma con le sue emozioni piene di emozioni, in dolce attesa del ritorno di quella squadra neroazzurra che ci dia ancora grandi gioie sul campo e fuori a furor di infarti e ictus. E Mourinho potrebbe essere la svolta giusta per far ritrovare la serenità a quei cuori tanto ma tanto malati..

LEGGI ANCHE  Mourinho insiste per Cristiano Ronaldo alla Roma: affare quasi impossibile

5 pensieri su “Mourinho: anche lui può provocarti infarti e ictus

  1. mourinho c’ hai rotto il ca…c’hai rotto il ca..c’hai rotto il ca..mioncino… figlio di pu..figlio di pu…figlio di pu..lcinella.. ahahaha… forza ROMA.. sono siciliano sono di cefalù(provincia di palermo) ma dentro sono romano e romanista… vi amo…anzi ve amo..:-) forza MAGGGICA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.