Baptista più vicino e appuntamento per Malouda


ROMA, 8 agosto – Un altro tassello si aggiun­ge nella marcia di avvicinamento di Julio Baptista. Ieri il suo principale manager, Juan Figer, ha detto: «Nei prossimi giorni saremo in Italia per valutare la questione legata al pas­saggio di Julio Baptista alla Roma ». Figer, che è il titolare dell’agenzia di mediazione di giocatori, sta mettendo fretta al Real Madrid per chiu­dere la cessione di Bap­tista. Il brasiliano si è promesso alla società giallorossa. Ma ieri l’ap­puntamento per l’incontro tra Pradè e Mijatovic che avrebbe dovuto svol­gersi oggi non è stato fissato. Il di­rettore sportivo del Real è partito per il Montenegro, tornerà la prossi­ma settimana. La Roma, che sperava di poter annunciare il brasiliano nel­le prossime ore, per poi concentrar­si su Malouda, è rimasta un po’ spiazzata. A questo punto è difficile che salti Baptista, perchè le due so­cietà da due mesi stanno lavorando su questa operazione e l’accordo de­ve essere solo perfezionato sulla ba­se di dieci milioni e un bonus legato alla partecipazione alla Champions League.

MALOUDA – Domani Pradè partirà con la squadra per Londra, con la spe­ranza di poter fissare un appuntamento con Peter Canyon, il direttore ge­nerale del Chelsea. L’operazione-Malouda si è complicata negli ul­timi giorni, perchè il francese sta giocando molto bene durante il pre­campionato e Scolari non vorrebbe farlo partire. Solo con l’arrivo di Ro­binho, Malouda avrà via libera, l’ostacolo è rappresentato dall’alle­natore brasiliano, perchè la società di Abramovich era già orientata a ce­derlo e il francese aveva dato la sua disponibilità alla Roma. [corriere dello sport]


LEGGI ANCHE  L'agente di Siebert avvicina il giocatore alla Roma

7 commenti su “Baptista più vicino e appuntamento per Malouda”

  1. WEST non fare il saccente, so benissimo che il ruolo di Esposito è quello di attaccante esterno con caratteristiche completamente differenti da Okaka e Montella, solo che Spalletti ha detto chiaramente che Esposito avendo queste peculiarita’ non e’ un’alternativa a Taddei sulla fascia dx, ne’ si adatta in quel ruolo. Quindi ritornando al discorso che facevo prima , constatando il fatto che se arrivano Baptista e Malouda, la Roma spende tutti i soldi a disposizione (almeno secondo quello che si dice in giro, anche se non lo sa nessuno a quanto ammonta il budget a disposizione di Pradè), avevo pensato ad Esposito come pedina da sacrificare per arrivare al sostituto di Taddei sulla fascia, spero di essere stato chiaro.

    Rispondi
  2. Buscè era un esempio, diciamo che completo la rosa con un esterno dx e non con un attaccante come Esposito che obiettivamente serve a poco nella Roma in quanto oggi a differenza dello scorso anno abbiamo nel ruolo di attaccante pure Montella e Okaka.

    Rispondi
  3. Operazione difficile, ma non impossibile. C’è da scommettere che Pradè riesca in quest’altro miracolo. Poi se ricordo bene ci sarebbe da sistemare la fascia dx, dove Spalletti ha indicato che gli serve una’alternativa a Taddei. Magari un giocatore “minore” da prendere scambiandolo con Esposito, o cmq cedendo Esposito per far cassa. Un giocatore alla Buscè per intenderci non sarebbe male per completare la squadra.

    Rispondi

Lascia un commento